Continua la corsa della Juve, Roma e Napoli. La Lazio frena

Pubblicato il 19 marzo 2017 da ansa

Edin Dzeko (c) e Radja Nainggolan (l) dopo il gol del 3-1.
ANSA/ CLAUDIO PERI

ROMA. – C’è tempo per pensare al Barça. La Juve gioca a Marassi col dente avvelenato, sblocca con Cuadrado poi lentamente cede terreno, la Samp sfiora il pari senza raggiungerlo. Allegri (alla fine adirato per il cedimento alla distanza) mette un altro mattoncino per il sesto scudetto, resta a +8 sulla Roma che batte il Sassuolo nel posticipo e a +10 sul Napoli che si impone per la prima volta a Empoli con super Insigne. Ma i partenopei rischiano alla fine di farsi rimontare tre gol dai toscani.

Si ferma a Cagliari invece la Lazio che perde terreno nella corsa Champions patendo la giornata incolore di Immobile, mentre nella volata per l’Europa League torna competitiva l’Atalanta che ha facile gioco di un dimesso Pescara con doppietta di Papu Gomez, agguanta l’Inter e si porta a due punti due punti dalla Lazio. Kalinic all’ultimo respiro porta alla vittoria la Fiorentina a Crotone mentre il Bologna strapazza il Chievo in rimonta con super Dzemaili.

La Juve non conosce distrazioni, entra in campo con devastante concentrazione e mette sotto la Sampdoria nonostante una difesa nuova di zecca. Higuain tira da tutte le posizioni ma il vantaggio lo confeziona subito Cuadrado con un colpo di testa da consumato centravanti.

La Samp è annichilita ma riesce a non subire il raddoppio e nella ripresa alza la testa, crea qualche occasione con un positivo Quagliarella. Giampaolo prova la carta Schick e la Samp si trasforma mettendo in difficoltà i campioni che si salvano con mestiere e con un po’ di affanno.

La Roma rischia di sentire la pressione delle vittorie di bianconeri e azzurri e della eliminazione dall’Europa League ma, dopo aver subito la rete in apertura di Defrel, non si perde d’animo e anzi rimonta il Sassuolo fino al 3-1 finale, con le reti di Paredes, Salah e Dzeko. Un segnale chiaro alle avversarie.

Sarri non ama gli anticipi della domenica ma il Napoli rischia di stravincere per poi temere la rimonta di tre gol. Emozioni a raffica a Empoli dove i partenopei non avevano mai vinto e invece nei primi 45′ danno spettacolo con due rigori (uno sbagliato e uno segnato) e tre gol con Insigne protagonista e Mertens autore del gol n. 20. Poi verso la fine toscani trasformati che mettono pressione agli ospiti sfiorando un clamoroso pareggio. Ma fin quando non si distrae il Napoli è la solita squadra spumeggiante con Insigne mattatore.

La Lazio gioca nella solita maniera autoritaria in trasferta ma il Cagliari non si fa incantare dalle giocate armoniche dei talenti di Inzaghi: i sardi si difendono con calma e al resto pensa Rafael con alcuni interventi decisivi. Stavolta è abulico e impreciso Immobile e i sardi alla fine si fanno intraprendenti per cui il pari non fa una grinza.

L’Atalanta esce dal trauma di San Siro e riprende lena grazie a un Pescara che Zeman non riesce a scuotere. Bergamaschi un po’ imballati all’inizio ma basta il gol di Gomez per dare sicurezza alla squadra di Gasperini che dilaga nella ripresa con Grassi e ancora Gomez e riparte con l’obiettivo Europa League a portata di mano.

Fiorentina sprecona a Crotone fino al 90′: i viola prendono le misure agli avversari che non possono che subire la migliore qualità degli avversari. Ma un palo di Ilicic e le parate di Cordaz su uno sfortunato Kalinic costringono i viola a soffrire fino alla fine. La gara la sbloccano con un assist al bacio di Saponara e un cucchiaio di Kalinic per una vittoria meritata visto che il Crotone non riesce mai a impensierire i toscani.

Dopo quattro ko consecutivi il Bologna si riscatta rimontando il Chievo che era andato in vantaggio con un gol di Castro in mischia. Ma gli emiliani giocano bene, creano occasioni e ribaltano la gara prima con una prodezza di Simone Verdi, una doppietta di Dzemaili migliore in campo e il sigillo di Di Francesco.

Ora la serie A si riprende una settimana di break per le nazionali prima della volata finale che dovrà soprattutto indicare le qualificate a Champions e Europa League.

Ultima ora

11:21Calcio: Juventus rientrata a Boston

(ANSA) - ROMA, 28 LUG - Dopo la vittoria contro il Paris Saint-Germain a Miami, la Juventus ha fatto ritorno nel ritiro di Boston. Ad attendere i bianconeri al Babson College c'era anche Federico Bernardeschi. L'attaccante ex Fiorentina ha effettuato il primo allenamento con i nuovi compagni in vista dell'amichevole di domenica con la Roma, ultima partita della tournée americana.

11:18F.1: motori, accordo tra Ferrari e Sauber

(ANSA) - ROMA, 28 LUG - La scuderia Ferrari ha raggiunto un accordo pluriennale con la Sauber Formula 1. In base a questo, spiega il Cavallino rampante in un comunicato, le power unit prodotte a Maranello saranno utilizzate sulle monoposto della squadra svizzera.

11:12Calcio: Mls, Sigi Schmid nuovo tecnico dei LA Galaxy

(ANSA) - ROMA, 28 LUG - Cambio di allenatore sulla panchina dei Los Angeles Galaxy: Curt Onalfo, infatti, è stato esonerato in seguito ai deludenti risultati conseguiti, non ultima una serie di 5 sconfitte consecutive. Il suo posto è stato assegnato al veterano della Mls Sigi Schmid, 64 anni, tedesco con passaporto Usa, tra il '99 e il 2004 già nella franchigia californiana che nel 2002 condusse anche al suo primo scudetto. Titolo che la scorsa stagione è andato ai Seattle Sounders, squadra allenata proprio da Schmid fino all'estate, quando fu a sua volta esonerato. Onalfo, promosso dai Galaxy B dopo la nomina di Bruce Arena a ct della Nazionale statunitense, lascia la squadra al 9/o posto della Western Conference, con 6 vittorie, 4 pareggi e 10 sconfitte. Dal prossimo campionato di Mls, intanto, la città avrà il suo derby con il debutto del Los Angeles Football Club (Lafc): la nuova franchigia sarà guidata dal 59enne ex ct degli Usa Bob Bradley. Nel gennaio dello scorso anno era stato esonerato dallo Swansea (Premier League).

10:59Migranti: naufragio Egeo, 7 vittime, anche 5 bambini

(ANSAmed) - ISTANBUL, 28 LUG - Almeno 7 persone, 2 donne e 5 bambini, sono morte nel naufragio di un barcone di migranti nel mar Egeo, avvenuto nella tarda serata di ieri. Lo riferisce la guardia costiera turca. Il natante, diretto verso le isole greche, è affondato al largo di Cesme, località costiera nella provincia di Smirne. Secondo le autorità marittime di Ankara, a bordo c'erano 18 persone, 9 delle quali - 4 iracheni, 3 somali e 2 siriani - soccorse in mare. Proseguono inoltre le ricerche di un altro migrante, che risulta disperso. Il presunto scafista avrebbe invece abbandonato il barcone mentre stava affondando ed è ora ricercato. Nelle operazioni di salvataggio sono stati impiegati 3 navi e un elicottero. Dall'accordo Ue-Turchia del marzo 2016, il flusso di migranti e rifugiati verso le isole greche si è ridotto a una media quotidiana di poche decine, facendo diminuire sensibilmente anche il numero degli incidenti in mare

10:51Pakistan: premier rimosso da Corte Suprema

(ANSA) - ROMA, 28 LUG - La corte suprema pachistana ha rimosso dal suo incarico il premier Nawaz Sharif perché accusato di corruzione. Non è la prima volta che un tribunale ha ordinato la rimozione di un premier eletto. Cinque anni fa era successo all'allora primo ministro Yusuf Raza Gilani per un caso di oltraggio alla giustizia. Sharif e i suoi figli sono invece accusati di possedere una serie di compagnie offshore, come è emerso un anno fa dai cosiddetti Panama Papers.

10:42Omicidio a Vieste: indagini, ascoltate 8 persone

(ANSA) - VIESTE, 28 LUG - Otto persone, tra amici, familiari e possibili testimoni, sono state ascoltate dai carabinieri nell'ambito delle indagini sull'omicidio di Omar Trotta, di 31 anni, con precedenti penali, ucciso ieri con colpi di pistola intorno alle 14.00 mentre era all'interno del suo ristorante, 'La bruschetta', nel centro storico di Vieste. E'stata ascoltata anche la moglie della vittima, che era presente con la figlioletta di 7 mesi. ''Ci ha confermato la dinamica. - ha detto un ufficiale dei Cc che segue le indagini - Un solo killer è entrato nel locale, col volto coperto da casco e armato di pistola calibro 9. Ha esploso 5 colpi che hanno raggiunto Trotta all'addome e alla testa, uccidendolo''. Poi è fuggito ed ha raggiunto il complice che lo attendeva su uno scooter. Il killer ha sparato senza preoccuparsi della gente che in quel momento si trovava nel locale. Al tavolo con Trotta e Tommaso Tomaiuolo, di 21 anni, rimasto leggermente ferito, sedeva anche la fidanzata di Tomaiuolo, sfuggita al fuoco del killer.

10:41Causò incendio che distrusse 10mila mq Parco Vesuvio, preso

(ANSA) - NAPOLI, 28 LUG - Identificato e arrestato dai Carabinieri l'autore dell'incendio che ha distrutto 10mila metri quadrati di Parco nazionale del Vesuvio. Sono stati i Carabinieri della Compagnia di Torre del Greco, in sinergia con i Carabinieri Forestali, ad aver eseguito nella notte un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per incendio boschivo emessa dal Gip di Torre Annunziata su richiesta della locale Procura nei confronti di un 24enne del luogo già noto alle forze dell'ordine. L'uomo, identificato grazie a veloci indagini - esame di telecamere e attività di intercettazione - è ritenuto responsabile di aver appiccato, il 14 luglio scorso a Torre del Greco, l'incendio che ha distrutto 10mila metri quadrati di Parco. Il giovane ha utilizzato un semplice accendino, mettendo per altro a repentaglio con quel gesto la sua stessa abitazione, lambita dalle fiamme. Adesso si trova nel carcere di Poggioreale, in attesa del processo.

Archivio Ultima ora