Stop referendum, Gentiloni evita spaccare il paese e il Pd

Pubblicato il 17 marzo 2017 da ansa

Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni durante le comunicazioni al Senato in vista del Consiglio europeo del 9 e 10 marzo, Roma, 8 marzo 2017. ANSA/ALESSANDRO DI MEO

ROMA. – Una soluzione radicale per cancellare il referendum che avrebbe “diviso” ancora una volta, a meno di 5 mesi dalla consultazione precedente, in opposte fazioni il paese. Ma la decisione del governo sui voucher, fortemente voluta dal premier Paolo Gentiloni, è anche una mossa politica a vantaggio del Pd: la campagna referendaria si sarebbe sovrapposta prima al congresso dem, dando fiato ai rivali di Matteo Renzi, e poi alla sfida delle amministrative con gli ex democratici, ora in Mdp, pronti ad andare all’attacco del jobs act.

Se in Parlamento i centristi di Ap hanno minacciato ancora ieri di votare contro il decreto che cancella i ticket, oggi in consiglio dei ministri, a quanto si apprende, i ministri di Ncd non hanno alzato barricate. Hanno espresso perplessità su una decisione che ai centristi è apparsa un cedimento alle ragioni della Cgil ma davanti all’impegno del premier di mettersi al lavoro per individuare subito strumenti alternativi per autorizzare il lavoro occasionale, la pattuglia degli alfaniani si è adeguata al decreto.

D’altra parte, osserva un ministro dem, Ap non ha alcun interesse ad alimentare motivi di instabilità per il governo già alle prese con numeri ballerini al Senato dopo la scissione del Pd. La partita si è giocata quindi tutta in casa Pd. Nella doppia chiave della sfida per la leadership del partito e del primo appuntamento elettorale, le amministrative, in cui il Partito Democratico testerà la sua forza dopo la batosta del referendum di dicembre.

“Non potevamo permettere che gli scissionisti di Bersani e D’Alema si rafforzassero con una campagna contro di noi e contro le politiche del lavoro di Renzi”, spiegano al Nazareno. Un test, quello di giugno, cruciale in vista delle prossime elezioni politiche dove il Pd dovrà già guardarsi da M5S.

Ma Matteo Renzi, che rinnega i voucher come riforma del suo governo, “noi li abbiamo già trovati”, non era disposto neppure a offrire assist ai rivali al congresso. Sulla necessità di fare di più contro la precarizzazione del lavoro sia Michele Emiliano sia Andrea Orlando avrebbero dato battaglia ed i renziani non avevano intenzione di giocare sulla difensiva. Anche se, come ha ribadito anche nella riunione del consiglio dei ministri, il Guardasigilli è convinto che ora, dopo l’abolizione dei voucher, sia necessaria subito una proposta che colmi il vuoto normativo e eviti il ricorso al lavoro nero.

“Questo strappo repentino – avrebbe detto Orlando – porta a far sì che quelli che hanno promosso il referendum pensino che, scampato il pericolo, poi li freghiamo e noi dobbiamo evitarlo”.

Se i ticket sul lavoro sono stati messi fuori dal tavolo delle polemiche, un altro tema è destinato ad infiammare le opposte tifoserie dem: le nomine per le aziende partecipate. Francesco Boccia, braccio destro di Michele Emiliano, avverte Renzi a non mettere bocca nelle scelte del governo, critico sulle indiscrezioni che accrediterebbero l’ex presidente Mps Alessandro Profumo alla guida di Leonardo al posto di Mauro Moretti e Matteo Del Fante a Poste Italiane in sostituzione di Francesco Caio.

(di Cristina Ferrulli/ANSA)

Ultima ora

20:37Distrutta a Milano la targa dedicata a Yizhak Rabin

(ANSA) - MILANO, 30 APR - Distrutta a Milano da vandali la targa dedicata a Yithazak Rabin. Lo ha denunciato l'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia, esprimendo "profonda indignazione e ferma condanna per l'odioso oltraggio antisemita". L'episodio si sarebbe verificato la notte scorsa. La targa era stata collocata nei giardini di piazza Tripoli, intitolati lo scorso anno al primo Ministro israeliano, insignito nel 1994 del Premio Nobel per la pace. "Alla Comunità Ebraica di Milano esprimiamo tutta la nostra affettuosa solidarietà e vicinanza" ha detto il presidente dell'Anpi Provinciale di Milano, Roberto Cenati.

20:31Attacco a Parlamento Skopje, 15 incriminati

(ANSA) - SKOPJE, 30 APR - Il ministero dell'Interno della Macedonia ha incriminato 15 persone per l'attacco violento di manifestanti al Parlamento nazionale, avvenuto il 27 aprile dopo l'elezione di un nuovo presidente dell'Assemblea legislativa. Cinque incriminati sono stati già arrestati riferisce l'agenzia macedone Mia. Durante gli scontri, un centinaio di persone erano rimaste ferite: oltre agli assalitori, anche alcuni parlamentari, giornalisti e 25 poliziotti.

20:16Calcio: Novara-Brescia 2-3

(ANSA) - NOVARA, 30 APR - Terza sconfitta consecutiva per il Novara, superato in casa 3-2 dal Brescia che esce così dalla zona Play-out. E' Coly, difensore ospite, l'eroe di giornata, per la sua doppietta e, soprattutto, per il gol del 3-2 un attimo dopo che il Novara si era portato sul 2-2. Nel primo tempo la partita è stata molto equilibrata, con il Brescia avanti con un colpo di testa di Ferrante e il Novara a pareggiare con una identica azione conclusa da Galabinov. Nella ripresa i lombardi hanno accentuato la loro pressione e trovato il gol, sempre di testa, con Coly. Al 33' Chiosa ha riportato di testa il Novara sul 2-2 ma un minuto dopo ecco il definitivo 3-2 di Coly, con un gran destro a giro. All'ultimo istante Adorjan ha avuto la palla del 3-3, ma ha tirato letteralmente in faccia al portiere ospite Minelli.

20:15Auto: il Reventino incorona Scola su Osella

(ANSA) - ROMA, 30 APR - Domenico Scola su Osella FA 30 Zytek, la prototipo monoposto di gruppo E2SS con gomme Avon, con il miglior tempo di 2'51"10 ottenuto in grande rimonta in gara 2, ha vinto la 19/a Cronoscalata del Reventino, la competizione calabrese organizzata da Racing Team Lamezia e Lamezia Motorsport con il patrocinio dell'AC Catanzaro, che sul bagnato ha inaugurato il calendario del Campionato Italiano Velocità Montagna 2017. La pioggia è arrivata sul finire della prima salita di gara e da quel momento ha accompagnato ed allungato tutto lo svolgimento della corsa. Sul podio di una gara imprevedibile sono saliti il sardo di CST Sport Omar Magliona su Norma M20 Fc Zytek, biposto di gruppo E2SC, dotata di gomme Pirelli e Christian Merli, vincitore di gara 2 sulla ufficiale monoposto prototipo Osella FA 30 EVO Fortech equipaggiata con pneumatici Avon, ma sul trentino di Vimotorport ha pesato una penalità di 10 secondi per via di un ritardo allo start di gara 1.

20:06Lasciato agonizzante in auto dopo incidente,arrestato pirata

(ANSA) - MILANO, 30 APR - Un automobilista di 55 anni è stato lasciato agonizzante nella sua auto a Milano dopo essere stato investito frontalmente da un'altra auto, un suv nero, condotta da un automobilista che è poi fuggito a piedi. L'uomo intrappolato nell'auto è poi morto poco dopo essere giunto in ospedale. L'incidente è avvenuto all'alba in viale Monza. L'uomo è rimasto intrappolato a bordo della sua vettura e i vigili del fuoco hanno dovuto lavorare a lungo per estrarlo dall'abitacolo. In serata è stato arrestato un uomo, un italiano, con l'accusa di omicidio stradale.

20:06Calcio: forfait di Miranda, difensore Inter out col Napoli

(ANSA) - MILANO, 30 APR - Joao Miranda dà forfait. Il difensore dell'Inter non sarà a disposizione per la sfida contro il Napoli di stasera per un risentimento muscolare al retto anteriore della gamba destra. L'allenatore dell'Inter, Stefano Pioli, dovrebbe quindi sostituirlo con Murillo, che andrà a formare la coppia di centrali con Medel.

20:02Champions: inglese Atkinson arbitra derby Real-Atletico

(ANSA) - ROMA, 30 APR - Sarà l'inglese Martin Atkinson a dirigere la semifinale di andata di Champions tra Real Madrid e Atletico Madrid, in programma il 2 maggio al Bernabeu. Lo ha stabilito l'Uefa.

Archivio Ultima ora