Onu ammonisce Maduro: “Dotare di armi i civili aumenta la conflittività nel paese”

Rupert Colville, portavoce dell’Onu per i Diritti Umani.

CARACAS – A reti unificate il presidente della Repubblica, Nicolás Maduro, ha annunciato ieri l’approvazione di un piano per aumentare il numero dei miliziani bolivariani a 500mila. L’ ordine è armarli con fucile e distribuirli su tutto il territorio. Ma la meta è raggiungere il milione di membri armati, organizzati ed addestrati, sostiene il capo dello Stato, per difendere la pace in Venezuela. Secondo il Presidente, il paese è minacciato dai tentativi dell’opposizione di promuovere un intervento straniero.

Ma, il portavoce dell’Onu per i Diritti Umani, Rupert Colville, ha ammonito il governo venezuelano. Un maggior numero di persone armate per strada non contribuisce certo alla pace ma bensì aumenta la tensione e la conflittività nel paese. Colville ha aggiunto che la libertà di manifestare pacificamente è un diritto umano universale e deve essere rispettato. Ha chiesto al governo di condurre indagini imparziali per chiarire gli atti di violenza e le morti registrate nelle ultime manifestazioni