Confindustria, giù il cuneo per la crescita. Per Renzi tabù Iva

Pubblicato il 18 aprile 2017 da ansa

ROMA. – Lo scambio tra aumento dell’Iva e taglio del cuneo fiscale darebbe “un forte stimolo” alla crescita, favorendo le esportazioni e le imprese più dinamiche che lavorano sui mercati esteri, contenendo allo stesso tempo l’inflazione, nonostante il rialzo dell’aliquota sui consumi.

L’analisi economica di Confindustria promuove a pieni voti l’ipotesi non disdegnata nemmeno dal ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, ma si scontra a distanza con la volontà politica di Matteo Renzi che, per l’ennesima volta, nel giorno delle audizioni sul Def, torna ad escludere su tutta la linea la possibilità di un ritocco fiscale dell’imposta, oggi e in futuro.

“L’ultima volta che in Italia è aumentata l’Iva risale al primo ottobre 2013, un altro governo – rimarca l’ex presidente del Consiglio – Noi le tasse non le aumentiamo. E il governo Gentiloni ha scelto la stessa strategia. Anche per il futuro, a giudicare da quello che c’è scritto nel Def. Il Pd non è più il partito delle tasse, abbiamo davvero rottamato Dracula”.

Una vera e propria rivendicazione e allo stesso tempo una promessa a meno di due settimane dalle primarie per la guida dei Dem, su cui Renzi cala un altro asso: il “tesoretto” lasciato all’attuale esecutivo per gli investimenti e per “le tre P: pensioni, periferie e povertà su cui il governo dei mille giorni ha lasciato i fondi”.

La strada per il taglio del cuneo, richiesto a gran voce sia dalle imprese che dai sindacati, si annuncia però in questo modo decisamente stretta, coniando un termine caro al titolare del Tesoro. Soprattutto guardando ai numeri inseriti nel Def.

Stando alle previsioni sul deficit, che mostrano la volontà del governo di attenersi severamente (per ora) alle regole europee, da qui al 2019 si annuncia una stretta di 30 miliardi, calcola il Centro studi della Confindustria. Una “restrizione” potente che potrebbe avere effetti depressivi sul Pil nel 2018 e nel 2019 e quindi rendere “difficile sostenere lo sviluppo del Paese”.

Rilanciare gli investimenti, accrescere la coesione sociale e, appunto, tagliare il cuneo, richiedono addirittura risorse aggiuntive, sottolinea il CsC. Per questo, andrebbero forse valutate le ipotesi di un aumento dell’Iva in grado di finanziare la riduzione del costo del lavoro.

Il governo deve tra l’altro fare i conti anche con le richieste in arrivo da Mdp, che assicura il suo appoggio politico a Gentiloni ma, in un incontro con il premier, chiede un deciso “cambio di passo sulla questione sociale”, a partire dalle politiche contro la povertà, che richiedono lo stanziamento di un miliardo in più. Senza parlare di scambio con l’Iva, il pressing sul cuneo arriva anche dai sindacati.

La Cgil vedrebbe in realtà meglio un calo dell’Irpef, ma di fronte agli impegni vaghi del Def parla di sparizione di ogni ipotesi di equità fiscale. La Cisl invoca un taglio “selettivo” a favore solo delle imprese che allargano la loro base occupazionale, mentre la Uil boccia il documento come privo di coraggio, proprio su crescita e lavoro.

Per gli enti locali la maggiore preoccupazione riguarda invece i tagli, “abnormi” negli ultimi anni, come li definisce l’Upi, e da scongiurare in ogni modo per i prossimi. Le Regioni l’hanno scampata quest’anno con un recente accordo ad hoc, ma per il prossimo, denunciano, si delinea già un buco da 2,7 miliardi tutto da coprire. Per Confedilizia è invece l’assenza di coraggio nella politica fiscale del settore immobiliare che desta maggiori perplessità.

(di Mila Onder/ANSA)

Ultima ora

08:47India: camion carico di operai in una scarpata

(ANSA) - NEW DELHI, 21 OTT - Dieci operai indiani sono morti all'alba di oggi quando l'autocarro su cui viaggiavano insieme ad altri 20 compagni, che sono rimasti feriti, è uscito di strada finendo in una scarpata nello Stato centrale di Maharashtra. Lo riferisce l'agenzia di stampa Pti. La polizia, che ha coordinato i soccorsi, ha reso noto che l'autista ha perso il controllo dei veicolo, in viaggio fra Karad e Solapur, mentre affrontava una difficile curva vicino alla città di Tasgaon del distretto occidentale di Maha.

08:43Usa: G.W. Bush è stato il presidente più distruttivo

(ANSA) - ANAHEIM, 21 OTT - George W. Bush è stato il presidente più "distruttivo" nella storia degli Stati Uniti. Lo ha dichiarato Steve Bannon durante una convention del partito repubblicano in California. L'ex consigliere di Donald Trump ha utilizzato parole durissime contro Bush definendolo "inetto" e "imbranato". E in riferimento al recente attacco sferrato dall'ex presidente contro l'amministrazione Trump Bannon ha attaccato: "Non sa quello che dice ne' dove sta andando, esattamente come quando era presidente".

08:42Agguato in un bar a Catania, grave il titolare

(ANSA) - CATANIA, 21 OTT - Agguato la notte scorsa in un bar della zona alta di viale Mario Rapisardi a Catania dove almeno due uomini hanno fatto irruzione sparando diversi colpi di pistola contro il titolare. Angelo Torrisi, di 47 anni, proprietario dell'omonimo esercizio, che era seduto, è rimasto ferito in più parti del corpo. Soccorso è stato trasportato nell'ospedale Garibaldi dove è ricoverato con la prognosi riservata. Per i medici le sue condizioni sono molto gravi. Nonostante la modalità dell'agguato la squadra mobile della polizia di Stato, che indaga, pur non escludendo alcuna ipotesi, ritiene più probabile che il tentativo di omicidio possa essere maturato nella sfera personale della vittima, che non aveva precedenti penali. Per questo gli investigatori stanno cercando di ricostruire la sua personalità e le sue ultime frequentazioni, sentendo familiari e amici, per risalire a elementi utili alle indagini. La Procura di Catania ha aperto un'inchiesta.

08:38India: camion carico di operai in una scarpata

(ANSA) - NEW DELHI, 21 OTT - Dieci operai indiani sono morti all'alba di oggi quando l'autocarro su cui viaggiavano insieme ad altri 20 compagni, che sono rimasti feriti, è uscito di strada finendo in una scarpata nello Stato centrale di Maharashtra. Lo riferisce l'agenzia di stampa Pti. La polizia, che ha coordinato i soccorsi, ha reso noto che l'autista ha perso il controllo dei veicolo, in viaggio fra Karad e Solapur, mentre affrontava una difficile curva vicino alla città di Tasgaon del distretto occidentale di Maha.

07:39Afghanistan: talebani, sparati tre razzi in centro Kabul

(ANSA) - KABUL,21 OTT - I talebani afghani hanno sparato oggi all'alba tre razzi che si sono schiantati nella 'zona verde' al centro di Kabul. Secondo i primi rilievi i razzi hanno colpito le aree di Wazir Akbar Khan e Shash Darak. Uno di essi ha centrato un muro esterno dell'ambasciata dell'Arabia Saudita, mentre un altro è caduto non lontano dal quartier generale della Nato. L'operazione è stata rivendicata dai talebani che hanno parlato di "molte vittime" in un attacco per cui tuttavia non esiste un bilancio ufficiale. Secondo alcune fonti sono due i razzi atterrati vicino al quartier generale della Nato e della Missione 'Resolute Support', un'area che ospita anche edifici governativi afghani e numerose ambasciate. Il fragore delle esplosioni ha causato allarme e fatto scattare le sirene nei compound della Nato e delle rappresentanze diplomatiche straniere. L'operazione rivendicata dai talebani giunge poche ore dopo la strage compiuta ieri sera, e rivendicata dall'Isis, di decine di persone nella moschea sciita dell'Imam Zaman

05:54Argentina: Maldonado, fratello identifica cadavere

(ANSA) - BUENOS AIRES, 21 OTT - Sergio Maldonado, fratello maggiore di Santiago - il giovane artigiano sparito lo scorso 1 agosto durante la repressione di una protesta degli indigeni mapuche in Patagonia - ha detto oggi che il corpo ritrovato nel fiume Chubut è quello del fratello. "Abbiamo riconosciuto i suoi tatuaggi, siamo convinti che si tratti di Santiago", ha detto, parlando con la stampa davanti all'obitorio giudiziario di Buenos Aires, dove un gruppo di una ventina di esperti ha esaminato il cadavere scoperto martedì scorso a circa 300 metri dal posto dove suo fratello era stato visto per ultima volta.

23:52Calcio: Bari-Cittadella 4-2

(ANSA) - BARI, 20 OTT - Una vittoria che vale il (temporaneo) secondo posto in classifica: il Bari, nel secondo anticipo della decima giornata, davanti agli oltre quindicimila spettatori del San Nicola, ha battuto il Cittadella per 4-2, confermando il buon momento di forma con il terzo risultato utile di fila. La squadra di Fabio Grosso, dopo un avvio da incubo e un gol di svantaggio rimediato al 2' con una incornata di Salvi, è cresciuto arrivando a dilagare nel finale. Il pari dei pugliesi è arrivato al 20' con un colpo di testa di Basha; nella ripresa al 3' il vantaggio di Improta (settima realizzazione stagionale) al termine di una azione elaborata con ben cinque rapidi passaggi prima della conclusione che ha battuto il portiere Alfonso. Poi i veneti hanno avuto una occasionissima con Chiaretti al 9', ma Micai ha compiuto una prodezza. Il terzo centro è firmato da Galano (quinto gol) in contropiede, mentre il poker è siglato sempre Basha (doppietta). Al 37' Pasa ha accorciato le distanze per la squadra di Venturato.

Archivio Ultima ora