ONG exigieron que Venezuela respete la libertad de expresión

Pubblicato il 16 marzo 2017 da redazione

 

CARACAS­- Este jueves cerró para Venezuela el segundo ciclo del Examen Periódico Universal (EPU) de Derechos Humanos, del Consejo de Derechos Humanos de la Organización de las Naciones Unidas (ONU). El evento tuvo lugar en Ginebra y en él participaron 47 miembros del Consejo, 11 Organizaciones no gubernamentales (ONG) y la delegación oficial del gobierno del presidente Nicolás Maduro.

En la sesión, Venezuela confirmó cuáles de las 274 recomendaciones recibidas durante su segundo EPU, realizado en noviembre de 2016, fueron aceptadas o anotadas por el país.

La misión gubernamental estuvo encabezada por la ministra de Asuntos Penitenciarios, Iris Varela, quien destacó durante sus intervenciones la “garantías” existentes en el país para la libertad de expresión.

Sin embargo, algunas ONG y países que abordaron el tema de la libertad de expresión durante la sesión de cierre del EPU, solicitaron al  gobierno de Maduro respetar la libertad de expresión.

– Hacemos un nuevo llamado al gobierno de Venezuela para que los medios de comunicación independientes puedan informar, − señaló la representación de Estados Unidos.

Asimismo, Amnistía Internacional, Cívicus y el Servicio Internacional para los Derechos Humanos (IA),  expresaron:

– Muchos Estados hicieron recomendaciones para garantizar la libertad de expresión y garantizar un  ambiente de libertad social. Aunque Venezuela aceptó la mayoría de las recomendaciones sobre libertad de expresión, eventos recientes demuestran que en la práctica continúa siendo un desafío el ejercicio pleno de este derecho.

De igual manera, el defensor de derechos humanos venezolano, Feliciano Reyna, aseguró que en el país “las libertades de asociación, la manifestación pacífica y de expresión están seriamente restringidas”. Argumentó que los “políticos son objeto de estigmatización y persecución”, así como los periodistas, estudiantes y todos lo que se manifiesten en contra del Poder Ejecutivo.

Por su parte, Varela informó que su país decidió rechazar esas recomendaciones porque, según afirmó, están “esgrimidas de manera politizada y sin ningún marco que las sustenten”.

En un documento publicado esta semana por el Gobierno, donde rechazan categóricamente algunas de las recomendaciones hechas en el pasado mes de noviembre, la ministra destacó que 28 fueron recibidas, mientras que 53 rechazadas. Entre estas, las que instaban al Ejecutivo a liberar a los “presos políticos”.

Ultima ora

00:49Incendi California, ancora evacuazioni contea S.Barbara

(ANSA) - SANTA BARBARA, 16 DIC - Brucia senza sosta la California, nella contea di Santa Barbara, dove sono state ordinate nuove evacuazioni nella zona di Montecito. Il forte vento spinge le fiamme verso le case dove risiedono alcuni vip, fra i quali la star della tv Oprah Winfrey. Finora Thomas Fire (questo il nome dato all'incendio) ha distrutto oltre 1.000 edifici e oltre 700 case e, secondo le autorità, potrebbe colpire altre 18.000 strutture. Ieri è costato la vita a un vigile del fuoco, morto soffocato dal fumo.

00:26Calcio: serie A, Roma-Cagliari 1-0

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - La Roma soffre ma batte il Cagliari nell'ultimo anticipo del sabato della 17/a giornata di serie A. Dopo la sconfitta dell'Inter e la vittoria del Napoli, la squadra di Di Francesco affianca la Juve a 38 punti, ma ha ancora una partita da recuperare. Poche emozioni nel primo tempo. La Roma, che schierava per la prima volta titolare la coppia Dzeko-Schick, ha gestito il possesso senza riuscire però a creare eccessivi pericoli per Cragno, mentre il Cagliari, impegnato in un ragionato contenimento, ha cercato qualche timida reazione in contropiede. Nella ripresa, la Var concede un rigore ai giallorossi, ma Cragno para il lento tiro di Perotti. Nel recupero, Fazio in mischia insacca. Altra Var, e l'arbitro convalida la rete. I tre punti ormai insperati consentono alla Roma di affiancare la Juve al terzo posto, a quota 38, ma entrambe devono ancora giocare una partita. Il Napoli è primo con 42.

22:40Calcio: Premier, il City senza freni, 16 vittorie di fila

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Sedicesima vittoria di fila in Premier League per il Manchester City, che ha dato una lezione al Tottenham battendolo 4-1 con un crescendo nel finale che solo la rete nel recupero di Eriksen ha reso meno umiliante. Di Gundogan, De Bruyne e Sterling le reti dei Citizens, con l'inglese autore di una doppietta e ora terzo nella classifica marcatori. Alla 17/a giornata, la squadra di Guardiola vanta 14 punti di vantaggio sui cugini dello United, ospite domani del West Bromwich penultimo in classifica, e sul Chelsea, che ha battuto 1-0 il Southampton grazie ad una punizione di Marcos Alonso allo scadere del primo tempo. Vittoria con lo stesso punteggio minimo anche per l'Arsenal sul Newcastle, firmata dal tedesco Ozil. I Gunners occupano ora il quarto posto, a -19 dalla capolista, avendo sorpassato il sorprendente Burnley, che ha pareggiato 0-0 a Brighton. Negli altri incontro del sabato, il Leicester è stato sconfitto 3-0 in casa dal Crystal Palace

22:37Pirati strada: donna 75 anni travolta e uccisa nel Bolognese

(ANSA) - ZOLA PREDOSA (BOLOGNA), 16 DIC - Una signora di 75 anni è stata travolta e uccisa in via Risorgimento a Zola Predosa, comune della cintura di Bologna, da un'auto il cui conducente è fuggito senza prestare soccorso. Sono intervenuti i carabinieri e il 118, ma per la donna non c'è stato nulla da fare. Il sindaco di Zola Predosa, Stefano Fiorini, ha postato su facebook un "Avviso ai cittadini": alle 16.50, scrive, "è stata investita da un auto una signora in prossimità delle strisce pedonali di via Risorgimento davanti alla Farmacia Legnani. Chiunque abbia informazioni in merito a questo fatto è pregato di segnalarlo alla nostra stazione dei Carabinieri che sta ricostruendo quando avvenuto ricercando l'investitore che è fuggito senza prestare alcun soccorso alla vittima". (ANSA).

22:20Calcio: Totino, Mihajlovic “quando il Napoli gioca così…”

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - "Se il Napoli gioca così è difficile contenerlo. Sono più forti di noi e non c'è nulla da dire. Dopo 30 minuti erano in vantaggio di tre gol ma della mia squadra mi è piaciuta la voglia di lottare". Così l'allenatore del Torino, Sinisa Mihajlovic, dopo la sconfitta all'Olimpico. "Rispetto all'anno scorso, la squadra non ha mollato ha sempre cercato di giocare, abbiamo avuto l'occasione per fare il secondo gol, poteva starci un rigore per noi. Poi loro hanno vinto meritatamente e purtroppo con noi si scatenano sempre: hanno fatto 4 tiri in porta e tre gol". "Per noi adesso è passato un ciclo di gare difficile, ora arriveranno partite più alla nostra portata e vogliamo conquistare più punti possibili, speriamo ora che Belotti non si fermi più.

22:19Calcio: Sarri “il Napoli non era stanco, forse mentalmente”

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - "Non eravamo stanchi, forse eravamo stanchi dal punto di vista mentale perché la stagione è lunghissima. Ho rivisto la gara con la Fiorentina e la ripresa è stata di livello. Lì non abbiamo concretizzato, oggi abbiamo segnato subito e la partita è stata in discesa. I ragazzi sono stati bravi, prendendo in positivo la sconfitta dell'Inter". L'allenatore del Napoli, Maurizio Sarri, commenta soddisfatto il ritorno alla vittoria e al primato in classifica. Ai microfoni di Premium Sport, il tecnico toscano ha parlato anche di Marek Hamsik, diventato miglior marcatore del Napoli come Maradona: "E' un giocatore di un livello straordinario e quando fa alcune gare al di sotto delle sue qualità bisogna aspettarlo perché si ha la certezza che prima o poi farà bene. Ha fatto gol ma erano già alcune partite che era in crescita".

22:17Calcio: Napoli, Hamsik “gol importante, vincere lo è di più”

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - "Fa molto piacere dal punto di vista individuale ma era più importante tornare a vincere dopo tre giornate senza vittoria. Ora siamo di nuovo in cima e questa era la cosa più importante. Finalmente poi è arrivato questo gol e sono contento". Il centrocampista del Napoli Marek Hamsik commenta così la vittoria a Torino e la sua 115/a rete con la maglia azzurra, che gli fa eguagliare il record di Maradona. "Abbiamo sbloccato subito la gara e questo ci ha aiutato a liberare la mente - ha detto ancora ai microfoni di Premium Sport - Poi abbiamo potuto fare il nostro calcio. E' importante aver ritrovato il primato, la sconfitta dell'Inter ci ha dato ancora più forza: avevamo voglia di tornare in testa".

Archivio Ultima ora