Diktat Grillo, chi non concorda faccia un altro partito

Pubblicato il 20 marzo 2017 da ansa

Beppe Grillo in una foto d’archivio. ANSA/MAURIZIO BRAMBATTI

ROMA. – Nessun passo indietro, nessun pentimento: chi non concorda con le regole del Movimento 5 Stelle può anche farsi un altro partito. E’ un Beppe Grillo deciso e dalle parole categoriche quello che arriva a Roma per una sortita che si preannuncia piuttosto breve e che serve, tuttavia, a ribadire un concetto anche anche a chi, tra i pentastellati, sembra aver mal digerito la scelta presa su Marika Cassimatis: il garante del M5S “sono io, e il metodo è giustissimo”, sottolinea il leader pentastellato.

Poco altro, tuttavia, viene spiegato ai parlamentari: Grillo sceglie infatti di non incontrarli nonostante, proprio questa sera, fosse prevista un’assemblea congiunta sui lavori d’Aula. Il leader M5S arriva a Roma per seguire uno dei temi a lui più cari: l’acqua pubblica. Tema che sarà centrale anche nel programma pentatestellato al quale nel Movimento si lavora ormai alacremente. Come centrale sarà il tema bancario. Non è un caso che l’ex comico, in mattinata al Forum, veda Elio Lannutti, presidente Adusbef e ‘ospite fisso’ del blog ufficiale.

Poche parole, invece, sul caso che funestato l’ultimo weekend pentastellato, l’annullamento della candidatura di Cassimatis. Su di lei, assicurano i vertici del M5S, le segnalazioni ci sono e sono arrivate. E se ha vinto le Comunarie, osservano, è la prova che le votazioni non sono truccate. “Non c’è un problema di metodo”, sottolinea Grillo ai cronisti parlando, forse, anche ai parlamentari più malpancisti:

“Una democrazia senza regole non è una democrazia, noi abbiamo le nostre. Io sono il garante e le faccio rispettare, chi non è d’accordo si faccia un altro partito”, rimarca infatti l’ex comico (che al Forum vede anche Vito Crimi) prima di entrare al convegno M5S dove siede accanto a Luigi Di Maio. Alessandro Di Battista, indicato da diverse ricostruzioni giornalistiche come uno dei più irritati, arriva solo sul finire del convegno per salutare con un abbraccio Grillo. Mostrando così, anche alle telecamere, l’inesistenza di qualsiasi dissidio.

Eppure quello ligure è uno dei casi recenti più spigolosi per il M5S. Un caso che svela gli attriti che serpeggiano tra le fazioni interne del Movimento anche in altri Comuni e che, a Piacenza ad esempio, rischiano di mettere in difficoltà i vertici nazionali.

A Genova si è creata “una situazione imbarazzante” spiega il deputato ligure Matteo Mantero. E nel mirino finisce Alice Salvatore, osteggiata da tempo dai dissidenti liguri e vista, da chi ha ha lasciato il M5S, come ‘capo’ del “cerchio magico” genovano. “Salvatore è una dei responsabili”, sottolinea Mantero. Ma su un punto il M5S è unito: chi esce deve dimettersi.

Anche perché, con l’avvicinarsi delle politiche, le regole del M5S saranno sempre più ferree e le segnalazioni di eventuali ‘tradimenti’ più frequenti. “In molti territori arrembano personaggi strani che vogliono salire sul carro dei vincitori, dobbiamo stare molto attenti a selezionare la nostra classe dirigente”, avverte Di Maio prima di tornare a vedere Grillo al Forum. Il vicepresidente della Camera si sofferma sul vero nodo che, in vista delle Politiche, si affaccia sul M5S: la selezione della squadra per il governo. “Al momento un metodo non è stato individuato”, spiega Di Maio.

(di Michele Esposito/ANSA)

Ultima ora

09:02Iraq: premier, cominciata operazione per riprendere Hawija

(ANSA-AP) - IRBIL, 21 SET - Le forze irachene hanno lanciato un'operazione per riacquistare il controllo della città di Hawija (240 km a nord di Bagdad) in mano all'Isis: lo ha annunciato il primo ministro iracheno Haider al-Abadi. L'operazione e' cominciata oggi all'alba, solo due giorni dopo l'avvio dell'offensiva nella provincia occidentale di Anbar.

09:00Francia: Philippot, vice Le Pen, lascia Front National

(ANSA) - PARIGI, 21 SET - Terremoto nel Front National dopo la doppia sconfitta elettorale: il numero 2, considerato l'ideologo del partito, Florian Philippot, ha annunciato stamane sulla tv France 2, la sua uscita dal FN al culmine di una polemica con la presidente, Marine Le Pen. Ieri sera, la Le Pen aveva annunciato il ritiro delle deleghe nel partito a Philippot, dopo che il suo vice aveva rifiutato a più riprese di lasciare la presidenza del suo movimento, Les Patriotes.

08:54Iran: Tillerson, Trump non ha condiviso sua decisione

(ANSA) - NEW YORK, 21 SET - Donald Trump ha preso la sua decisione se certificare o meno l'accordo su nucleare alla prossima scadenza prevista ma non l'ha condivisa con nessuno "esternamente", neppure con Theresa May che glielo aveva chiesto ieri: lo ha detto il Segretario di Stato americano Rex Tillerson, dopo una riunione dei 5+1 a margine dell'assemblea Onu.

08:48Usa: Ivanka Trump si apre su depressione post parto

(ANSA) - WASHINGTON, 21 SET - Ivanka Trump parla in tv della sua esperienza con la depressione post parto, rivelando di averne sofferto "in qualche forma con ognuno dei miei bambini". La figlia del presidente Usa Donald Trump e sua consigliera alla casa Bianca lo ha detto durante la registrazione di un popolare programma condotto da un noto 'medico televisivo', il 'The Dr. Oz Show', che andra' in onda nei prossimi giorni e di cui sono state diffuse anticipazioni. "E' stato un periodo molto arduo ed emotivo per me", ha spiegato Ivanka, "sentivo come se non potessi essere all'altezza delle mie potenzialita' da genitore, o da imprenditrice o da manager". La figlia del presidente ha quindi ammesso che non aveva in principio intenzione di rivelare tali dettagli ma che si tratta di un tema importante "che riguarda genitori in tutto il paese". Ivanka e' sposata con Jared Kushner, tra i piu' stretti consiglieri del presidente Trump, e la coppia ha tre figli: Arabella di sei anni, Joseph di tre e Theodore di un anno.

08:37Messico: sisma, 115 morti nella capitale, totale 245

(ANSA) - CITTA' DEL MESSICO, 21 SET - Il sindaco di Città del Messico, Miguel Angel Mancera, afferma che un totale di 115 persone sono morte nella capitale dopo il terremoto di magnitudo 7.1 che ha scosso la città e gli stati vicini. Ciò porta il numero di morti a livello nazionale a 245, basandosi sul precedente bilancio del governo federale.

00:28Calcio: harakiri il Real Madrid, 0-1 in casa contro il Betis

(ANSA) - ROMA, 20 SET - Il Real Madrid fa harakiri e perde al 94' in casa contro il Betis Siviglia, in gol con Sanabria, su servizio di Barragan, nel posticipo 5/a giornata della Liga. La sconfitta del Bernabeu fa sprofondare i 'blancos' a -7 dal Barcellona, che in classifica ha fatto percorso netto (cinque partite, cinque vittorie, 15 punti), e a -3 dai 'cugini' dell'Atletico Madrid, oggi vittoriosi nei Paesi Baschi, sull'Athletic Bilbao per 2-0. Malgrado il rientro di Cristiano Ronaldo, dopo la lunga squalifica, che si è vista infliggere per avere messo le mani addosso a un arbitro, non c'è stato nulla da fare per la formazione di Zidane che colleziona la prima sconfitta nella Liga, contro due vittorie e altrettanti pareggi. Il Real Madrid si trova in classifica alle spalle di Barcellona, Atletico e Siviglia, Valencia e Real Sociedad. Domani tre partite. (ANSA).

00:09Calcio: Lazio, Inzaghi “senza infortuni forse non perdevamo”

(ANSA) - ROMA, 20 SET - "Ho dovuto rinunciare a quattro giocatori durante la partita e probabilmente senza queste defezioni non avremmo perso perché, nel primo tempo, eravamo stati molto bravi e avevamo creato molti problemi al Napoli. Poi, purtroppo, abbiamo avuto questa serie di infortuni che penso non sia mai capitata nella storia della Lazio". Così Simone Inzaghi commenta il ko della Lazio contro il Napoli. "Probabilmente sono troppi questi infortuni muscolari, abbiamo giocato molte partite, ho cercato di cambiare, ma gli infortuni ci sono stati lo stesso - aggiunge -. Ora dovremo cercare di fare il possibile per mettere insieme i giocatori per domenica e dobbiamo andare avanti anche se spiace per questa sconfitta, perché probabilmente non sarebbe arrivata".

Archivio Ultima ora