L’Ambasciatore Mignano con la Collettività di Valencia

Pubblicato il 21 marzo 2017 da redazione

Il saluto del nostro Ambasciatore, Silvio Mignano, alla nostra Collettività di Valencia

VALENCIA – Due giorni, con un’agenda fitta d’impegni. Tanto è durata la visita del nostro Ambasciatore, Silvio Mignano, alla collettività dello Stato Carabobo. Due giorni che hanno permesso al nostro Ambasciatore di conoscere meglio le necessità e le aspirazioni di una delle comunità più apprezzate della provincia; una comunità che ha lasciato una profonda traccia nell’ambito culturale, sociale, economico e politico della regione. Per l’occasione, il capo della nostra missione diplomatica è stato accompagnato dal Console Generale di Caracas, Mauro Lorenzini.

L’inaugurazione della esposizione allestita negli spazi del “Centro Cultural Eladio Alemán Sucre”

Il “Tour de Force” del nostro Ambasciatore è iniziato domenica 20 alle ore 11 negli spazi espositivi del “Centro Cultural Eladio Alemán Sucre” nei quali è stata inaugurata l’esposizione “De Giotto a Caravaggio: El nacimiento del mundo moderno a través de la pintura italiana”; un viaggio per la nostra cultura rinascimentale e barocca attraverso immagini e illustrazioni delle opere dei grandi artisti italiani. L’esposizione è stata organizzata dall’Ambasciata d’Italia con la collaborazione dell’Istituto Italiano di Cultura, Cavenit, Italicos, Fundavag e Oxicar. L’Ambasciatore d’Italia, nell’inaugurare la mostra, ha colto l’occasione per illustrare attraverso le manifestazioni artistiche il lungo cammino che ha portato alla nascita della modernità e al prestigio dell’Italia.

L’incontro con la nostra Collettività

Nel Centro Sociale Italo Venezolano di Valencia, l’incontro della nostra comunità con l’Ambasciatore Mignano e il Console Generale Lorenzini. La serata, organizzata da Cavenit e dalla Federazione dei Giovani Italo-Venezuelani che presiede Antonella Pinto, è stata l’occasione per chiarire dubbi in tema di assistenza consolare, pensioni, rinnovo dei passaporti, omologazione di titoli di studio, solo per nominare alcuni dei temi più algidi. Sono stati toccati anche altri argomenti come la mancanza di medicine e alimenti che colpisce in particolare i connazionali meno giovani e, purtroppo, soprattutto quelli meno abbienti. La diffusione e promozione della lingua italiana non è stato un tema periferico, a dimostrazione di come sta a cuore alla collettività la divulgazione della nostra cultura e delle nostre tradizioni. Certo, sebbene sia vero che la lingua non è un veicolo indispensabile alla diffusione della cultura, lo è anche che aiuta moltissimo. Nel corso dell’incontro non sono mancati inviti alla collettività a partecipare attivamente alla prossima “Feria Internacional del Libro” che organizzerà la “Universidad de Carabobo”, in cui l’Italia sarà uno dei paesi invitati, e alla “Expo VenItalia” che, com’è tradizione, organizzerà Cavenit.

La consegna dei “bottoni” all’Ambasciatore Mignano e al Console Generale Lorenzini

Nel corso della serata le autorità del sodalizio italo-venezuelano hanno consegnato al nostro Ambasciatore e al Console Generale un “bottone” a ricordo della visita. Quindi il brindisi di rito. Erano presenti i membri della Giunta Direttiva del Cisv, ex presidenti del sodalizio, membri del Comites, della Fegiv e del Comm.Ass.Emi, esponenti di tutte le associazioni regionali dello Stato Carabobo e il vice-console onorario di Valencia. Hanno assistito anche il Sindaco di San Diego, Rosa Brandoniscio Scarano; l’ex sindaco dello stesso Comune, Enzo Scarano; e la segretaria della Casa d’Italia di Maracay e membro del Comites di Caracas, Mirna Casinelli.

L’Ambasciatore Mignano e il Console Generale Lorenzini con il Sindaco di San Diego, Rosa Brandoniscio Scarano e il connazionale Enzo Scarano

La conferenza di Mariano Palazzo

Il giorno seguente, nell’auditorium della “Facultad de Ciencias de la Educación” dell’ Università di Carabobo, in scena Dante Allighieri. Mariano Palazzo, presidente dell’Associazione Dante Alighieri del Venezuela e membro del Comites di Caracas, infatti era il conferenziere incaricato di illustrare attraverso brevi pennellate la vita e l’opera del “sommo poeta”. La conferenza, dal titolo “Viaje Onirico al Mundo de Dante”, emozionava i giovani presenti che, alla fine, manifestavano il loro apprezzamento. Il gruppo di Teatro della Facoltà, quindi, sorprendevano con un monologo incentrato nella Divina Commedia.
Naturalmente i nostri rappresentanti diplomatici hanno colto l’occasione per incontrare, in questa “due-giorni” anche personalità del mondo politico, economico e culturale della regione.

Ultima ora

05:31Barcellona: a Cambrils kamikaze con cinture esplosive

BARCELLONA - Indossavano probabilmente cinture esplosive da kamikaze i sospetti terroristi, quattro dei quali uccisi e uno ferito in un'operazione della polizia locale spagnola a Cambrils, localita' turistica a 100 chilometri da Barcellona, sulla costa sud-occidentale. Lo riferisce la tv pubblica spagnola RTVE. La televisione dice che i cinque stavano tentando di portare a termine un attacco simile a quello di Barcellona. Sette persone sono rimaste ferite, due in modo grave.

05:28Venezuela: Costituente sospende immunità marito Ortega Diaz

CARACAS - L'Assemblea Costituente promossa dal presidente Nicolas Maduro ha sospeso l'immunità parlamentare di German Ferrer, deputato chavista e marito dell'ex Procuratrice Luisa Ortega Diaz, su richiesta del Tribunale Supremo di Giustizia. L'alta corte aveva autorizzato ieri l'arresto di Ferrer, in base all'imputazione per corruzione, estorsione, associazione a delinquere e riciclaggio presentata dal successore di Ortega Diaz alla Procura, Tarek William Saab.

05:22Barcellona:polizia,a Cambrils si preparava attentato

BARCELLONA - Secondo la tv pubblica spagnola RTVE sono quattro i presunti terroristi uccisi dalla polizia locale della Catalogna a Cambrils. La polizia sospetta che stessero preparando un attacco nella localita' turistica a circa 100 chilometri da Barcellona. Un quinto presunto terrorista e' rimasto ferito. La polizia ha invitato i cittadini di Cambrils a non uscire di casa.

05:17Barcellona:blitz polizia a Cambrils,uccisi terroristi

ROMA - Quattro o cinque presunti terroristi sono stati uccisi in un'operazione della polizia spagnola in corso a Cambrils, cittadina sulla costa a sud-ovest di Barcellona. La notizia e' riferita dai media spagnoli ed e' riportata, fra l'altro, dall'edizione on line del Guardian. Anche alcuni agenti sono rimasti feriti. Non e' chiaro se l'operazione sia legata alla strage sulla Rambla a Barcellona.

05:13Barcellona: Consiglio Sicurezza Onu condanna attacco

NEW YORK - Il Consiglio di sicurezza dell'Onu ha ''condannato nei termini piu' forti l'attacco terroristico barbaro e vile a Barcellona''. Nella dichiarazione, proposta dall'Italia in accordo con la Spagna, i Quindici hanno ribadito che ''il terrorismo in tutte le sue forme e manifestazioni costituisce una delle piu' gravi minacce alla pace e alla sicurezza internazionali''. Il Cds ha espresso la solidarieta' alla Spagna, sottolineando la ''necessita' di intensificare gli sforzi internazionali per combattere il terrorismo e l'estremismo violento'', un invito rivolto a tutti gli Stati membri.

23:57Calcio: Montella, reso facile gara con mentalità vincente

(ANSA) - MILANO, 17 AGO - ''Missione compiuta? Il 6-0 è certamente un grande risultato, bravi i ragazzi che l'hanno resa facile con approccio e mentalità. Abbiamo avuto qualche pausa iniziale su cui lavoreremo ma sono soddisfatto''. Così Vincenzo Montella commenta la vittoria del Milan per 6-0 con lo Shkendija che ha ipotecato il passaggio del turno alla fase ai gironi di Europa League. ''André Silva - il parere di Montella - può ancora migliorare moltissimo, Montolivo meritava il gol. Peccato per Bonaventura, c'è apprensione visto che è reduce dal brutto infortunio dell'anno scorso''. Montella chiosa sugli obiettivi ("Vogliamo arrivare nelle prime quattro") e sulla trattativa per Kalinic: ''Sul mercato non siamo mai sazi''.

23:08Calcio: Europa League, Milan-Shkendija 6-0

(ANSA) - ROMA, 17 AGO - Il Milan ha battuto 6-0 (3-0) la formazione macedone dello Shkendija nel match di andata dei playoff di Europa League. In gol per i rossoneri Andre' Silva al 13' pt e al 28' st, Montolivo (25' pt e 40' st), Borini al 22' st e Antonelli al 23' st. Per il Milan la qualificazione è in cassaforte.

Archivio Ultima ora