Cervelli sulla Vinotino: “Il mio paese é rappresentato da ottimi giocatori”

Cervelli e Cabrera
Cervelli e Cabrera

CARACAS – Dopo essere stato al centro delle critiche e degli insulti per aver giocato con gli azzurri nel World Baseball Classic, l’italo-venezuelano Francisco Cervelli ha utilizzato il suo account di Instagram per dare il suo parere sulla situazione e congratularsi con il Venezuela. Ricordiamoci che la Vinotinto é approdata al secondo turno del mundiale targato Major League Baseball dopo aver battuto in rimonta per 4-3 l’Italia.

“Sono contento per il fatto che il mio paese sia rappresentato da giocatori incredibili come loro” inizia il suo post il ricevitore di origine pugliese con una immagine dove appare insieme a Miguel Cabrera. “Tutti siamo fratelli che amiamo il Venezuela e staremo insieme nella buona e nella cattiva sorte”.

Dall’inizio del World Baseball Classic molti ‘tifosi’ della Vinotinto hanno insultato il campione italo-venezuelano dai bordi del campo e tramite i social network. La situazione si é inensificata sabato quando Cervelli ha messo a segno 3 hits contro la nazionale della terra di Bolívar: quel giorno tifosi scalmanati hanno puntato non solo l’azzurro, ma anche i familiari presenti allo stadio di Jalisco. In seguito é uscita in sua difesa la compagna di vita, la miss Migbalis Castellanos.

Dopo l’eliminazione dell’Italia nel mondiale, Cervelli ha voluto ricordare che “il baseball é un punto di ritrovo, non di discordia. Non serve a nulla insultarci tra di noi quando quello che dobbiamo promuovere è la pace e la fratellanza”.

Il campione azzurro ha fatto enfasi sul fatto di voler disputare una stagione al massimo livello nella MLB “Voglio portare in alto il nome del Venezuela, mio paese natale, e quello dell’Italia, il mio paese di adozione”.