Calcio: Cairo, Belotti al Torino almeno ancora un anno

Pubblicato il 20 aprile 2017 da ansa

(ANSA) – MILANO, 20 APR – Andrea Belotti, “per quanto mi riguarda, dovrebbe rimanere almeno ancora un anno al Torino, per fare un grande campionato prossimo e andare ai Mondiali con un grande campionato alle spalle”. Lo ha spiegato il patron del Torino, Urbano Cairo, a margine della presentazione della tappa milanese del Giro d’Italia, parlando del futuro dell’attaccante. “Belotti, l’ho già detto tantissime volte, ha una clausola a 100 milioni. Ma, se non arriva nessuno a portare i valori della clausola – ha aggiunto – e lui, anche se qualcuno arriva, non è d’accordo ad andare via, me lo tengo volentieri”. Per quanto riguarda invece il futuro del portiere dei granata, Joe Hart, Cairo ha ribadito che “è un bravo portiere, ma è di proprietà del Manchester City quindi si tratterà di vedere se si troverà un accordo. È una questione che andrà sviluppata nei prossimi mesi”.

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

17:43Papa crea terza sezione Segreteria Stato

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 21 NOV - Papa Francesco ha costituito la Terza Sezione della Segreteria di Stato, denominata Sezione per il Personale di ruolo diplomatico della Santa Sede, rafforzando l'attuale ufficio del Delegato per le Rappresentanze Pontificie. La Sezione, che dipenderà dal Segretario di Stato, card. Pietro Parolin, sarà presieduta dal delegato per le Rappresentanze Pontificie, mons. Jan Romeo Pawlowski. "Avrà la finalità di dimostrare l'attenzione e la vicinanza del Santo Padre e dei Superiori della Segreteria di Stato al Personale di ruolo diplomatico - spiega la Segreteria di Stato -. A questo scopo il Delegato per le Rappresentanze Pontificie potrà prevedere di rendere visita alle sedi delle Rappresentanze Pontificie con regolarità". La Terza Sezione si occuperà solo delle questioni attinenti alle persone che lavorano nel servizio diplomatico della Santa Sede o che vi si preparano, come la selezione, la formazione iniziale e permanente, le condizioni di vita e di servizio, gli avanzamenti, i permessi.

17:43Clima: Gentiloni, servono obiettivi ambiziosi,è sfida enorme

(ANSA) - ROMA, 21 NOV - Nella lotta al cambiamento climatico "gli obiettivi devono essere ambiziosi: può darsi che l'accordo di Parigi non sia abbastanza ambizioso e magari si deve fare si più. È una sfida enorme per la nostra specie, per la nostra generazione". Lo dice il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, alla firma per il memorandum Eni-Fca per il progetto 'Insieme per un futuro low carbon'. "Dobbiamo darci, come Europa e singoli Paesi europei, obiettivi per l'uscita dal carbone e dalla dipendenza dai fossili, ma anche una metodologia che sia capace di usare tutta la tastiera dell'innovazione", sottolinea.

17:36Maria Sharapova implicata in scandalo immobiliare in India

(ANSA) - NEW DELHI, 21 NOV - La tennista russa Maria Sharapova, tornata quest'anno all'attività agonistica dopo una squalifica di 15 mesi per assunzione di una sostanza proibita, rischia di avere importanti guai giudiziari in India se sarà provato il suo coinvolgimento in un progetto immobiliare da lei promosso nel 2012, ma mai portato a termine dalla società Homestead Infrastructure Development. L'esistenza di una denuncia nei confronti della Sharapova è stata confermata all'ANSA dall'avvocato Piyush Singh, rappresentante di un acquirente che ha versato al costruttore 4,3 milioni di rupie (oltre 56.000 euro) per un appartamento in un grattacielo a Gurugram (sud di Delhi), denominato 'Ballett by Sharapova', che doveva essere consegnato lo scorso anno, ma che non esiste. "La Shaparova - ha detto l'avvocato - non ha solo svolto le funzioni di testimonial del progetto, ma ha garantito la costruzione lì di una 'Accademia di tennis'. Se l'accusa sarà riconosciuta, per la Sharapova è prevista una pena massima di 7 anni di carcere.

17:33Tap: striscione M5S nell’aula del Consiglio della Puglia

(ANSA) - BARI, 21 NOV - "Melendugno libera - Lo Stato difenda i cittadini". E' il testo dello striscione che il Movimento 5 Stelle ha esposto oggi nell'Aula del Consiglio regionale della Puglia per "denunciare quanto sta accadendo nel comune salentino dove centinaia di uomini delle forze dell'ordine - sostengono i cinquestelle - hanno letteralmente militarizzato la zona e in alcuni casi bloccato la circolazione per permettere lo svolgimento dei lavori nel cantiere del gasdotto Tap". Il gruppo consiliare M5S ha così voluto chiedere "un impegno serio e forte da parte del Consiglio e del Governo regionale". In Aula è intervenuto il consigliere Antonio Trevisi sottolineando la "preoccupazione per la situazione che sta vivendo il Paese con un pezzo del Salento militarizzato e dove oggi lo Stato sta difendendo gli interessi di una multinazionale straniera e a scapito degli interessi dei cittadini. Chiediamo pertanto che il Consiglio regionale intervenga con tutti gli atti necessari, con delle azioni forti".

17:30Migranti: vietò protesta Lega, assolto sindaco Temù

(ANSA) - BRESCIA, 21 NOV - E' stato assolto il sindaco di Temù, nel bresciano, che due anni fa impedì, con un'ordinanza, una manifestazione contro l'arrivo di profughi in paese. Roberto Menici è stato assolto dal tribunale di Brescia "perché il fatto non costituisce reato" dall'accusa di abuso d'ufficio. Nell'agosto 2015 era stato denunciato dal deputato della Lega Nord Davide Caparini perché aveva vietato al Carroccio attraverso un'ordinanza di organizzare una manifestazione contro l'arrivo di profughi. "È impensabile - ha commentato Caparini uscendo dal tribunale dove si era costituito parte civile - che un sindaco vieti di manifestare nel suo paese".

17:24Brexit: Davis avverte, ‘no deal’ è ancora possibile

(ANSA) - LONDRA, 21 NOV - Il non raggiungimento di un accordo sulla Brexit tra Regno Unito e Ue, il cosiddetto 'no deal', è "ancora possibile". E' l'avvertimento lanciato oggi dal ministro britannico per la Brexit, David Davis, che pur restando fiducioso sull'intesa con Bruxelles ribadisce la determinazione di Londra a lasciare il blocco dei 28. "Il dicastero che io guido - ha sottolineato in tono polemico - non si chiama dipartimento per ottenere un accordo qualsiasi cosa succeda, bensì dipartimento per l'uscita dall'Ue". Davis resta quindi cauto nonostante le aperture del suo governo rispetto al conto del divorzio, con la premier Theresa May disposta ad offrire 40 miliardi di euro per approdare alla fase 2 dei negoziati, quella sugli accordi commerciali.

17:18Roma: lascia direttore generale dell’Ama Stefano Bina

(ANSA) - ROMA, 21 NOV - Il direttore generale dell'Ama Stefano Bina si è dimesso e il Cda ha preso atto delle sue dimissioni. E' quanto si apprende da fonti della municipalizzata dei rifiuti di Roma. L'incarico verrà ricoperto ad interim dal presidente e amministratore delegato, Lorenzo Bagnacani. Non c'è pace per l'azienda dei rifiuti romana Ama. Prima di lui altri manager hanno lasciato l'azienda. Alessandro Solidoro, amministratore unico, si dimise nel settembre del 2016 lo stesso giorno che la giunta Raggi perse l'assessore al bilancio Marcello Minenna. Solidoro aveva preso il posto di Daniele Fortini, amministratore delegato di Ama, che ebbe un duro scontro con l'allora assessore all'ambiente Paola Muraro, dimessasi anche lei per guai giudiziari. Nel maggio 2017 invece Antonella Giglio, amministratore unico che prese il posto di Solidoro fu licenziata ed estromessa dal cda.

Archivio Ultima ora