Padoan: “No a rialzo dell’Iva, sulle tasse aperti al confronto”

Pubblicato il 19 aprile 2017 da redazione

ROMA. – Niente aumento dell’Iva nel 2018. E quindi, probabilmente, nessuno scambio tra rialzo dell’aliquota e taglio del cuneo fiscale. Davanti alle Commissioni Bilancio di Camera e Senato, il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, assicura il pieno impegno del governo a sterilizzare le clausole di salvaguardia per il prossimo anno, così come previsto nel Def, e puntualizza che il ‘trade-off’ tra Iva e cuneo sul quale sembrava essersi favorevolmente sbilanciato nei giorni scorsi non rappresenta una sua preferenza, ma “una delle tante ipotesi” amplificata nel corso di un’intervista.

Non proprio una marcia indietro, ma comunque una decisa apertura nei confronti dei dem nel dibattito sulle tasse che lo ha portato oggi a incontrare una delegazione del partito stavolta al Senato. In continuità con il governo Renzi, – Padoan ha tenuto a ribadirlo più volte nel corso dell’audizione – l’attuale esecutivo punta a ridurre ancora la pressione fiscale.

Ma perché il taglio delle tasse, che tutti ora invocano sul lavoro, sia credibile e permanente, c’è bisogno di coperture altrettanto credibili e strutturali, ha insistito il titolare del Tesoro. Se passasse in pieno, come sembra emergere fino ad oggi, la linea Renzi, le risorse non potranno arrivare dal rialzo dell’Iva, vero tabù dell’ex premier, ma bisognerà studiare qualche alternativa, su cui Padoan si dice disponibile ad un confronto.

“Che cosa si farà quando si dovrà affrontare la rimozione delle clausole, non sono in grado di dirvelo. – ha ammesso – Non si è ancora parlato, almeno nel governo, di quali misure” saranno adottate. Proprio per questo, l’esecutivo è “aperto ad una discussione ampia ed approfondita sulle scelte che andranno finalizzate in sede di formazione della Legge di Bilancio”.

Il ministro ha quindi confermato la sua linea di delicato equilibrio tra esigenze diverse (politiche quanto finanziarie): interrompere il consolidamento dei conti pubblici sarebbe “rovinoso”, ma allo stesso tempo il calo del deficit dovrà necessariamente essere graduale per non colpire a morte la ripresa incipiente.

L’economia sta infatti dando segnali incoraggianti, per quanto non soddisfacenti, che non possono essere stroncati sul nascere. Il sentiero, ha insistito anche di fronte ai senatori del Pd, è stretto, non ci sono scorciatoie e non esistono soluzioni facili.

Una consapevolezza diffusa anche tra le massime istituzioni del Paese. Bankitalia è la prima ad esprimere qualche perplessità sul niet assoluto all’aumento dell’Iva previsto dalle salvaguardie. Lotta all’evasione fiscale e revisione strutturale della spesa, principali voci che compaiono del Def come alternative alle clausole, sono obiettivi pienamente condivisibili, sottolinea Via Nazionale.

Ma non del tutto sicuri e forse non di portata tale da garantire i quasi 15 miliardi necessari. Per questo, secondo il vicedirettore generale Luigi Signorini, “una riconsiderazione dell’ampio ventaglio delle aliquote Iva non dovrebbe a questo stadio essere esclusa”, così come una revisione delle tax expenditure. Allo stesso modo, anche lo scambio Iva-cuneo è sicuramente “una questione complessa, che merita però di essere discussa e approfondita”.

Le clausole sono materia di incertezza anche per l’Ufficio parlamentare di bilancio che, considerando il peso della correzione per il prossimo anno (lo 0,9% del Pil, circa 15 miliardi), giudica “difficile” riuscire a sterilizzare in toto gli aumenti Iva previsti.

“Tutto il quadro – nota il presidente Giuseppe Pisauro – sconta un’incertezza di base sulla dimensione dell’aggiustamento che sarà necessario”. Il peccato del governo sta nel confidare troppo nella trattativa con l’Ue e quindi nel “rinviare” alla possibilità che a livello europeo intervengano cambiamenti del patto di stabilità in senso più orientato alla crescita e allo sviluppo, tali da ridurre le correzioni richieste all’Italia per i prossimi anni. Non a caso anche la Corte dei Conti, convinta della necessità di una politica rigorosa, tale da assicurare gli obiettivi di taglio del deficit all’1,2% e di risanamento del debito, non sottovaluta la possibilità di un disattivazione “anche parziale” della clausola pur di centrare i target indicati nel Def.

(di Mila Onder e Silvia Gasparetto/ANSA)

Ultima ora

19:16Calcio: Juve Marotta “Schick e Keita discorsi chiusi”

(ANSA) - TORINO, 22 AGO - "Con l'arrivo di Matuidi, come detto da Allegri, questa rosa ha la possibilità di adeguarsi a tutte le scelte tattiche, Keita e Schick sono due argomenti chiusi". Così il dg bianconero Beppe Marotta. "Restiamo così - ha aggiunto - a meno che non si presentino delle opportunità, ma ora siamo tranquilli. Un difensore? Non vogliamo giocatori normali e per Garay, al momento, non ci sono le condizioni". "Il mercato così lungo è logorante per tutti, gestiamo ogni giorno svariate situazioni - ha proseguito il dirigente bianconero -. Noi siamo tranquilli, ma rimane il fatto che se si presenteranno situazioni invitanti, magari vi dirò cose diverse da quelle di oggi".

19:14Barcellona: arrestato conferma piani attacco più grande

(ANSA) - MADRID, 22 AGO - Mohamed Houli Chemal, 21 anni, uno dei quattro presunti terroristi della cellula di Ripoll detenuti, ha confermato oggi davanti a un giudice a Madrid che i piani iniziali del gruppo prevedevano un attentato più vasto, con esplosivi, a Barcellona. Houli Chemal, rimasto gravemente ferito mercoledì notte nell'esplosione del covo della cellula a Alcanar, è stato il primo dei quattro ad essere interrogato. Secondo i media spagnoli ha risposto a tutte le domande del giudice.

19:12Calcio: Cancelo, voglio vincere titolo con Inter

(ANSA) - MILANO, 22 AGO - "L'Inter rappresenta un passo avanti nella mia carriera, è un club storico e spero di crescere qui contribuendo al progetto. Spero di vincere un titolo quest'anno". Sono le prime parole di Joao Cancelo da giocatore dell'Inter. Il difensore, arrivato dal Valencia, vestirà la maglia numero 7 lasciata libera da Kondogbia ceduto al club spagnolo con uno scambio di prestiti. "Spero di ambientarmi al più presto - dice il portoghese a Inter Channel - e cercheremo di lottare per lo scudetto. Sono un giocatore a cui piace aiutare i compagni e darò tutto per l'Inter. Arrivo con la convinzione di poter far bene e sono pronto per dare il massimo con questa maglia".

19:11Usa: dimezzata immigrazione illegale da Messico in 2017

(ANSA) - WASHINGTON, 22 AGO - Dall'inizio dell'anno a fine luglio gli immigrati clandestini fermati alla frontiera col Messico sono stati 126.472, con un calo del 46% rispetto allo stesso periodo. Lo rende noto una fonte dell'amministrazione Trump, poche ore prima dell'arrivo del presidente in Arizona per un comizio a Phoenix e una visita alla zona di frontiera di Yuma. In aumento inoltre il numero di arresti di clandestini o stranieri che hanno violato il loro status migratorio: +44%, secondo un responsabile del dipartimento della sicurezza interna.

19:10Chelsea Clinton difende Barron Trump, ‘è solo un bambino’

(ANSA) - NEW YORK, 22 AGO - Chelsea Clinton torna a difendere Barron Trump, dopo che il figlio più piccolo del presidente americano Donald Trump e' stato criticato per l'abbigliamento troppo casual mentre rientrava a Washington con i genitori dopo le vacanze. Alcuni media, infatti, hanno attaccato Barron perche' e' sceso dall'Air Force One indossando maglietta e bermuda. "Barron e' solo un bambino di 11 anni, nonostante il padre sia presidente e viva alla Casa Bianca", ha detto l'ex first daughter, prendendo le sue difese. Gia' in passato Chelsea si era schierata a favore del figlio di Trump, scrivendo su Twitter: "È arrivato il momento che i media e tutti gli altri lascino Barron Trump in pace, e gli facciano vivere l'infanzia privata che merita".

19:03Afghanistan: Usa, pronti a colloqui pace

(ANSA) - WASHINGTON, 22 AGO - Bastone e carota. Dopo l'annuncio da parte di Donald Trump di un rafforzamento della presenza militare americana in Afghanistan, il segretario di stato Rex Tillerson rilancia l'offerta di negoziati di pace ai talebani. "Siamo pronti a sostenere colloqui di pace tra il governo afghano e i talebani senza precondizioni", ha dichiarato Tillerson, invitando la comunità internazionale, in particolare i vicini dell'Afghanistan, a fare altrettanto.

18:42Roma, al via piano sicurezza, fioriere in via del Corso

(ANSA) - ROMA, 22 AGO - Rafforzamento dell'area pedonale di via del Corso, nel tratto che va da Piazza del Popolo a Largo Goldoni, con il posizionamento di fioriere e divieto d'accesso al Colle capitolino per ncc e taxi. Queste le principali misure che compongono il piano anti-terrorismo, attuato da Roma Capitale, per garantire sicurezza nei punti strategici della Capitale ad alto flusso turistico.

Archivio Ultima ora