Pisapia vede Bersani, prove tecniche di intesa

Pubblicato il 14 marzo 2017 da ansa

ROMA. – Prove tecniche di intesa a sinistra. Si fa più serrata la “corte” dei fuoriusciti del Pd e di Sel a Giuliano Pisapia che ha incontrato a Roma Pierluigi Bersani. Un colloquio riservatissimo ma dall’alto valore simbolico che molti leggono come un pre-accordo in vista delle amministrative. Il suo “Campo progressista” sembra essere ogni giorno di più lo snodo attraverso il quale costruire alleanze anche se l’ex sindaco di Milano rimane prudentissimo nelle parole. E a ragione.

Troppe ancora le variabili da analizzare: dai risultati delle primarie del Pd alla nuova legge elettorale che al momento è una chimera di difficile lettura. Ma Pisapia non ha visto solo Bersani. A pochi passi da Montecitorio ha incontrato una quindicina di deputati con i quali ha approfondito gli appuntamenti parlamentari delle prossime settimane e annusato l’aria che si respira all’interno dei gruppi parlamentari.

Nessuna fuga in avanti, però. Pisapia vuole tenere nei binari il suo progetto che, come ha sottolineato più e più volte, è “nato per unire e non per dividere”. Una rotta che viene apprezzata da Andrea Orlando ospite a DiMartedì proprio con l’ex sindaco. “A me – ha detto – piacerebbe stare nello stesso partito con Pisapia, ma mi accontenterei di stare nella stessa alleanza” ha spiegato con uno sguardo al futuro.

Dall’altra parte i renziani osservano preoccupati e continuano a tenere la porta aperta al dialogo. Ma Pisapia ripete che servono “segnali di discontinuità” nel Pd e questa affermazione è letta in Mdp come la certezza che che l’ex sindaco di Milano non avrà alcuna contaminazione con un futuro Pd di Renzi. In sostanza, non dovrebbe accettare di entrare in una lista dem.

E Pierluigi Bersani spinge sull’acceleratore per dimostrare che Matteo Renzi non ha nulla di quello che sta cercando di costruire “campo progressista”: “Renzi ora ci vuole spiegare cosa è la sinistra?”, si è chiesto retoricamente in serata. Ma è stato proprio l’ex segretario del Pd a spiegare le ambizioni in gioco: “penso che noi avremo un centrosinistra che si confronti con un Pd che riesca a essere un partito di sinistra o di centrosinistra piuttosto che un partito che preferisca mettersi sulla strada verso il centro. Nè Pisapia nè io – ha assicurato – abbiamo l’intenzione di fare un partitino”.

Ma qualcosa, sembra voler aggiungere in serata l’ex sindaco su La7, che dia “una nuova speranza a un popolo deluso” con “una nuova forza politica che derivi da una nuova alleanza di centrosinistra”. Quel centrosinistra che, è tornato a ribadire, non è rappresentato tutto dal Pd, che non è autosufficiente” e che non risponde “al suo popolo che vuole unità”.

(di Fabrizio Finzi/ANSA)

Ultima ora

13:44Afghanistan: presidente Ghani loda strategia Usa

(ANSA) - KABUL, 22 AGO - Il presidente afghano Ashraf Ghani ha salutato positivamente oggi la decisione di Donald Trump che, ha detto, "mostra il duraturo impegno da parte del partner essenziale dell'Afghanistan in questo conflitto globale". Il capo dello Stato afghano sostiene si tratti di "un sostegno ai nostri sforzi per raggiungere l'autonomia e per la nostra lotta comune per liberare la regione dalla minaccia del terrorismo". "La cooperazione fra Afghanistan e Usa è più forte che mai per sconfiggere il terrorismo che ci minaccia tutti", conclude Ghani, per cui "la solidità delle nostre forze di sicurezza dovrebbe far capire ai talebani e ad altri che non possono ottenere una vittoria militare. L'obiettivo della pace è importantissimo. La pace resta la nostra priorità".

13:44Ischia: Gentiloni, Italia si unisce nel dolore vittime

(ANSA) - ROMA, 22 AGO - "Italia si unisce nel dolore per le vittime e nella solidarietà. Siamo tutti a fianco delle forze impegnate nei soccorsi". Cosi' il premier Paolo Gentiloni, su twitter, dopo il sisma a Ischia.

13:43Calcio: Kalinic, volevo solo il Milan e ora vinciamo

(ANSA) - MILANO, 22 AGO - "Volevo solo il Milan. Ora dobbiamo vincere". Bagno di folla a Casa Milan per Nikola Kalinic, nuovo attaccante rossonero. "Sono molto felice, molto contento. Ho voluto - aggiunge il croato - fortemente il Milan e sono finalmente qui, dopo due mesi di trattativa. Ora de dare il massimo in campo, per me è molto importante giocare per la squadra". Kalinic, prima di firmare autografi ai tifosi e recarsi a Milanello per il primo allenamento, ammette di avere "come idolo" un ex attaccante del Milan, ovvero Shevchenko: "Era un grande giocatore".

13:41Siria: ong, 167 morti in raid Usa a Raqqa in 8 giorni

(ANSAmed) - BEIRUT, 22 AGO - Sono almeno 167 i civili, di cui 59 minori, morti a partire dal 14 agosto e fino a ieri sotto i bombardamenti della Coalizione internazionale a guida Usa su Raqqa, a sostegno dell'offensiva delle forze a predominanza curda che avanzano nella città siriana per strapparla al controllo dell'Isis. Lo afferma l'ong Osservatorio nazionale per i diritti umani (Ondus). Secondo la stessa fonte, 27 persone sono state uccise domenica e 42 ieri.

13:40Calcio: giudice, un turno di stop a Hysaj e Ceccherini

(ANSA) - ROMA, 22 AGO - Il giudice sportivo della Lega nazionale di Serie A, in relazione alle partite dell'ultimo week-end valide per la 1/a giornata di campionato, ha squalificato per una giornata solo due calciatori: Hysaj (Napoli) e Ceccherini (Crotone), entrambi espulsi. L'organo di giustizia sportiva ha inoltre inflitto un'ammenda di 30 mila euro e diffidato il Verona per cori offensivi, oltre che di discriminazione territoriale nei confronti dei tifosi del Napoli, ma in particolare di un calciatore ospite. Ammenda di 20 mila euro alla Roma per lancio di fumogeni, di 10 mila euro all'Inter per cori di discriminazione territoriale, di 5 mila al Crotone e di 3 mila alla Lazio. Sul caso dei cori all'indirizzo del portiere spallino Gomis, il giudice ha girato l'incartamento al procuratore federale per gli opportuni e dettagliati accertamenti, i cui risultati dovranno arrivare entro il primo settembre.

13:35Barcellona: terroristi in Francia prima dell’attacco

(ANSA) - PARIGI, 22 AGO - Alcuni membri della cellula terroristica responsabile degli attentati di Barcellona erano in Francia poche settimane prima dell'attentato. Lo ha affermato il ministro dell'Interno, Gerard Collomb, ai microfoni di Bfm-tv, sottolineando che l'Audi A3 utilizzata per l'attacco a Cambrils era stata fotografata da un autovelox nella regione parigina. "Questo gruppo è venuto a lavorare a Parigi ma è stata un'andata e ritorno rapida", ha poi affermato Collomb.

13:25Morto Faccia da mostro: Procura sequestra casa e barca

(ANSA) - CATANZARO, 22 AGO - La Procura antimafia di Reggio Calabria ha disposto il sequestro probatorio della casa, della barca e del telefono cellulare di Giovanni Aiello, l'ex poliziotto della Mobile di Palermo conosciuto come "Faccia da mostro", deceduto ieri mattina sulla spiaggia di Montauro. Il provvedimento è stato disposto dal procuratore aggiunto Giuseppe Lombardo titolare dell'inchiesta "'Ndrangheta stragista" che vedeva coinvolto lo stesso Aiello già sottoposto a perquisizione lo scorso 24 luglio. Si tratta di un sequestro probatorio in attesa degli esiti dell'autopsia disposta dalla Procura di Catanzaro. Gli accertamenti degli uomini della Squadra mobile sono proseguiti fino a tarda notte. Gli investigatori hanno raccolto anche la testimonianza della moglie di Aiello. Nell'attesa che venga effettuato l'esame autoptico, il corpo di Aiello si trova nel policlinico universitario di Catanzaro.

Archivio Ultima ora