Confindustria, giù il cuneo per la crescita. Per Renzi tabù Iva

Pubblicato il 18 aprile 2017 da ansa

ROMA. – Lo scambio tra aumento dell’Iva e taglio del cuneo fiscale darebbe “un forte stimolo” alla crescita, favorendo le esportazioni e le imprese più dinamiche che lavorano sui mercati esteri, contenendo allo stesso tempo l’inflazione, nonostante il rialzo dell’aliquota sui consumi.

L’analisi economica di Confindustria promuove a pieni voti l’ipotesi non disdegnata nemmeno dal ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, ma si scontra a distanza con la volontà politica di Matteo Renzi che, per l’ennesima volta, nel giorno delle audizioni sul Def, torna ad escludere su tutta la linea la possibilità di un ritocco fiscale dell’imposta, oggi e in futuro.

“L’ultima volta che in Italia è aumentata l’Iva risale al primo ottobre 2013, un altro governo – rimarca l’ex presidente del Consiglio – Noi le tasse non le aumentiamo. E il governo Gentiloni ha scelto la stessa strategia. Anche per il futuro, a giudicare da quello che c’è scritto nel Def. Il Pd non è più il partito delle tasse, abbiamo davvero rottamato Dracula”.

Una vera e propria rivendicazione e allo stesso tempo una promessa a meno di due settimane dalle primarie per la guida dei Dem, su cui Renzi cala un altro asso: il “tesoretto” lasciato all’attuale esecutivo per gli investimenti e per “le tre P: pensioni, periferie e povertà su cui il governo dei mille giorni ha lasciato i fondi”.

La strada per il taglio del cuneo, richiesto a gran voce sia dalle imprese che dai sindacati, si annuncia però in questo modo decisamente stretta, coniando un termine caro al titolare del Tesoro. Soprattutto guardando ai numeri inseriti nel Def.

Stando alle previsioni sul deficit, che mostrano la volontà del governo di attenersi severamente (per ora) alle regole europee, da qui al 2019 si annuncia una stretta di 30 miliardi, calcola il Centro studi della Confindustria. Una “restrizione” potente che potrebbe avere effetti depressivi sul Pil nel 2018 e nel 2019 e quindi rendere “difficile sostenere lo sviluppo del Paese”.

Rilanciare gli investimenti, accrescere la coesione sociale e, appunto, tagliare il cuneo, richiedono addirittura risorse aggiuntive, sottolinea il CsC. Per questo, andrebbero forse valutate le ipotesi di un aumento dell’Iva in grado di finanziare la riduzione del costo del lavoro.

Il governo deve tra l’altro fare i conti anche con le richieste in arrivo da Mdp, che assicura il suo appoggio politico a Gentiloni ma, in un incontro con il premier, chiede un deciso “cambio di passo sulla questione sociale”, a partire dalle politiche contro la povertà, che richiedono lo stanziamento di un miliardo in più. Senza parlare di scambio con l’Iva, il pressing sul cuneo arriva anche dai sindacati.

La Cgil vedrebbe in realtà meglio un calo dell’Irpef, ma di fronte agli impegni vaghi del Def parla di sparizione di ogni ipotesi di equità fiscale. La Cisl invoca un taglio “selettivo” a favore solo delle imprese che allargano la loro base occupazionale, mentre la Uil boccia il documento come privo di coraggio, proprio su crescita e lavoro.

Per gli enti locali la maggiore preoccupazione riguarda invece i tagli, “abnormi” negli ultimi anni, come li definisce l’Upi, e da scongiurare in ogni modo per i prossimi. Le Regioni l’hanno scampata quest’anno con un recente accordo ad hoc, ma per il prossimo, denunciano, si delinea già un buco da 2,7 miliardi tutto da coprire. Per Confedilizia è invece l’assenza di coraggio nella politica fiscale del settore immobiliare che desta maggiori perplessità.

(di Mila Onder/ANSA)

Ultima ora

19:16Calcio: Juve Marotta “Schick e Keita discorsi chiusi”

(ANSA) - TORINO, 22 AGO - "Con l'arrivo di Matuidi, come detto da Allegri, questa rosa ha la possibilità di adeguarsi a tutte le scelte tattiche, Keita e Schick sono due argomenti chiusi". Così il dg bianconero Beppe Marotta. "Restiamo così - ha aggiunto - a meno che non si presentino delle opportunità, ma ora siamo tranquilli. Un difensore? Non vogliamo giocatori normali e per Garay, al momento, non ci sono le condizioni". "Il mercato così lungo è logorante per tutti, gestiamo ogni giorno svariate situazioni - ha proseguito il dirigente bianconero -. Noi siamo tranquilli, ma rimane il fatto che se si presenteranno situazioni invitanti, magari vi dirò cose diverse da quelle di oggi".

19:14Barcellona: arrestato conferma piani attacco più grande

(ANSA) - MADRID, 22 AGO - Mohamed Houli Chemal, 21 anni, uno dei quattro presunti terroristi della cellula di Ripoll detenuti, ha confermato oggi davanti a un giudice a Madrid che i piani iniziali del gruppo prevedevano un attentato più vasto, con esplosivi, a Barcellona. Houli Chemal, rimasto gravemente ferito mercoledì notte nell'esplosione del covo della cellula a Alcanar, è stato il primo dei quattro ad essere interrogato. Secondo i media spagnoli ha risposto a tutte le domande del giudice.

19:12Calcio: Cancelo, voglio vincere titolo con Inter

(ANSA) - MILANO, 22 AGO - "L'Inter rappresenta un passo avanti nella mia carriera, è un club storico e spero di crescere qui contribuendo al progetto. Spero di vincere un titolo quest'anno". Sono le prime parole di Joao Cancelo da giocatore dell'Inter. Il difensore, arrivato dal Valencia, vestirà la maglia numero 7 lasciata libera da Kondogbia ceduto al club spagnolo con uno scambio di prestiti. "Spero di ambientarmi al più presto - dice il portoghese a Inter Channel - e cercheremo di lottare per lo scudetto. Sono un giocatore a cui piace aiutare i compagni e darò tutto per l'Inter. Arrivo con la convinzione di poter far bene e sono pronto per dare il massimo con questa maglia".

19:11Usa: dimezzata immigrazione illegale da Messico in 2017

(ANSA) - WASHINGTON, 22 AGO - Dall'inizio dell'anno a fine luglio gli immigrati clandestini fermati alla frontiera col Messico sono stati 126.472, con un calo del 46% rispetto allo stesso periodo. Lo rende noto una fonte dell'amministrazione Trump, poche ore prima dell'arrivo del presidente in Arizona per un comizio a Phoenix e una visita alla zona di frontiera di Yuma. In aumento inoltre il numero di arresti di clandestini o stranieri che hanno violato il loro status migratorio: +44%, secondo un responsabile del dipartimento della sicurezza interna.

19:10Chelsea Clinton difende Barron Trump, ‘è solo un bambino’

(ANSA) - NEW YORK, 22 AGO - Chelsea Clinton torna a difendere Barron Trump, dopo che il figlio più piccolo del presidente americano Donald Trump e' stato criticato per l'abbigliamento troppo casual mentre rientrava a Washington con i genitori dopo le vacanze. Alcuni media, infatti, hanno attaccato Barron perche' e' sceso dall'Air Force One indossando maglietta e bermuda. "Barron e' solo un bambino di 11 anni, nonostante il padre sia presidente e viva alla Casa Bianca", ha detto l'ex first daughter, prendendo le sue difese. Gia' in passato Chelsea si era schierata a favore del figlio di Trump, scrivendo su Twitter: "È arrivato il momento che i media e tutti gli altri lascino Barron Trump in pace, e gli facciano vivere l'infanzia privata che merita".

19:03Afghanistan: Usa, pronti a colloqui pace

(ANSA) - WASHINGTON, 22 AGO - Bastone e carota. Dopo l'annuncio da parte di Donald Trump di un rafforzamento della presenza militare americana in Afghanistan, il segretario di stato Rex Tillerson rilancia l'offerta di negoziati di pace ai talebani. "Siamo pronti a sostenere colloqui di pace tra il governo afghano e i talebani senza precondizioni", ha dichiarato Tillerson, invitando la comunità internazionale, in particolare i vicini dell'Afghanistan, a fare altrettanto.

18:42Roma, al via piano sicurezza, fioriere in via del Corso

(ANSA) - ROMA, 22 AGO - Rafforzamento dell'area pedonale di via del Corso, nel tratto che va da Piazza del Popolo a Largo Goldoni, con il posizionamento di fioriere e divieto d'accesso al Colle capitolino per ncc e taxi. Queste le principali misure che compongono il piano anti-terrorismo, attuato da Roma Capitale, per garantire sicurezza nei punti strategici della Capitale ad alto flusso turistico.

Archivio Ultima ora