Arrestato minorenne italo-venezuelano durante le proteste a Caracas

Pubblicato il 10 aprile 2017 da redazione

CARACAS – Stando al Foro Penal Venezuelano, l’autorevole Ong che segue le proteste in tutto il Venezuela ed interviene opportunamente in caso di arresti e violazioni dei diritti umani, c’è anche un minorenne italo-venezuelano tra i giovani catturati dalle forze dell’Ordine durante la manifestazione organizzata dal Tavolo dell’Unità Democratica.

Secondo quando pubblicato da Alfredo Romero, esponente di spicco del Foro Penal Venezolano, si tratterebbe di Stefano Ruggiero, di appena 16 anni. Le forze dell’Ordine, non si sa bene se la Polizia Nazionale Bolivariana o la Guardia Nazionale, avrebbero arrestato il giovane nonostante fosse minorenne.

Non sono stati resi noti i dettagli della cattura dell’adolescente né il luogo di reclusione.

La protesta promossa dal Tavolo dell’Unità per esigere al “Defensor del Pueblo”, Villiam Tareck Saab, una posizione chiara sulle recenti polemiche sentenze 155 e 156 dell’Alta Corte, si era svolta pacificamente fino a quando un corteo di manifestanti ha cercato di recarsi alla sede della “Defensoria”.

Il corteo è stato disperso da un lancio di gas lacrimogeno e cariche di alleggerimento della Polizia. Gli scontri tra Polizia e manifestanti sono proseguiti nei quartieri di Las Mercedes e Santa Fe, nel Comune di Baruta, e di La Castellana e Altamira, nel comune di Chacao.

Ultima ora

12:56Secessionisti: tutti e 48 rinviati a giudizio

(ANSA) - BRESCIA, 26 GIU - Tutti i 48 secessionisti lombardo veneti sono stati rinviati a giudizio dal gup di Brescia Alessandra Sabatucci per aver organizzato l'occupazione di Piazza San Marco a Venezia a bordo di un Tanko. Il pm Carlo Nocerino aveva chiesto 34 rinvii a giudizio e 13 assoluzioni. Il processo comincerà il 31 ottobre davanti alla Corte d'Assise di Brescia.

12:49Diritti tv: Tim-Eurosport, esclusiva anche per tennis

(ANSA) - MILANO, 26 GIU - Non solo Olimpiadi, Tim avrà l'esclusiva per la banda larga, ultra larga e mobile anche per tre delle quattro prove del Grande Slam di tennis (Australian Open, Roland Garros, Us Open), i tre grandi giri di ciclismo (Giro d'Italia, Tour de France e Vuelta de Espana). E poi il nuoto e l'atletica con i rispettivi mondiali, l'EuroCup di basket e tutte le discipline invernali. La partnership siglata con Eurosport e Discovery Communications riguarda infatti tutti i principali eventi sportivi italiani e internazionali fino a tutto il 2020. Dal telefonino ma anche dalla tv con il decoder TimVision, che inaugura così la sezione sport. L'accordo, si legge in una nota, permette di accedere dal decoder TimVision ai due canali tematici Eurosport 1 e Eurosport 2 e alla programmazione completa di tutte le dirette degli eventi sportivi proposti da Eurosport Player, gratuitamente per il primo anno.

12:45Aereo turismo precipita tra Piemonte e Valle d’Aosta

(ANSA) - AOSTA, 26 GIU - Un aereo da turismo è precipitato nella zona del Mont Mars, tra Valle d'Aosta e Piemonte. A bordo - secondo quanto comunicato dalla Centrale Unica del soccorso della Valle d'Aosta - c'erano due persone. Sul posto stanno operando elicotteri della protezione civile valdostana e dei vigili del fuoco del Piemonte. (ANSA).

12:45Comunali: Speranza, fine renzismo unica strada per ripartire

(ANSA) - ROMA, 26 GIU - "Siamo dinanzi alla più clamorosa sconfitta degli ultimi anni alle elezioni amministrative per il centrosinistra". Lo scrive su Facebook il coordinatore di Articolo 1 Roberto Speranza. "È inutile - prosegue Speranza - far finta di non vedere. La destra avanza anche perché in sintonia con le paure di questo tempo. Ma sono state le politiche sbagliate dell'ultima stagione a far restare a casa una larga parte degli elettori di sinistra e di centrosinistra, demotivati e spesso umiliati da scelte incomprensibili su lavoro, scuola, ambiente e fisco. Occorre essere chiari e netti: l'unica strada per ripartire è archiviare definitivamente le politiche errate del renzismo e rimettere al centro i nostri valori fondamentali a partire dalla giustizia sociale e dalla lotta contro le diseguaglianze". "Non ci rassegniamo alla vittoria della destra. Tocca a tutti noi ricostruire. A partire dalla manifestazione del primo luglio a Roma", conclude Speranza.

12:33Salvini, ora modello Comunali a livello nazionale

(ANSA) - MILANO, 26 GIU - "Non vedo l'ora di esportare il modello di queste amministrative a livello nazionale": lo ha detto il segretario della Lega, Matteo Salvini. "Abbiamo fatto 30 - ha sostenuto -, facciamo 31. Se dopo decenni ci chiedono di governare Genova, Pistoia o Sesto San Giovanni, vuol dire che possiamo governare anche il Paese. Con idee chiare, senza tentennamenti fra stare o no con Renzi". "Non capisco - ha spiegato - come il segretario del primo partito italiano possa aver festeggiato, il caldo fa brutti scherzi. E non capisco neanche come Gentiloni non sia salito al Quirinale a rassegnare le dimissioni, questa è la terza sfiducia". "Renzi sarà probabilmente il conduttore di 'Chi l'ha visto' l'anno prossimo", ha aggiunto, mentre "con Silvio Berlusconi, "ci vedremo, ci sentiremo, ragioneremo", ma "la leadership è l'ultima delle mie preoccupazioni". "Invitiamo il Pd a portare la legge elettorale subito al Senato, con tre righe che premino le coalizioni, penso che si possa portare a casa in una settimana".

12:28Torino: presidente Ui, spostare il G7 sarebbe un errore

(ANSA) - TORINO, 26 GIU - "È un atteggiamento sbagliato spostare il G7. Torino è e deve essere città dell'accoglienza". Lo ha affermato il presidente degli industriali di Torino Dario Gallina a proposito dell'ipotesi di trovare un'altra sede per gli appuntamenti di fine settembre come proposto da alcuni dopo le tensioni delle ultime settimane nel capoluogo piemontese, dai fatti di piazza San Carlo agli scontri con i centri sociali. "C'è tutto il tempo per assicurare la riuscita dell'evento come è già avvenuto in passato. La polemica politica non deve andare a scapito della collettività", ha detto Gallina aprendo l'assemblea annuale dell'Unione Industriale.(ANSA).

12:16Comunali: sinistra perde Sesto San Giovanni dopo 70 anni

(ANSA) - MILANO, 26 GIU - Per la prima volta dal dopoguerra Sesto San Giovanni, l'ormai definitivamente ex Stalingrado d'Italia, sarà amministrata da un sindaco del centrodestra. Dopo 70 anni, la sinistra perde quindi una delle sue roccaforti nel nord Italia al termine di un ballottaggio senza storia: Roberto Di Stefano ha vinto con il 58,6% contro la sindaca uscente Monica Chittò del Pd che si è fermata al 41,4%, mentre nel 2012 al ballottaggio era stata eletta con il 70%. Appoggiato da Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d'Italia e dalla lista civica Sesto nel Cuore, Di Stefano ha potuto contare sul sostegno di Gianpaolo Caponi, candidato di tre liste civiche vicine al centrodestra arrivato terzo con il 24% al primo turno. Non è bastato a Chittò il sostegno di tutto il centrosinistra, con la presenza in campagna elettorale di big come Giuliano Pisapia o Walter Veltroni: soprattutto il Pd ha subito una dura sconfitta passando da 10 a 4 consiglieri e la bassa affluenza (45.6%) ha punito sopratutto il centrosinistra.

Archivio Ultima ora