Analisi del voto, la maggioranza regge alla prova Senato

Pubblicato il 15 marzo 2017 da ansa

ROMA. – La coincidenza con le Idi di Marzo non è stata fatale né per il Governo né per il ministro Luca Lotti. Nel giro di poche ore, infatti, il Senato ha prima votato la fiducia posta dall’Esecutivo sul ddl di riforma del processo penale, dove si sono registrati i mal di pancia di Ncd e il “no” di Ala, e poi ha respinto la mozione di M5s di sfiducia al ministro dello Sport.

In quest’ultimo caso Ala ha votato conformemente alla maggioranza ma non è stata determinante, visti i pochi SI raccolti dalla mozione. Cosa che ha reso altrettanto irrilevante l’assenza di Mdp, che preoccupa semmai sul piano politico per i prossimi passaggi parlamentari.

In mattinata la fiducia sul ddl sul processo penale ha incassato 156 sì, 121 no e un astenuto. In questa occasione i numeri hanno rispettato gli schieramenti politici: tutta la maggioranza ha votato la fiducia, compreso Ncd che non era d’accordo su alcune norme, che infatti ha preannunciato di volere chiedere modifiche alla Camera. Disciplinati gli ex Pd ora in Mdp che non hanno fatto mancare il sì. Insomma, il governo, anche senza il soccorso dei “verdiniani” di Ala, è autosufficiente, se la sua maggioranza è compatta. In mattinata ha avuto anche il sì dell’ex presidente Napolitano.

La maggioranza non è invece stata compatta nel pomeriggio, al momento della mozione di sfiducia a Lotti, perché Mdp ha compiuto il primo strappo verso il governo, non votando contro la mozione di M5s. Ma gli ex Pd non si sono trasformati in Bruto e Cassio, non tanto perché questa volta Ala si è schierata con la maggioranza, bensì perché la mozione di sfiducia aveva l’appoggio solo di M5s, Lega, SI e altri ex 5 stelle. Alla fine non sono arrivati nemmeno tutti e 60 i Sì previsti sulla carta, viste alcune assenze, e ci si è fermati a quota 52.

A togliere qualsiasi pathos al voto, era stata Fi che già da giorni aveva annunciato che i suoi 43 senatori non avrebbero preso parte alle votazioni non condividendo lo strumento della sfiducia individuale. Anche se tutti gli altri gruppi di opposizione avessero votato contro Lotti, questi non sarebbe stato sfiduciato. E’ successo, poi, che anche gli altri gruppi d’opposizione, come i “fittiani” di Direzione Italia o Gal non hanno preso parte al voto.

Alla fine i sì sono stati 161, nonostante alcune assenze nelle file della maggioranza, con i senatori di Ala che questa volta – in nome del garantismo – hanno votato in modo conforme alla maggioranza, compensando la scelta di Mdp che non ha preso parte alle votazioni per marcare il dissenso rispetto al ministro Lotti, al quale hanno chiesto di dimettersi.

Se oggi non si sono presentati problemi di numeri, nel governo c’è una certa apprensione verso Mdp. Se infatti in un qualche futuro passaggio parlamentare tutte le opposizioni si presentano compatte, con Ala al loro fianco, un eventuale scartamento dei 14 senatori di Mdp potrebbe risultare assai rischioso, a meno che – appunto – si ricorra al soccorso dei 16 senatori di Ala, o di qualche ex M5s. Oggi ad esempio contro la mozione ha votato Serenella Fucksia, mentre Lorenzo Battista e Luis Orellana si sono astenuti.

Numeri comunque risicati se non si vuole incorrere in Idi di Marzo in altri mesi dell’anno.

(di Giovanni Innamorati/ANSA)

Ultima ora

13:44Afghanistan: presidente Ghani loda strategia Usa

(ANSA) - KABUL, 22 AGO - Il presidente afghano Ashraf Ghani ha salutato positivamente oggi la decisione di Donald Trump che, ha detto, "mostra il duraturo impegno da parte del partner essenziale dell'Afghanistan in questo conflitto globale". Il capo dello Stato afghano sostiene si tratti di "un sostegno ai nostri sforzi per raggiungere l'autonomia e per la nostra lotta comune per liberare la regione dalla minaccia del terrorismo". "La cooperazione fra Afghanistan e Usa è più forte che mai per sconfiggere il terrorismo che ci minaccia tutti", conclude Ghani, per cui "la solidità delle nostre forze di sicurezza dovrebbe far capire ai talebani e ad altri che non possono ottenere una vittoria militare. L'obiettivo della pace è importantissimo. La pace resta la nostra priorità".

13:44Ischia: Gentiloni, Italia si unisce nel dolore vittime

(ANSA) - ROMA, 22 AGO - "Italia si unisce nel dolore per le vittime e nella solidarietà. Siamo tutti a fianco delle forze impegnate nei soccorsi". Cosi' il premier Paolo Gentiloni, su twitter, dopo il sisma a Ischia.

13:43Calcio: Kalinic, volevo solo il Milan e ora vinciamo

(ANSA) - MILANO, 22 AGO - "Volevo solo il Milan. Ora dobbiamo vincere". Bagno di folla a Casa Milan per Nikola Kalinic, nuovo attaccante rossonero. "Sono molto felice, molto contento. Ho voluto - aggiunge il croato - fortemente il Milan e sono finalmente qui, dopo due mesi di trattativa. Ora de dare il massimo in campo, per me è molto importante giocare per la squadra". Kalinic, prima di firmare autografi ai tifosi e recarsi a Milanello per il primo allenamento, ammette di avere "come idolo" un ex attaccante del Milan, ovvero Shevchenko: "Era un grande giocatore".

13:41Siria: ong, 167 morti in raid Usa a Raqqa in 8 giorni

(ANSAmed) - BEIRUT, 22 AGO - Sono almeno 167 i civili, di cui 59 minori, morti a partire dal 14 agosto e fino a ieri sotto i bombardamenti della Coalizione internazionale a guida Usa su Raqqa, a sostegno dell'offensiva delle forze a predominanza curda che avanzano nella città siriana per strapparla al controllo dell'Isis. Lo afferma l'ong Osservatorio nazionale per i diritti umani (Ondus). Secondo la stessa fonte, 27 persone sono state uccise domenica e 42 ieri.

13:40Calcio: giudice, un turno di stop a Hysaj e Ceccherini

(ANSA) - ROMA, 22 AGO - Il giudice sportivo della Lega nazionale di Serie A, in relazione alle partite dell'ultimo week-end valide per la 1/a giornata di campionato, ha squalificato per una giornata solo due calciatori: Hysaj (Napoli) e Ceccherini (Crotone), entrambi espulsi. L'organo di giustizia sportiva ha inoltre inflitto un'ammenda di 30 mila euro e diffidato il Verona per cori offensivi, oltre che di discriminazione territoriale nei confronti dei tifosi del Napoli, ma in particolare di un calciatore ospite. Ammenda di 20 mila euro alla Roma per lancio di fumogeni, di 10 mila euro all'Inter per cori di discriminazione territoriale, di 5 mila al Crotone e di 3 mila alla Lazio. Sul caso dei cori all'indirizzo del portiere spallino Gomis, il giudice ha girato l'incartamento al procuratore federale per gli opportuni e dettagliati accertamenti, i cui risultati dovranno arrivare entro il primo settembre.

13:35Barcellona: terroristi in Francia prima dell’attacco

(ANSA) - PARIGI, 22 AGO - Alcuni membri della cellula terroristica responsabile degli attentati di Barcellona erano in Francia poche settimane prima dell'attentato. Lo ha affermato il ministro dell'Interno, Gerard Collomb, ai microfoni di Bfm-tv, sottolineando che l'Audi A3 utilizzata per l'attacco a Cambrils era stata fotografata da un autovelox nella regione parigina. "Questo gruppo è venuto a lavorare a Parigi ma è stata un'andata e ritorno rapida", ha poi affermato Collomb.

13:25Morto Faccia da mostro: Procura sequestra casa e barca

(ANSA) - CATANZARO, 22 AGO - La Procura antimafia di Reggio Calabria ha disposto il sequestro probatorio della casa, della barca e del telefono cellulare di Giovanni Aiello, l'ex poliziotto della Mobile di Palermo conosciuto come "Faccia da mostro", deceduto ieri mattina sulla spiaggia di Montauro. Il provvedimento è stato disposto dal procuratore aggiunto Giuseppe Lombardo titolare dell'inchiesta "'Ndrangheta stragista" che vedeva coinvolto lo stesso Aiello già sottoposto a perquisizione lo scorso 24 luglio. Si tratta di un sequestro probatorio in attesa degli esiti dell'autopsia disposta dalla Procura di Catanzaro. Gli accertamenti degli uomini della Squadra mobile sono proseguiti fino a tarda notte. Gli investigatori hanno raccolto anche la testimonianza della moglie di Aiello. Nell'attesa che venga effettuato l'esame autoptico, il corpo di Aiello si trova nel policlinico universitario di Catanzaro.

Archivio Ultima ora