Petrolio in picchiata, vacilla l’accordo tra i produttori

Pubblicato il 14 marzo 2017 da ansa

ROMA. – La ricerca di un accordo globale per contenere la produzione di petrolio e sostenere i prezzi vacilla sempre più. E i nuovi segnali, provenienti dall’Arabia Saudita, da Mosca e dagli Usa suggeriscono ai rialzisti del greggio di stare alla larga: il barile precipita a nuovi minimi dall’accordo raggiunto dall’Opec a novembre. Dopo una corsa durata tre mesi che aveva riportato le quotazioni a un soffio dai sessanta dollari grazie a quell’intesa che limitava la produzione, il barile si è sgonfiato.

La scorsa settimana è sceso sotto i 50 dollari, oggi ha nuovamente innescato la retromarcia con il Wti che perde l’1,76% a 47,55 dollari e il brent londinese a 50,64 dollari, -1,38%. Gli investitori, e fra loro numerosi hedge fund che avevano costruito posizioni speculative rialziste che ora stanno smontando, guardavano fiduciosi all’accordo nato ad Algeri, poi esteso anche ai grandi produttori estranei al cartello petrolifero come la Russia, una cosa che non succedeva da 15 anni.

Era dicembre e il ministro saudita del Petrolio, Khalid al-Falih, prometteva “con assoluta certezza” di tagliare più di quanto concordato all’Opec. Qualcosa è andato storto. “Non ci faremo carico di chi non ha pagato il biglietto”, tuona adesso al-Falih riferendosi ai Paesi che non si sono adeguati all’accordo: l’Arabia Saudita ha riportato la propria produzione sopra i 10 milioni di barili al giorno a febbraio, al di sotto della quota dell’accordo di novembre, ma un pesante avvertimento a chi non si adegua.

A partire dalla Russia, passando per l’Iraq e gli Emirati arabi uniti. Non si è fatta attendere la replica di Mosca: è “troppo presto” – dice il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov – e “non vi è alcuna posizione comune” per estendere gli accordi sul tetto di produzione di petrolio, che scadono a maggio e su cui l’Opec si prepara a un’arroventata riunione il 25 di quel mese.

Secondo Mosca ci sono voci di cambiamenti nell’orientamento dell’Opec. E “i produttori di petrolio di scisto stanno mettendo una certa pressione sul mercato”. Parole rivolte ai produttori Usa di ‘shale oil’, che stanno velocemente aumentando la propria produzione con una crescita “piuttosto aggressiva”, denuncia Mosca. La produzione di questo greggio non convenzionale sarà di 4,96 milioni ad aprile, il massimo di un anno, secondo l’amministrazione Usa.

Uno scambio di accuse che non fa ben sperare sul rinnovo dell’accordo, e neanche sulla messa in pratica reale di quello stretto l’anno scorso. Ciascuno teme, diminuendo la propria produzione, di sostenere i prezzi a vantaggio degli altri e regalare loro quote di mercato. Se oggi l’Opec ha fatto sapere di aver tagliato di 139.500 barili al giorno a febbraio, le scorte Usa continuano a correre (sarebbero salite a tre milioni di barili la scorsa settimana secondo un sondaggio della Bloomberg sui dati ufficiali di domani).

(di Domenico Conti/ANSA)

Ultima ora

05:09Terremoto Ischia: estratto vivo bimbo sette mesi

(ANSA) - ISCHIA (NAPOLI), 22 AGO - E' stato estratto vivo il neonato di sette mesi rimasto intrappolato sotto le macerie di una casa crollata a Casamicciola, ad Ischia, in seguito al terremoto. Lunghissimo applauso dei soccorritori che dicono 'sta benissimo'. La mamma è corsa sulle macerie per andargli incontro. Ora si scava per estrarre i suoi fratellini.

04:06Terremoto Ischia: ultimo bilancio, due donne le vittime

(ANSA) - ISCHIA (NAPOLI), 22 AGO - Al momento sale a due morti, quattro persone tratte in salvo e tre bimbi ancora sotto le macerie il bilancio del terremoto che ieri sera ha colpito il comune di Casamicciola, sull'isola di Ischia. Poco dopo mezzanotte un uomo ed una donna sono stati estratti vivi dalle macerie, poi è stata salvata un'anziana risultata ferita. Poco fa, tratto in salvo anche il papà dei bimbi che sono ancora sotto le macerie.

01:33Barcellona: a Ciampino bare italiani avvolte da tricolore

(ANSA) - CIAMPINO, 22 AGO - I feretri di Luca Russo e Bruno Gulotta, vittime dell'attentato di Barcellona, sono sbarcati all'aeroporto militare di Ciampino avvolti dal tricolore. dal Boeing dell'Aeronautica sono scesi prima 13 familiari che hanno viaggiato con le salme dei propri congiunti, accompagnati dal sottosegretario agli Esteri, Vincenzo Amendola, e dal Capo dell'Unità di crisi della Farnesina, Stefano Verrecchia, assieme ad alcuni funzionari del ministero degli Esteri che hanno seguito tutte le fasi del rientro delle due salme in Italia. I due carri funebri si sono poi stati benedetti dal cappellano militare, don Salvo Nicotra. Quindi si è avvicinato il capo dello Stato, Sergio Mattarella, rimanendo in piedi a qualche metro di distanza in raccoglimento. In un clima di profondo ma composto dolore, è stata la volta, a turno, dei familiari di Russo e Gulotta. Alcuni si sono avvicinati ai feretri e li hanno accarezzati. I carri funebri hanno poi lasciato lo scalo per il policlinico Gemelli per lo svolgimento dell'autopsia.

01:19Terremoto a Ischia: Ingv, 4.0 nuova stima magnitudo

(ANSA) - ROMA, 22 AGO - Al momento il valore di 4.0 è la stima più attendibile della magnitudo terremoto avvenuto a Ischia. Il valore è riportato sul sito dell'Ingv e si riferisce alla magnitudo calcolata sulla base della durata dell'evento (MD). Il precedente valore di 3.6 si riferiva invece alla magnitudo locale (ML). I sismologi del Centro Nazionale Terremoti dell'Ingv sono al lavoro per calcolare il valore definitivo. Il primo valore della magnitudo, pari a 3.6, è stato calcolato in modo automatico, come sempre quando si verifica un terremoto. Il nuovo valore di 4.0 si è basato sui dati rilevati dalla rete simica dell'Osservatorio Vesuviano dell'Ingv, che ha quattro stazioni a Ischia. Il valore definitivo della magnitudo, chiamato magnitudo momento, viene calcolato dai ricercatori e si basa sulla stima del momento sismico, ossia su una durata più ampia del sismogramma. Insieme alla nuova stima, la rete sismica dell'Osservatorio Vesuviano ha permesso di ricalcolare la profondità dell'evento da dieci a cinque chilometri.

01:09Terremoto Ischia: 25 feriti, tre dispersi, un morto

(ANSA) - NAPOLI, 22 AGO - Venticinque feriti (dei quali due in pericolo di vita), tre persone disperse, una donna deceduta: è l'ultimo bilancio delle conseguenze del terremoto registrato poco prima delle 21 nell'isola di Ischia secondo quanto riferiscono fonti del Comando provinciale dei carabinieri.

00:46Terremoto Ischia: Napoli ‘vicini a famiglie colpite’

(ANSA) - ROMA, 22 AGO - ''Vicini alle famiglie colpite dal terremoto: Ischia''. Con un breve tweet che termina con un cuore azzurro sul suo profilo social, il Napoli, impegnato domani nel ritorno del preliminare di Champions League a Nizza, dimostra la sua vicinanza alla popolazione di Ischia colpita dal terremoto.

00:21Trump e Melania ammirano eclissi, lui sbircia senza occhiali

(ANSA) - WASHINGTON, 21 AGO - Anche Donald Trump e Melania hanno osservato l'eclissi di sole in Usa: il presidente e la first lady l'hanno ammirata dal Truman Balcony della Casa Bianca. Ma il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha sbirciato per qualche secondo il sole durante l'eclissi senza occhiali protettivi, contravvenendo così ai consigli ripetuti da più parti di proteggere accuratamente gli occhi.

Archivio Ultima ora