Il killer di Facebook si suicida dopo un inseguimento

Pubblicato il 18 aprile 2017 da ansa

Una combo di foto di Steve Stephens, il 37enne afroamericano che a Cleveland (Ohio) ha ucciso a caso un anziano di 74 anni, Robert Goodwin Sr.,e ha poi ha postato su Facebook (poi rimosso) il video dell’omicidio e un secondo video in cui ha confessato di aver compiuto anche altri omicidi. ANSA.

WASHINGTON. – Si è conclusa dopo tre giorni con un inseguimento della polizia e il suicidio del ricercato la gigantesca caccia all’uomo sospettato di aver ucciso a caso un pensionato a Cleveland, Ohio, e di aver postato poi in rete le immagini del brutale delitto, rimaste su Facebook per quasi tre ore. Con un’inevitabile ondata di sdegno e di polemiche sulla violenza nelle reti sociali, tanto da indurre l’ad di Fb Mark Zuckerberg a promettere un nuovo impegno “per prevenire tragedie come queste”.

Steve Stephens, 37 anni, operatore di un centro per bambini disagiati, è stato segnalato vicino ad un incrocio nella contea di Erie, Pennsylvania, da un cittadino che ora incasserà la taglia di 50 mila dollari offerta dalle forze dell’ordine. La polizia lo ha localizzato poco dopo cominciando un inseguimento durato per oltre tre km. Poi, con una manovra da dietro, ha messo la sua auto fuori controllo e a questo punto Stephens ha deciso di spararsi.

Una scelta che impedirà di chiarire il motivo dell’uccisione a freddo del 74enne Robert Goodwin mentre raccoglieva lattine dalla strada per passione. Finora il motivo di questo folle gesto sembrava legato alla rottura con la fidanzata, come suggerisce il video postato su Fb, ma da altri filmati condivisi dallo stesso Stephens è emersa anche la sua disperazione per debiti di gioco.

I famigliari della vittima comunque lo avevano perdonato prima che si togliesse la vita. A loro sono andate le condoglianze anche di Mark Zuckerberg: “Il nostro cuore è con la famiglia e gli amici di Robert Goodwin”, ha detto il fondatore di Facebook.

“Faremo tutto quello che possiamo per prevenire tragedie come queste”, ha aggiunto, riconoscendo che “Facebook ha molto lavoro da fare” e confermando così una conversione a 360 gradi da quando, meno di un anno fa, aveva rifiutato di assumersi la responsabilità dei contenuti postati su quella che definiva solo una ‘tech company’ e non una ‘media company’.

Ieri anche Justin Osofsky, vicepresidente di Fb per le operazioni globali, aveva ammesso la necessità di “fare di più”, ossia elaborare un sistema più rapido e più efficace di segnalazione. Che per ora è affidato agli utenti.

Difficile però controllare 3,3 milioni di post al minuto in una rete con quasi 1,9 miliardi di utenti. E se in alcuni casi è stato possibile bloccare il caricamento di alcune immagini pornografiche e terroristiche (i pixel della pelle nuda vengono riconosciuti automaticamente, come i passamontagna dei miliziani islamisti e le tute arancioni dei prigionieri), per ora non si intravede come fermare suicidi e omicidi, tanto più se trasmessi live.

(di Claudio Salvalaggio/ANSA)

Ultima ora

20:37Distrutta a Milano la targa dedicata a Yizhak Rabin

(ANSA) - MILANO, 30 APR - Distrutta a Milano da vandali la targa dedicata a Yithazak Rabin. Lo ha denunciato l'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia, esprimendo "profonda indignazione e ferma condanna per l'odioso oltraggio antisemita". L'episodio si sarebbe verificato la notte scorsa. La targa era stata collocata nei giardini di piazza Tripoli, intitolati lo scorso anno al primo Ministro israeliano, insignito nel 1994 del Premio Nobel per la pace. "Alla Comunità Ebraica di Milano esprimiamo tutta la nostra affettuosa solidarietà e vicinanza" ha detto il presidente dell'Anpi Provinciale di Milano, Roberto Cenati.

20:31Attacco a Parlamento Skopje, 15 incriminati

(ANSA) - SKOPJE, 30 APR - Il ministero dell'Interno della Macedonia ha incriminato 15 persone per l'attacco violento di manifestanti al Parlamento nazionale, avvenuto il 27 aprile dopo l'elezione di un nuovo presidente dell'Assemblea legislativa. Cinque incriminati sono stati già arrestati riferisce l'agenzia macedone Mia. Durante gli scontri, un centinaio di persone erano rimaste ferite: oltre agli assalitori, anche alcuni parlamentari, giornalisti e 25 poliziotti.

20:16Calcio: Novara-Brescia 2-3

(ANSA) - NOVARA, 30 APR - Terza sconfitta consecutiva per il Novara, superato in casa 3-2 dal Brescia che esce così dalla zona Play-out. E' Coly, difensore ospite, l'eroe di giornata, per la sua doppietta e, soprattutto, per il gol del 3-2 un attimo dopo che il Novara si era portato sul 2-2. Nel primo tempo la partita è stata molto equilibrata, con il Brescia avanti con un colpo di testa di Ferrante e il Novara a pareggiare con una identica azione conclusa da Galabinov. Nella ripresa i lombardi hanno accentuato la loro pressione e trovato il gol, sempre di testa, con Coly. Al 33' Chiosa ha riportato di testa il Novara sul 2-2 ma un minuto dopo ecco il definitivo 3-2 di Coly, con un gran destro a giro. All'ultimo istante Adorjan ha avuto la palla del 3-3, ma ha tirato letteralmente in faccia al portiere ospite Minelli.

20:15Auto: il Reventino incorona Scola su Osella

(ANSA) - ROMA, 30 APR - Domenico Scola su Osella FA 30 Zytek, la prototipo monoposto di gruppo E2SS con gomme Avon, con il miglior tempo di 2'51"10 ottenuto in grande rimonta in gara 2, ha vinto la 19/a Cronoscalata del Reventino, la competizione calabrese organizzata da Racing Team Lamezia e Lamezia Motorsport con il patrocinio dell'AC Catanzaro, che sul bagnato ha inaugurato il calendario del Campionato Italiano Velocità Montagna 2017. La pioggia è arrivata sul finire della prima salita di gara e da quel momento ha accompagnato ed allungato tutto lo svolgimento della corsa. Sul podio di una gara imprevedibile sono saliti il sardo di CST Sport Omar Magliona su Norma M20 Fc Zytek, biposto di gruppo E2SC, dotata di gomme Pirelli e Christian Merli, vincitore di gara 2 sulla ufficiale monoposto prototipo Osella FA 30 EVO Fortech equipaggiata con pneumatici Avon, ma sul trentino di Vimotorport ha pesato una penalità di 10 secondi per via di un ritardo allo start di gara 1.

20:06Lasciato agonizzante in auto dopo incidente,arrestato pirata

(ANSA) - MILANO, 30 APR - Un automobilista di 55 anni è stato lasciato agonizzante nella sua auto a Milano dopo essere stato investito frontalmente da un'altra auto, un suv nero, condotta da un automobilista che è poi fuggito a piedi. L'uomo intrappolato nell'auto è poi morto poco dopo essere giunto in ospedale. L'incidente è avvenuto all'alba in viale Monza. L'uomo è rimasto intrappolato a bordo della sua vettura e i vigili del fuoco hanno dovuto lavorare a lungo per estrarlo dall'abitacolo. In serata è stato arrestato un uomo, un italiano, con l'accusa di omicidio stradale.

20:06Calcio: forfait di Miranda, difensore Inter out col Napoli

(ANSA) - MILANO, 30 APR - Joao Miranda dà forfait. Il difensore dell'Inter non sarà a disposizione per la sfida contro il Napoli di stasera per un risentimento muscolare al retto anteriore della gamba destra. L'allenatore dell'Inter, Stefano Pioli, dovrebbe quindi sostituirlo con Murillo, che andrà a formare la coppia di centrali con Medel.

20:02Champions: inglese Atkinson arbitra derby Real-Atletico

(ANSA) - ROMA, 30 APR - Sarà l'inglese Martin Atkinson a dirigere la semifinale di andata di Champions tra Real Madrid e Atletico Madrid, in programma il 2 maggio al Bernabeu. Lo ha stabilito l'Uefa.

Archivio Ultima ora