Atalanta: sogni europei più vicini

Gian Piero Gasperini con il giornalista Emilio Buttaro
Gian Piero Gasperini con il giornalista Emilio Buttaro

L’inattesa sconfitta casalinga dell’Inter con la Samp rende più concreti i sogni europei dell’Atalanta. Comunque vada, a otto giornate dal termine la squadra di Gian Piero Gasperini è ufficialmente nella storia. Quinto posto solitario, manita rifilata al Genoa e ben 17 partite vinte in campionato per un’annata da record.

Dalle parti di Bergamo ci credono tutti e a questo punto della stagione fallire l’Europa sarebbe un vero peccato. Domenica scorsa al Marassi il vero vincitore è stato proprio Gasperini, acclamato dai suoi ex tifosi nella città dove ha vissuto stagioni esaltanti.

Ma oltre alla qualità del gioco, apprezzata per tutto il campionato, va evidenziata la grande reazione dei nerazzurri che dopo i 7 gol presi dall’Inter ne hanno saputi fare ben 8 in due gare. E adesso per la società bergamasca l’obiettivo è duplice: centrare il sogno europeo e blindare un tecnico richiestissimo.

“Gasperini sarà il successore di Sarri!”, dicevano in molti a Coverciano lo scorso 27 marzo in occasione della Panchina d’oro, difficile sbagliarsi!

Intanto nella giornata numero 30 del campionato italiano, la Juve a Napoli perde l’opportunità di chiudere i giochi e addirittura rischia la sconfitta. L’esito del San Paolo fa felice solo la Roma che prova a rimanere in corsa scudetto grazie a Dzeko, ormai un fenomeno da studiare.

Continua il cammino da grande per la Lazio, con un Immobile così, credere al terzo posto è più che legittimo. Il pari del Milan a Pescara, condito dall’erroraccio di Donnarumma ha il sapore di una sconfitta mentre la Fiorentina di Sousa va avanti col minimo sforzo e continua a sperare nell’Europa.

Emilio Buttaro