Sei anni di guerra in Siria. Nuova strage a Damasco

Pubblicato il 15 marzo 2017 da ansa

BEIRUT. – Il sesto anniversario dello scoppio delle violenze in Siria è stato segnato da sanguinosi attentati suicidi a Damasco, da raid aerei contro civili nel nord-est del paese e dalla chiusura del terzo round di colloqui ad Astana, in Kazakistan, mediati dalla Russia alleata del governo siriano.

Mentre ad Astana si attendeva, invano, l’arrivo della delegazione delle opposizioni, sostenute dalla Turchia e dall’Arabia Saudita, a Damasco un attentatore suicida si faceva saltare in aria nella sede del Palazzo di Giustizia, a pochi passi dallo storico suq coperto di Hamidiye, causando la morte – secondo media governativi – di 31 persone.

Poche ore dopo, un altro attentatore suicida tentava di seminare il terrore in un ristorante nel quartiere di Rabwe, dove una scolaresca stava festeggiando la festa degli insegnanti. I media governativi non forniscono dettagli: la tv al Mayadin, vicina all’Iran, riferisce di un bilancio di “24 feriti”. L’attentatore, afferma la tv, è stato bloccato all’ingresso e non è riuscito a far esplodere la cintura all’interno della sala.

Nel pomeriggio invece, almeno 22 persone, per lo più civili, sono state uccise in un raid aereo compiuto nella regione nord-occidentale di Idlib, fuori dal controllo governativo. L’attacco, compiuto da un’aviazione non meglio identificata ma che si sospetta possa essere governativa siriana o russa, ha colpito Qusur, una località dove risiedono molti sfollati provenienti da altre zone della Siria e in parte dominata da gruppi qaidisti.

La settimana scorsa l’ala siriana di al Qaida aveva rivendicato un attentato contro pellegrini sciiti iracheni nei pressi del centro storico di Damasco, e circa 40 persone erano morte nell’attacco. Quello della settimana scorsa e gli ultimi attentati possono essere messi in relazione col fatto che i gruppi qaidisti e jihadisti sono esclusi dal regime di tregua in vigore dal 30 dicembre scorso e garantito dal terzetto formato da Russia, Turchia e Iran.

Questi tre paesi, assieme agli Stati Uniti, considerano “terroristi” i gruppi qaidisti e jihadisti, mentre accolgono come parte legittima nei negoziati altri gruppi armati delle opposizioni, tra cui spiccano comunque gruppi radicali. Resta aperto poi il fronte anti-Isis, con la battaglia per la riconquista di Raqqa che sembra sempre più imminente: l’amministrazione Trump è pronta a inviare altri mille soldati, per contribuire all’offensiva, che raddoppierebbero la presenza militare statunitense nel Paese.

Intanto, al terzo round di colloqui di Astana erano presenti le potenze regionali, oltre alla Russia, e la delegazione governativa siriana. Assenti invece le opposizioni armate, che denunciano la volontà di Damasco e dei suoi alleati di imporre la vittoria militare e di tradurla in termini politici.

Di fatto, affermano gli osservatori, con la presa di Aleppo est nel dicembre scorso, i russi, gli iraniani e i governativi siriani hanno vinto la battaglia contro le opposizioni armate, ora costrette a ritirarsi dalle regioni di Homs e Damasco, e che ora potrebbero patire nuove sconfitte a Idlib, Daraa e Hama.

E mentre la mediazione politica dell’Onu a Ginevra è in stallo, il tavolo di Astana va avanti (prossima riunione fissata per i primi di maggio). E di fatto sancisce la spartizione della Siria in zone di influenza assegnate a Iran, Russia, Turchia e Giordania e ai loro clienti locali.

(di Lorenzo Trombetta/ANSAmed)

Ultima ora

13:02Sci: Goggia, ho sbagliato nel salto ma adesso riparto

(ANSA) - CORTINA D'AMPEZZO (BELLUNO), 20 GEN - E' stato fortunatamente più spettacolare che altro il presentat'arm - con le punte degli sci paralleli rivolte al cielo - che Sofia Goggia ha fatto sul lungo e ripido salto che immette sullo Schuss delle Tofane. E' atterrata in un tratto ancora in forte pendenza e la sua schiena per alcuni metri, in una nube di neve, ha toccato il fondo pista. Poi, però, con un colpo di reni e uno sci che ha preso la giusta inclinazione, si è rialzata indenne. "Ho sbagliato all'attacco del dente sopra il salto. Non ero nella giusta posizione per il salto, ma ancora troppo arretrata. Sono però riuscita a controllare la caduta e tutto è andato bene", ha raccontato l'azzurra. "Per il SuperG di domani nessun problema. Ora resetto tutto - ha annunciato l'azzurra - e si riparte da zero: andare e via".

13:02Volvo ocean race: scontro barca-peschereccio, un morto

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - E' davvero tragico l'epilogo della 4/a tappa della Volvo ocean race di vela, che ha portato le barche da Melbourne a Hong Kong ed è stata vinta da Sun Hung Kai/Scallywag. A poche miglia dal traguardo, Vestas 11th Hour racing dello skipper Charlie Enright è stata coinvolta in una collisione con un piccolo peschereccio che ha provocato un morto. La notizia è stata confermata dagli organizzatori della regata che manifestano "i più profondi sentimenti di cordoglio alla famiglia della vittima". L'incidente è avvenuto a circa 30 miglia dal traguardo della 4/a tappa, fuori dalle acque di Hong Kong. Fra i componenti il team Vestas 11th Hour racing non ci sono feriti: dall'imbarcazione - secondo quanto informano gli organizzatori - è partito il segnale di 'mayday' verso il Centro di coordinamento del soccorso in Mare di Hong Kong. Immediato l'intervento dei soccorritori che hanno potuto recuperare nove componenti dell'equipaggio, mentre il decimo è stato trasportato in ospedale con un elicottero, ma è spirato poco dopo.

12:58Sci: discesa Cortina, vittoria Vonn

(ANSA) - CORTINA D'AMPEZZO (BELLUNO), 20 GEN - Sofia Goggia ha sbagliato, facendo uno spettacolare e pericoloso presentat'arm sul salto che immette sullo Schuss delle Tofane e ha così lasciato strada libera al successo della statunitense Lindsey Vonn nella discesa di Cdm di Cortina. Vonn ha vinto in 1'36"48, lasciandosi alle spalle Tina Weirather del Liechtenstein in 1'37"40 e l'altra statunitense Jacqueline Wiles (1'37"46). Per Vonn è il 12/o successo a Cortina, il 79/o in Coppa del mondo. Fuori Goggia - che atterrando sul salto è finita con la schiena sulla neve, scivolando per alcuni metri, ma rialzandosi indenne con un formidabile colpo di reni - per l'Italia la migliore è stata Johanna Schnarf 9/a in 1'38"29. Più indietro, al momento 16/a, c'è Nicol Delago in 1'38"69: poi, Nadia Fanchini in 1'38"80, Federica Brignone in 1'38"81, Verena Stuffer in 1'38"95. Domani per Goggia e compagne ci sarà modo di rifarsi con il SuperG che chiude la tappa di Cortina.

12:55Tennis: Australia, Berdych agli ottavi e sfiderà Fognini

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Sarà Tomas Berdych l'avversario di Fabio Fognini, negli ottavi di finale degli Open d'Australia Il ceco, 19/a testa di serie, ha regolato per 6-3, 6-3, 6-2 l'argentino Juan Martin Del Potro, n. 12 del seeding. Esce a sorpresa il tedesco Alexander Zverev, testa di serie n. 4, battuto dal sudcoreano Hyeon Chung, vincitore a novembre delle Next Gen Atp Finals, che si è imposto in 5 set con il punteggio di 5-7, 7-6 (7-3), 2-6, 6-3, 6-0. Avanza l'austriaco Dominic Thiem, testa di serie n. 5, che ha superato per 6-4, 6-2, 7-5 il francese Adrien Mannarino (n. 26). Altri risultati Sandgren-Marterer 5-7, 6-3, 7-5, 7-6 (7-5); Fucsovics-Kicker 6-3, 6-3, 6-2.

12:53Giappone: Forze di autodifesa pronte a schierare caccia F-35

(ANSA) - TOKYO, 20 GEN - Le Forze di autodifesa in Giappone sono pronte a schierare il primo caccia di quinta generazione F-35s nella base aerea di Misawa, localizzata nella prefettura di Aomori a nord est dell'arcipelago. La prima consegna avrà luogo a fine mese, rende noto il ministero della Difesa, ed è parte di un ordine di 42 aerei multiruolo F-35s, commissionati agli Stati Uniti. Ogni caccia costa 135 milioni di dollari e verrà utilizzato con l'apporto dei missili aria-superficie Jsm di fabbricazione norvegese, trasportati nelle baie interne degli F-35s dotati di una gittata di 500 chilometri. Chi si oppone alla decisione fa notare che la composizione e la disponibilità di tali apparati sono contrari al principio della costituzione pacifista del Giappone, che tramite l'Articolo 9 non riconosce allo stato il diritto di belligeranza. Lo scorso dicembre il governo di Tokyo aveva ratificato il budget per la Difesa 2018 con un record di stanziamenti - 46 miliardi di dollari - e corrispondente al 5% del budget nazionale.

12:48Sci: Cdm, nella libera a Cortina la Goggia fuori

(ANSA) - CORTINA D'AMPEZZO, 20 GEN - Delusione Goggia nella seconda discesa libera di Cdm di sci di Cortina. L'azzurra, vincitrice ieri, è uscita di pista dopo 25 secondi di gara. Scesa con il pettorale numero 3, è volata a 130 km l'ora su un salto dopo uno 'schuss' ed è rimasta in piedi ma ha saltato una porta. Al comando per ora la statunitense Lindsey Vonn, seconda ieri, in 1'36" 48. Al momento la migliore delle azzurre è Johanna Schnarf, nona con 1"81 di ritardo.

12:41Nba: vincono New York e Lakers, bene anche Toronto

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Sette le partite disputate la scorsa notte nel campionato Nba di basket. Vittoria esterna di misura (117-115) per i New York Knicks sugli Utah Jazz. Miglior realizzatore dell'incontro la guardia di New York Tim Hardaway jr, che ha realizzato 31 punti. Vincono anche i Los Angeles Lakers, trascinati da Jordan Clarkson (33 punti), che piegano gli Indiana Pacers 99-86. I Washington Wizards passano sul parquet dei Detroit Pistons per 122-112, grazie ai 26 punti di Bradley Beal e Kelly Oubre. i Memphis Grizzlies non hanno avuto difficoltà a regolare i Sacramento Kings (106-88) mentre i Phoenix Suns hanno vinto in trasferta 108-100 sui Denver Nuggets. Vittorie interne infine per Toronto Raptors (86-83 sui San Antonio Spurs) e Brooklyn Nets (101-95 sui Miami Heat).

Archivio Ultima ora