Analisi del voto, la maggioranza regge alla prova Senato

Pubblicato il 15 marzo 2017 da ansa

ROMA. – La coincidenza con le Idi di Marzo non è stata fatale né per il Governo né per il ministro Luca Lotti. Nel giro di poche ore, infatti, il Senato ha prima votato la fiducia posta dall’Esecutivo sul ddl di riforma del processo penale, dove si sono registrati i mal di pancia di Ncd e il “no” di Ala, e poi ha respinto la mozione di M5s di sfiducia al ministro dello Sport.

In quest’ultimo caso Ala ha votato conformemente alla maggioranza ma non è stata determinante, visti i pochi SI raccolti dalla mozione. Cosa che ha reso altrettanto irrilevante l’assenza di Mdp, che preoccupa semmai sul piano politico per i prossimi passaggi parlamentari.

In mattinata la fiducia sul ddl sul processo penale ha incassato 156 sì, 121 no e un astenuto. In questa occasione i numeri hanno rispettato gli schieramenti politici: tutta la maggioranza ha votato la fiducia, compreso Ncd che non era d’accordo su alcune norme, che infatti ha preannunciato di volere chiedere modifiche alla Camera. Disciplinati gli ex Pd ora in Mdp che non hanno fatto mancare il sì. Insomma, il governo, anche senza il soccorso dei “verdiniani” di Ala, è autosufficiente, se la sua maggioranza è compatta. In mattinata ha avuto anche il sì dell’ex presidente Napolitano.

La maggioranza non è invece stata compatta nel pomeriggio, al momento della mozione di sfiducia a Lotti, perché Mdp ha compiuto il primo strappo verso il governo, non votando contro la mozione di M5s. Ma gli ex Pd non si sono trasformati in Bruto e Cassio, non tanto perché questa volta Ala si è schierata con la maggioranza, bensì perché la mozione di sfiducia aveva l’appoggio solo di M5s, Lega, SI e altri ex 5 stelle. Alla fine non sono arrivati nemmeno tutti e 60 i Sì previsti sulla carta, viste alcune assenze, e ci si è fermati a quota 52.

A togliere qualsiasi pathos al voto, era stata Fi che già da giorni aveva annunciato che i suoi 43 senatori non avrebbero preso parte alle votazioni non condividendo lo strumento della sfiducia individuale. Anche se tutti gli altri gruppi di opposizione avessero votato contro Lotti, questi non sarebbe stato sfiduciato. E’ successo, poi, che anche gli altri gruppi d’opposizione, come i “fittiani” di Direzione Italia o Gal non hanno preso parte al voto.

Alla fine i sì sono stati 161, nonostante alcune assenze nelle file della maggioranza, con i senatori di Ala che questa volta – in nome del garantismo – hanno votato in modo conforme alla maggioranza, compensando la scelta di Mdp che non ha preso parte alle votazioni per marcare il dissenso rispetto al ministro Lotti, al quale hanno chiesto di dimettersi.

Se oggi non si sono presentati problemi di numeri, nel governo c’è una certa apprensione verso Mdp. Se infatti in un qualche futuro passaggio parlamentare tutte le opposizioni si presentano compatte, con Ala al loro fianco, un eventuale scartamento dei 14 senatori di Mdp potrebbe risultare assai rischioso, a meno che – appunto – si ricorra al soccorso dei 16 senatori di Ala, o di qualche ex M5s. Oggi ad esempio contro la mozione ha votato Serenella Fucksia, mentre Lorenzo Battista e Luis Orellana si sono astenuti.

Numeri comunque risicati se non si vuole incorrere in Idi di Marzo in altri mesi dell’anno.

(di Giovanni Innamorati/ANSA)

Ultima ora

20:37Distrutta a Milano la targa dedicata a Yizhak Rabin

(ANSA) - MILANO, 30 APR - Distrutta a Milano da vandali la targa dedicata a Yithazak Rabin. Lo ha denunciato l'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia, esprimendo "profonda indignazione e ferma condanna per l'odioso oltraggio antisemita". L'episodio si sarebbe verificato la notte scorsa. La targa era stata collocata nei giardini di piazza Tripoli, intitolati lo scorso anno al primo Ministro israeliano, insignito nel 1994 del Premio Nobel per la pace. "Alla Comunità Ebraica di Milano esprimiamo tutta la nostra affettuosa solidarietà e vicinanza" ha detto il presidente dell'Anpi Provinciale di Milano, Roberto Cenati.

20:31Attacco a Parlamento Skopje, 15 incriminati

(ANSA) - SKOPJE, 30 APR - Il ministero dell'Interno della Macedonia ha incriminato 15 persone per l'attacco violento di manifestanti al Parlamento nazionale, avvenuto il 27 aprile dopo l'elezione di un nuovo presidente dell'Assemblea legislativa. Cinque incriminati sono stati già arrestati riferisce l'agenzia macedone Mia. Durante gli scontri, un centinaio di persone erano rimaste ferite: oltre agli assalitori, anche alcuni parlamentari, giornalisti e 25 poliziotti.

20:16Calcio: Novara-Brescia 2-3

(ANSA) - NOVARA, 30 APR - Terza sconfitta consecutiva per il Novara, superato in casa 3-2 dal Brescia che esce così dalla zona Play-out. E' Coly, difensore ospite, l'eroe di giornata, per la sua doppietta e, soprattutto, per il gol del 3-2 un attimo dopo che il Novara si era portato sul 2-2. Nel primo tempo la partita è stata molto equilibrata, con il Brescia avanti con un colpo di testa di Ferrante e il Novara a pareggiare con una identica azione conclusa da Galabinov. Nella ripresa i lombardi hanno accentuato la loro pressione e trovato il gol, sempre di testa, con Coly. Al 33' Chiosa ha riportato di testa il Novara sul 2-2 ma un minuto dopo ecco il definitivo 3-2 di Coly, con un gran destro a giro. All'ultimo istante Adorjan ha avuto la palla del 3-3, ma ha tirato letteralmente in faccia al portiere ospite Minelli.

20:15Auto: il Reventino incorona Scola su Osella

(ANSA) - ROMA, 30 APR - Domenico Scola su Osella FA 30 Zytek, la prototipo monoposto di gruppo E2SS con gomme Avon, con il miglior tempo di 2'51"10 ottenuto in grande rimonta in gara 2, ha vinto la 19/a Cronoscalata del Reventino, la competizione calabrese organizzata da Racing Team Lamezia e Lamezia Motorsport con il patrocinio dell'AC Catanzaro, che sul bagnato ha inaugurato il calendario del Campionato Italiano Velocità Montagna 2017. La pioggia è arrivata sul finire della prima salita di gara e da quel momento ha accompagnato ed allungato tutto lo svolgimento della corsa. Sul podio di una gara imprevedibile sono saliti il sardo di CST Sport Omar Magliona su Norma M20 Fc Zytek, biposto di gruppo E2SC, dotata di gomme Pirelli e Christian Merli, vincitore di gara 2 sulla ufficiale monoposto prototipo Osella FA 30 EVO Fortech equipaggiata con pneumatici Avon, ma sul trentino di Vimotorport ha pesato una penalità di 10 secondi per via di un ritardo allo start di gara 1.

20:06Lasciato agonizzante in auto dopo incidente,arrestato pirata

(ANSA) - MILANO, 30 APR - Un automobilista di 55 anni è stato lasciato agonizzante nella sua auto a Milano dopo essere stato investito frontalmente da un'altra auto, un suv nero, condotta da un automobilista che è poi fuggito a piedi. L'uomo intrappolato nell'auto è poi morto poco dopo essere giunto in ospedale. L'incidente è avvenuto all'alba in viale Monza. L'uomo è rimasto intrappolato a bordo della sua vettura e i vigili del fuoco hanno dovuto lavorare a lungo per estrarlo dall'abitacolo. In serata è stato arrestato un uomo, un italiano, con l'accusa di omicidio stradale.

20:06Calcio: forfait di Miranda, difensore Inter out col Napoli

(ANSA) - MILANO, 30 APR - Joao Miranda dà forfait. Il difensore dell'Inter non sarà a disposizione per la sfida contro il Napoli di stasera per un risentimento muscolare al retto anteriore della gamba destra. L'allenatore dell'Inter, Stefano Pioli, dovrebbe quindi sostituirlo con Murillo, che andrà a formare la coppia di centrali con Medel.

20:02Champions: inglese Atkinson arbitra derby Real-Atletico

(ANSA) - ROMA, 30 APR - Sarà l'inglese Martin Atkinson a dirigere la semifinale di andata di Champions tra Real Madrid e Atletico Madrid, in programma il 2 maggio al Bernabeu. Lo ha stabilito l'Uefa.

Archivio Ultima ora