Unione Europea, sessant’anni e li dimostra tutti

Pubblicato il 18 marzo 2017 da ansa

BRUXELLES. – 60 anni. C’è chi non li dimostra e chi, come l’Unione Europea, mostra tutte le sue rughe e smagliature ed appare sull’orlo del precipizio. Nove mesi fa, il referendum del 23 giugno per la Brexit ha sancito che la costruzione dell’Europa sempre più grande, integrata e tendenzialmente federalista è finita. L’ elezione di Donald Trump ha dimostrato che nulla è eterno, neppure l’amicizia incondizionata degli Stati Uniti. Il sultano turco Erdogan annuncia “guerre di religione in Europa”.

E sabato prossimo a Roma i 27 leader europei restanti celebreranno il 60/o anniversario del primo Trattato europeo con una Dichiarazione che ribadirà la necessaria fiducia nel progetto europeo, pena l’irrilevanza dei singoli paesi nel contesto geopolitico futuro. Ma segnerà anche la nascita di una Ue diversa da quella che finora abbiamo conosciuto.

In una Roma sotto misure di massima protezione, la prossima settimana sono attesi una quarantina tra capi di stato e di governo. Che avranno anche un’udienza privata con Papa Francesco. Tra gli appuntamenti, della vigilia venerdì pure il summit straordinario ‘tripartito’ con le parti sociali europee per lo sviluppo del pilastro dell’Europa sociale, che la Germania ed altri paesi nordici però continuano a vedere foriero di spese comuni sgradite (ad esempio per un altrimenti plausibile ‘Fondo europeo per la disoccupazione’). Tutti i leader europei saranno quindi al Quirinale, ospiti del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Tutte occasioni di approfondimento e riflessione per il rilancio della Ue. In cui la questione delle “diverse velocità” è cruciale, non tanto nelle parole quanto nei fatti visto che la Ue affronta contemporaneamente tre sfide gigantesche: la morsa Usa-Russia che ne vorrebbe il ridimensionamento soprattutto a causa del suo modello di “economia sociale di mercato”, la crisi di migranti e rifugiati da Medio Oriente ed Africa, il terrorismo ed il confronto con l’Islam e la Turchia sul punto di passare dallo status di candidato Ue a suo avversario.

Tre minacce che arrivano nell’anno delle tre sfide elettorali col populismo di destra, amico di Trump e foraggiato dal Cremlino. Dopo l’Austria che ha scelto il presidente Verde ed europeista, l’Olanda ha detto ‘no’ all’islamofobo Wilders, ma ha visto nascere un ‘partito antirazzista’ pro-Islam e pro-immigrati che potrebbe diventare l’opposta fazione del Pvv.

Il premier olandese Mark Rutte, che ha vinto le elezioni grazie anche all’attacco di Erdogan in cui si è saputo mostrare “statista” ed ha smantellato la retorica da social di Wilders, ha definito le elezioni olandesi come i quarti di finale del torneo europeista contro il populismo. Calcisticamente non corretto. Era la semifinale e l’andata della finale si giocherà in Francia tra il 23 aprile del primo turno ed il 7 maggio del ballottaggio. Il ritorno, in Germania a settembre.

Ma per sopravvivere la Ue deve vincere sempre. “L’Ue senza Francia o senza Germania è impossibile, non ha senso” ha detto a ‘La Stampa’ il primo vicepresidente della Commissione Ue, Frans Timmermans, olandese del Labour quasi azzerato mercoledì scorso.

Nella ‘Dichiarazione di Roma’, che lunedì avrà l’imprimatur degli sherpa dei 27, è stato limato il linguaggio per minimizzare la volontà espressa a Versailles da Francia, Germania, Italia e Spagna – ovvero i 4 grandi d’occidente – di andare avanti a “più velocità”. Il ‘wording’ della bozza è stato attenuato affinché sia digeribile anche per la Polonia (che ha beccato 27-1 nello scontro sulla conferma di Donald Tuska a presidente del Consiglio europeo) e per Romania e Bulgaria (che continuano a restare sulla porta chiusa di Schengen). Che temono di precipitare in una Ue di serie B.

Il testo sarà sufficientemente vago da permettere che sia firmato da tutti i 27 leader, all’insegna della “unità” che secondo Tusk è il principale messaggio da dare per ora. Il vero futuro sarà disegnato nel vertice di dicembre, una volta superati tutti gli ostacoli elettorali. Quello che è certo è che per ora i 27 sono davvero d’accordo su un solo punto: il progetto di rilanciare, integrare e sviluppare l’industria europea della difesa. “E’ l’unico che fa gola a tutti e sul quale si sono gettati tutti senza riserve” confida una fonte militare europea all’ANSA.

Poi c’è sufficiente accordo sulla politica esterna dell’immigrazione, sulla difesa del libero commercio. Ma sono profonde le divisioni sulla gestione interna dell’immigrazione, sulla solidarietà mancata dei paesi dell’est, sulla revisione dei principi di bilancio di cui l’Italia è capofila per inchiodare i ‘beneficiari netti’ all’obbligo di solidarietà.

(di Marco Galdi/ANSA)

Ultima ora

13:18Crollo cavalcavia nel Lecchese, inchiesta rischia stop

(ANSA) - LECCO, 23 NOV - L'inchiesta penale sul crollo del ponte di Annone (Lecco) lungo la Superstrada 36 Milano-Lecco, rischia uno stop. La ragione è legata al trasferimento del sostituto procuratore Nicola Preteroti, titolare del fascicolo d'inchiesta, destinato alla Procura di Bergamo e in quella sede atteso per fine mese. Non è servita la richiesta specifica del procuratore capo lecchese, Antonio Chiappani, inoltrata al Ministero della Giustizia. Da Roma è arrivato un no. A questo punto Preteroti dovrà lasciare nel giro di pochi giorni il suo ufficio lecchese, e dovrà farlo senza che il suo sostituto sia ancora arrivato a Lecco. La Procura di Lecco è sotto organico da tempo e il procuratore capo Chiappani potrebbe essere costretto a chiedere il congelamento dei termini dell'inchiesta fino all'arrivo del nuovo magistrato. Il crollo del ponte di Annone avvenne il 28 ottobre dello scorso anno e provocò la morte di un automobilista, Claudio Bertini, il ferimento di altre persone e pesantissimi disagi alla circolazione.

13:08Migranti:’ribelli’ Cona hanno trascorso notte a Malcontenta

(ANSA) - VENEZIA, 23 NOV - Hanno trascorso la notte al primo piano del centro civico di Malcontenta i migranti provenienti dall'ex base di Cona che hanno chiesto di non far rientro nel centro di accoglienza per protesta contro le condizioni della struttura. Al gruppo si sono aggiunti anche gli stranieri che erano stati portati a Jesolo: il gruppo è composto ora da 69 persone. Da un'ora i migranti stanno tenendo un'assemblea al primo piano del centro civico per decidere se accogliere o meno la proposta del prefetto di nominare al loro interno una rappresentanza che porti avanti la trattativa.

13:00Roma:Raggi,ok bilancio 2018-2020,stop era scroccopoli

(ANSA) - ROMA, 23 NOV "Approveremo (in aula, ndr) il bilancio nei tempi per garantire alla struttura centrale e periferica di lavorare in maniera corretta. E' la fine di scroccopoli, quella che abbiamo visto anche con le case (popolari, ndr) occupate. Non aumentano le tariffe. E ci sono investimenti sopratutto per ultimi: 36 milioni in più ai municipi da investire su sociale e 30 milioni in più sulla manutenzione di strade e scuole". Così la sindaca di Roma Virginia Raggi presentando il bilancio di previsione 2018-2020 già passato in giunta.

12:49Cauzione da 5 mln euro per senatore russo fermato a Nizza

(ANSA) - MOSCA, 23 NOV - Il senatore russo Suleiman Kerimov, fermato all'aeroporto di Nizza martedì scorso, è stato incriminato dei reati di riciclaggio ed evasione fiscale. Lo ha confermato alla Tass il procuratore Jean-Michel Pretre. Kerimov dovrà "consegnare il passaporto alla polizia, non potrà lasciare la regione sino a che le indagini non saranno finite, dovrà pagare 5 milioni di euro di cauzione e dovrà interrompere i contatti con una lista di persone che non possiamo rendere pubblica", ha detto Pretre. Mosca ha reagito con forza ricordando alla Francia che Kerimov ha l'immunità diplomatica. Ma il ministero degli Esteri francese ha sottolineato che l'immunità vale solo per la sua capacità ufficiale e che sulla questione si esprimerà il giudice incaricato di seguire il caso.

12:47Etruria: udienza ad Arezzo, tribunale blindato

(ANSA) - AREZZO, 23 NOV - Tribunale di Arezzo blindato per l'udienza preliminare sul crac Etruria: oggi il gup Giampiero Borraccia è chiamato a decidere sull'ammissibilità di 2.500 richieste di costituzione di parte civile. Circa 40 risparmiatori presenti fuori dal Palazzo di giustizia non vengono fatti avvicinare all'area esterna di pertinenza dell'edificio, protetto da un cordone di protezione di polizia e carabinieri, così come i giornalisti, ai quali già nelle precedente udienza del 12 ottobre era stato interdetto l'accesso. "Non siamo delinquenti, siamo sempre stati civili, questo cordone di sicurezza come in un processo per mafia è vergognoso", ha detto uno dei rappresentanti dei risparmiatori che espongono alcuni cartelli contro il decreto salvabanche, senza urlare slogan. Tra i presenti anche Letizia Giorgianni, presidente dell'associazione Vittime salvabanche.

12:43Donna trovata morta in un parco a Milano, è omicidio

(ANSA) - MILANO, 23 NOV - Una donna di 67 anni, Marilena N, è stata trovata morta stamani nel parco di Villa Litta a Milano, nel quartiere Affori, a Milano. La suadra mobile indaga per omicidio. Il primo a dare l'allarme è stato un passante attorno alle 7.20. Quando i paramedici del 118 sono arrivati sul posto era ancora viva ma le manovre di rianimazione non sono servite. La ferita alla gola le è stata fatale. Potrebbe comunque aver fornito ai primi soccorritori elementi utili alle indagini. La donna, che viveva nella stessa zona dove è stata trovata cadavere, indossava dei leggings neri, una minigonna grigia, un cappotto e, pare, una parrucca. Il cadavere si trova a pochi metri da una telecamera del Comune, in un crocevia molto illuminato, e la Polizia ha già acquisito le immagini.

12:37Molestie: Macron verso piano di ‘sicurezza sessuale’

(ANSA) - PARIGI, 23 NOV - Il presidente francese, Emmanuel Macron, presenterà sabato prossimo un piano di "sicurezza sessuale" sull'onda dello scandalo Weinstein. In pratica, spiega BFM-TV, si tratta di un insieme di "misure di prevenzione contro le violenze sulle donne". Il governo di Parigi intende, in particolare, cambiare la società e cambiare "globalmente i comportamenti". (ANSA).

Archivio Ultima ora