Trattati di Roma: centro sorvegliato, 100 telecamere in più

Pubblicato il 20 marzo 2017 da ansa

Una grafica resa disponibile dalla Questura di Roma che mostra che saranno due le zone di ‘massima sicurezza’ nella Capitale in occasione del 60° Anniversario dei Trattati di Roma, 17 marzo 2017. La “zona blu”, una sorta di “eurozona”, dove graviteranno i leader politici e la “zona verde”, un’area ‘cuscinetto’ con 18 varchi di accesso per i controlli. In campo per garantire la sicurezza anche unita’ cinofile, artificieri e tiratori scelti. ANSA / us Questura di Roma

ROMA. – Cento telecamere in più in città per acquisire preventivamente immagini utili in vista delle manifestazioni e divieto di sorvolo sul centro storico. Sono alcune delle misure previste dal piano di sicurezza messo a punto per sabato, giorno delle celebrazioni per il 60mo Anniversario dei Trattati di Roma. I cento occhi in più sulla Capitale saranno attivi già da giovedì per acquisire preventivamente immagini che saranno a disposizione della polizia scientifica nell’eventualità di scontri e disordini per identificare i responsabili.

Le nuove telecamere, alcune a vista altre nascoste, saranno dislocate sia nelle due zone di massima sicurezza sia lungo i percorsi dei cortei. Super blindato il centro storico della città, dove graviteranno i leader stranieri. Le due aree di massima sicurezza saranno attive già da giovedì.

Le chiusure al transito di auto e pedoni scatteranno a mezzanotte e mezza di sabato per l’area del Campidoglio mentre per l’area del Quirinale dalle 7 dello stesso giorno. Chiusi per motivi di sicurezza anche alcuni monumenti e aree archeologiche come Colosseo, Foro Romano – Palatino e Domus Aurea. Mentre è al vaglio la possibilità di stabilire la chiusura anche delle scuole del centro storico che ricadono nella ‘blue zone’ e nella ‘green zone’. E come in occasione del Giubileo, è previsto anche il divieto di sorvolo sul centro della città.

Occhi puntati sul corteo del pomeriggio, indetto dai movimenti che aderiscono alla piattaforma Eurostop. Una manifestazione a cui si attendono anche antagonisti dall’estero, in particolare da Francia, Germania e Grecia. I manifestanti sfileranno da Porta San Paolo a Bocca della Verità.

Vietati dal questore caschi, copricapo, petardi, annunciati controlli in borse e zaini nell’ottica dell’attività antiterrorismo. I divieti scatteranno fin dall’ingresso in città già nei giorni precedenti al vertice e non si esclude la possibilità di applicare il foglio di via obbligatorio nel caso della sussistenza di eventuali presupposti di pericolosità.

Intanto si è svolta in prefettura una riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza, presieduto dal prefetto Paola Basilone, in cui si sono messi a punto gli ultimi aspetti tecnici per l’evento. All’incontro con i vertici delle forze dell’ordine capitoline hanno partecipato, tra gli altri, il questore Guido Marino e il comandante provinciale dei carabinieri Antonio De Vita.

(di Chiara Acampora/ANSA)

Ultima ora

11:46Salvini, alle elezioni chiederemo voto contro inciucio

(ANSA) - CERNUSCO SUL NAVIGLIO (MILANO), 24 MAG - "Vedo che Renzi e Berlusconi tornano a trovarsi d'accordo, ma pur di far votare gli italiani ci va bene anche quello. La legge elettorale può essere l'anticamera dell'inciucio Pd-FI, quindi chiederemo agli italiani un voto chiaro per evitare questi minestroni". Lo ha detto Matteo Salvini sulla nuova legge elettorale a margine di una appuntamento per le Comunali. Con Berlusconi, ha risposto il leader leghista, "non c'è bisogno di vedersi: stabiliamo la data del voto degli italiani, tutto il resto viene dopo". "Ribadisco quello che dico dal 4 dicembre: dateci una legge elettorale qualsiasi in Parlamento e noi la approviamo". Ma "se si vuole andare a votare in autunno significa che in 15 giorni bisogna votare la legge elettorale, quindi non faremo ostruzionismo, altrimenti si tira a campare", ha concluso.

11:42Sicurezza: Salvini, organizzeremo marcia contro la violenza

(ANSA) - CERNUSCO SUL NAVIGLIO (MILANO), 24 MAG - "Organizzeremo una marcia per la sicurezza, contro la violenza e contro il terrorismo. E lo faremo invitando tutti". Lo ha detto il segretario della Lega, Matteo Salvini, parlando con i giornalisti a margine di un incontro al mercato di Cernusco sul Naviglio (Milano) a sostegno della candidata sindaco Paola Malcangio. Per evitare il rischio terrorismo, secondo Salvini, "non occorrono nuove leggi ma basterebbe far rispettare quelle che ci sono e non sono rispettate". Il segretario della Lega ha ribadito la convinzione che bisogna "controllare tutte le presenze islamiche, regolari e irregolari, verificando chi entra e chi esce", oltre che "blindare i confini" per bloccare le migrazioni.

11:35Trump: “Planet earth first”, messaggio Greenpeace

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - Blitz degli attivisti di Greenpeace, nella tarda serata di ieri nei pressi di San Pietro, alla vigilia dell'incontro tra Papa Francesco e il presidente americano Donald Trump. Alcuni attivisti a bordo di un mezzo sono arrivati su via della Conciliazione, all'altezza di via della Traspontina, e da lì hanno proiettato sulla cupola di San Pietro il messaggio "Planet Earth First". A quanto reso noto dalla Questura, gli agenti della polizia, "tenuto conto della non pericolosità dell'iniziativa, hanno tollerato e tenuto sotto controllo, solo per pochi istanti per poi procedere a loro carico, previa identificazione di tutti i presenti". Complessivamente sono otto gli identificati.

11:18Affiliati autonomi, rampollo clan 15enne li uccide

(ANSA) - NAPOLI, 24 MAG - A soli 15 anni organizza ed esegue l'omicidio di due affiliati del clan 'per dare l'esempio', per punire iniziative che erano state considerate troppo autonome. Un rampollo del clan Amato-Pagano che a Melito di Napoli è stato arrestato dai carabinieri. É lui, hanno accertato i carabinieri, il mandante e autore del duplice omicidio di Alessandro Laperuta e Mohamed Nuvo consumato in un appartamento al 4° piano di Melito il 20 giugno 2016 per "punire" iniziative delle vittime non in linea con la strategia del gruppo camorristico.

11:07Truffe:false esenzioni ticket, 221 denunce in Calabria

(ANSA) - SOVERATO (CATANZARO), 24 MAG - La Guardia di finanza del Comando provinciale di Catanzaro ha denunciato 221 persone che, attraverso la presentazione di false autocertificazioni, hanno indebitamente usufruito di prestazioni sanitarie e acquisto di medicinali a carico del servizio sanitario nazionale. L'attività, svolta dalla tenenza di Soverato, attraverso l'ausilio delle banche dati, è stata attuata con l'acquisizione negli uffici dell'Azienda sanitaria provinciale degli elenchi relativi ai soggetti beneficiari di esenzione ticket. L'incrocio dei dati riportati nelle autocertificazioni con la situazione reddituale di ogni richiedente, ha consentito di individuare indebite esenzioni dal pagamento del ticket sanitario per oltre 50.000 euro. Chi ha illegittimamente fruito dell'esenzione dovrà pagare delle sanzioni amministrative per oltre 150.000 euro, pari al triplo del contributo evaso e restituire il controvalore del beneficio ottenuto.(ANSA).

11:02Calcio: Dunga, Totti? Sempre un passo avanti agli altri

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - "Totti? Uno così capisci che è un fuoriclasse da quando è da bambino, ha fatto una carriera stupenda, ha fatto divertire tanto la gente. Ho avuto la possibilità di giocare una volta con lui, in una partita per la festa della Federcalcio, ho conosciuto un ragazzo stupendo. Domenica l'ho visto giocare alcuni minuti. Agli altri ancora servono 4-5 tocchi, lui legge prima le situazioni, a lui basta un tocco". Lo ha detto a Teleradiostereo Carlos Dunga, campione del mondo 2004 col Brasile e ex ct della Selecao. "Totti vede e legge il gioco meglio degli altri, sta sempre avanti rispetto agli altri, fa con semplicità le cose difficili, cosa impossibile per gli altri, è uno di quei campioni che avrebbe trovato spazio nel Brasile, perché non è il Brasile che fa spazio ai campioni, ma sono i campioni che trovano spazio in squadre così. Purtroppo per noi - prosegue Dunga - un fuoriclasse come Totti ora smette, ma restano le emozioni, e per me rimane una maglia che mi ha regalato e che conservo gelosamente".

11:02Cei: Bassetti è il nuovo presidente

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 24 MAGGIO - Il cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia, è il nuovo presidente della Cei. Lo ha annunciato il cardinale Angelo Bagnasco al termine della messa dell'assemblea generale della Conferenza episcopale italiane. Bassetti era il primo nome nella terna proposta al Papa dai vescovi italiani. Bassetti è nato il 7 aprile 1942 a Popolano di Marradi, in provincia di Firenze ma nella diocesi di Faenza-Modigliana. Il 29 giugno 1966 viene ordinato presbitero. Il 3 luglio 1994 papa Giovanni Paolo II lo elegge vescovo di Massa Marittima-Piombino. Il 21 novembre 1998 viene eletto vescovo di Arezzo-Cortona-Sansepolcro. E' nominato arcivescovo di Perugia-Città della Pieve nel luglio 2009.

Archivio Ultima ora