Pena di morte: la Corte suprema di Arkansas sospende due esecuzioni

WASHINGTON. – La corte suprema dell’Arkansas ha bloccato le esecuzioni di due condannati a morte che dovevano essere eseguite nelle prossime ore, creando un altro ostacolo al piano statale di infliggere la pena capitale ad otto prigionieri entro la fine di aprile, quando scadono i farmaci letali necessari per l’iniezione.

A beneficiare della decisione sono Don Davis e Bruce Ward, che avevano chiesto la sospensione dell’esecuzione finché la Corte suprema non avesse affrontato la questione dell’accesso a psichiatri indipendenti, negata – secondo la difesa – ai due detenuti. L’udienza per esaminare il caso è stata fissata per il 24 aprile.

Nei giorni scorsi un giudice dell’Arkansas ha emesso un ordine che sospende l’utilizzo di un farmaco usato per le iniezioni letali nelle esecuzioni della pena capitale, dopo che una azienda farmaceutica aveva lamentato che il farmaco in questione non era stato venduto a quello scopo.

Condividi: