Milano-Sanremo: Sagan contro tutti, favorito senza pressione

Pubblicato il 17 marzo 2017 da ansa

Peter Sagan
Ansa/Dario Belingheri

MILANO. – Ha i piedi ben piantati per terra Peter Sagan, ma punta sempre dritto al cielo quando parla di ciclismo. Il suo motto è “nessun uomo può volare se non su un aeroplano” ma, quando si alza sui pedali, nessun traguardo gli è precluso. Il suo palmares, d’altronde, parla per lui. Dopo avere centrato uno storico bis mondiale, il suo nuovo obiettivo è portare quella maglia arcobaleno che indossa con grande orgoglio in trionfo anche su via Roma.

Bella sfida. È infatti dal guizzo di Saronni nel 1983 che un campione iridato in carica non riesce a vincere la Milano-Sanremo e Sagan si augura che questa maledizione non possa raggiungere il quarto di secolo. “Non sento alcuna pressione – ammette il fuoriclasse slovacco, due volte campione del mondo su strada -. Io sono sempre tra i favoriti a vincere e quindi sono abituato. Sono molto felice di essere in un momento di forma così speciale, spero che possa durare a lungo a partire da domani”.

Il percorso è quello classico: dopo la scalata del Turchino, dei tre Capi (Mele, Cervo e Berta), della Cipressa, ecco a 9 chilometri dalla fine l’asperità del Poggio (3,7 chilometri, punte fino all’8%). Qui la corsa entra nel vivo, tra gli attacchi degli outsider (Ulissi, Alaphilippe, Boasson Hagen) e dei finisseur (Kwiatkowski, Van Avermaet, Wellens).

Sagan non svela le proprie carte, ma ammette che qualcosa potrà succedere: “Attaccherò anche io lì? Dipende dal vento. Negli ultimi anni è sempre stato contrario ed è praticamente impossibile arrivare al traguardo in quelle condizioni climatiche”.

Più sicuro forse arrivare in gruppo, con i velocisti fiaccati dalle ultime rampe, e sparare le ultime cartucce in volata. L’antagonista principale di Sagan sarà Fernando Gaviria: il colombiano lo ha già battuto in una tappa della Tirreno-Adriatico e un anno fa i due si eliminarono con una caduta a pochi metri dal traguardo. Un duello che rischia, però, di essere ad armi impari: Gaviria sarà regolarmente al via della Milano-Sanremo numero 108, nonostante una brutta botta al polso destro rimediata durante l’allenamento di ieri, ma ovviamente non potrà essere al meglio.

Ma la lista dei pretendenti alla Classicissima di Primavera è lunga perché, dopo 291 chilometri, l’acido lattico blocca i muscoli: c’è il campione in carica Demare, il vincitore 2015 Degenkolb, Matthews, Kristoff, Cavendish ed Ewan, tutti clienti pericolosi allo sprint.

E gli italiani? L’acuto manca dal 2006 con Pippo Pozzato. Le speranze azzurre si nascondono tra il campione olimpico dell’Omnium, Elia Viviani, e soprattutto nella vena di Sonny Colbrelli, apparso in palla alla Parigi-Nizza. A pochi passi dal Casinò, sarà come un giro di roulette.

(di Luca Guazzoni/ANSA)

Ultima ora

00:04Calcio: Cristiano Ronaldo premiato come miglior giocatore

(ANSA) - ROMA, 23 OTT - Cristiano Ronaldo ha ricevuto il Best Fifa Awards come miglior giocatore della scorsa stagione, nel corso della cerimonia di premiazione svoltasi a Londra. La stella del Real Madrid e della nazionale portoghese, vincitore dell'ultima edizione della Champions League, ha battuto la concorrenza di altri due 'marziani' del calcio come Neymar (da questa stagione al Psg) e Messi (Barcellona). Il premio come miglior allenatore è andato al tecnico del Real Madrid, Zinedine Zidane, che ha superato due tecnici italiani: Massimiliano Allegri ed Antonio Conte, vincitori rispettivamente del campionato italiano con la Juventus e della Premier inglese con il Chelsea.

23:14Calcio: Serie B, Brescia-Bari 2-1

(ANSA) - BRESCIA, 23 OTT - Prima vittoria per il Brescia di Marino ai danni di un Brescia che in trasferta continua a non ingranare. L'anticipo dell'undicesima giornata di Serie B finisce 2-1 con la squadra di casa che passa al 17' con un gol di Caracciolo che infila Micaj con un diagonale in progressione. Il pareggio del Bari al 33' con Galano che batte Minelli di testa sotto misura. All'8' st Brescia di nuovo avanti con un autogol di Capradossi a deviare un innocuo cross di Furlan. Il Brescia sale a 13 punti in classifica, il Bari resta a 16.

22:01Calcio: Tavecchio, Var da valutare in base ai dati

(ANSA) - MILANO, 23 OTT - "Il Var si valuta sulle statistiche, non sulle dichiarazioni dei singoli. Bisogna vedere quanti elementi sono stati giudicati, quanti sono stati ritenuti errori e quanti quindi sono stati ripristinati nella legalità'". Così il presidente della Figc Carlo Tavecchio, a margine della consegna delle 'Stelle al Merito Sociale' al teatro Dal Verme di Milano, commenta le ultime polemiche scatenate dalla video assistenza agli arbitri, con Montella protagonista ("mi gioco la carriera"). "Certamente è un periodo di studio - aggiunge Tavecchio - dovete tenere conto che ci sono dieci campi di calcio e almeno tre arbitri che controllano: in totale sono 30 arbitri che devono avere una preparazione molto particolare e non è semplice. Ma il Var sarà il futuro del controllo del calcio".

21:56Calcio: Best Fifa Awards, Buffon miglior portiere

(ANSA) - LONDRA, 23 OTT - Gianluigi Buffon è stato votato miglior portiere al mondo della passata stagione. Il n.1 della Juventus si è aggiudicato il 'The best Fifa awards', ed è stato preferito a Keylor Navas e Manuel Neuer. "Sono felice e orgoglioso di aver ricevuto questo premio alla mia età - le parole di un Buffon commosso -. Ringrazio il mio club, il mio allenatore, e i miei compagni perché mi hanno aiutato a vincerlo. L'ultima stagione è stata fantastica, ma non abbastanza per vincere in Europa. Vorrei chiudere la carriera con una grande vittoria".

21:52Calcio: Bonucci, squadra è con Montella

(ANSA) - MILANO, 23 OTT - "Nel calcio moderno gli allenatori sono sempre messi in discussione ma la squadra è con Montella: vogliamo uscire da questo momento tutti insieme": così il capitano del Milan, Leonardo Bonucci, schierandosi con l'allenatore. "Ieri anche in dieci si è vista la voglia di rispondere sul campo alle critiche che ci stanno piovendo addosso dopo il grande mercato e le aspettative iniziali - ha detto a Premium Sport -. Dobbiamo rimanere uniti, credere nel lavoro: sono molto fiducioso e positivo per quello che verrà".

21:42Insulti antisemiti: Tavecchio, fatto inqualificabile

(ANSA) - MILANO, 23 OTT - "I volantini antisemiti offendono una comunità e tutto il nostro Paese. E' un atteggiamento inqualificabile". Così il presidente della Figc, Carlo Tavecchio, a margine della consegna delle 'Stelle al Merito Sociale' al teatro Dal Verme di Milano, commenta le scritte antisemite apparse ieri sera allo stadio Olimpico di Roma durante la partita Lazio-Cagliari.

21:10Battisti, ‘se sarò estradato in Italia mi uccideranno’

(ANSA) - BRASILIA, 23 OTT - Nel caso in cui fossi estradato in Italia, "gli agenti penitenziari italiani hanno detto che mi uccideranno": lo ha detto alla stampa brasiliana Cesare Battisti alla vigilia della riunione del Supremo Tribunale brasiliano, ricordando "l'odio alimentato in tutti questi anni da una parte dei media e dalle forze politiche italiane. Quelli che mi vogliono uccidere sono quelli che dovranno avere cura di me in carcere... ho paura della violenza fisica da parte dell'Italia", ha aggiunto l'ex terrorista dei Pac condannato all'ergastolo per quattro omicidi. Battisti ha tuttavia affermato: "Sto aspettando la risposta del Supremo Tribunal Federal, credo sarà positiva. Stiamo parlando della legge, e secondo la legge la mia estradizione è impossibile. Un decreto non può essere derogato dopo cinque anni" dall'approvazione, ha detto alla stampa brasiliana Battisti. Domani è in programma a Brasilia un'udienza dell'Alta corte che esaminerà l'habeas corpus richiesto dai legali di Battisti.

Archivio Ultima ora