Inter, Pioli: “Dopo il derby sento l’appoggio del club”

Pubblicato il 20 aprile 2017 da ansa

Antonio Candreva saluta Stefano Pioli dopo il gol contro il Milan. (ANSA/AP Photo/Luca Bruno)

APPIANO GENTILE (COMO). – “Dimenticare un derby amaro” e “tornare subito a vincere”. Ma anche “tornare subito a vincere per dimenticare un derby amaro”. Da qualunque parte la si voglia leggere, la citazione-cardine della conferenza stampa di Stefano Pioli, a 48 ore dalla partita di Firenze, rimarca in maniera spietata come solo i tre punti con la Fiorentina possano rilanciare le quotazioni dell’Inter nella volata all’Europa e riaccendere la speranza di un’eventuale conferma sulla panchina nerazzurra nella prossima stagione.

Il pareggio-beffa nella prima stracittadina cinese ha assestato un bel colpo alle ambizioni di Pioli: Suning riflette da tempo sul futuro del tecnico, cerca un allenatore dal profilo internazionale e senza paura di vincere. I cambi timorosi nel derby (fuori Joao Mario, dentro Murillo) e il calo vertiginoso avvenuto nell’ultimo mese (due punti in quattro partite, sconfitte con Sampdoria e Crotone) sono sotto gli occhi di tutti ma Pioli, con calma e senza mai alzare la voce, trasmette una tranquillità apparente:

“Mi ritengo un allenatore fortunato. Dalla società ho grande sostegno e grande supporto anche in questo momento delicato. A fine campionato i nostri risultati parleranno per noi e si faranno bilanci e valutazioni. Abbiamo sei partite per dare certe risposte”.

Pioli sotto esame, ma con lui parte della rosa. Perché per tornare ad alzare trofei non si possono commettere errori banali ad ogni partita. Errori che Pioli imputa alla scarsa concentrazione e ad un livello di attenzione troppo altalenante:

“Nelle ultime partite ci è mancata la capacità di stare dentro al match per tutti i 95′. Errori pagati a caro prezzo, non abbiamo vinto gare che avremmo meritato di vincere. Anche nel derby abbiamo faticato nella gestione della palla, subendo gol dopo aver perso palloni banali. E poi ci sono le palle inattive, i gol del Milan arrivano così”.

Ma il tecnico non si dà per vinto, alza la testa e carica: l’obiettivo è “migliorare la posizione in classifica” per “dimostrare che l’Inter è meglio di quella recente”.

“Sono fiducioso per la voglia che vedo di uscire da questo momento – aggiunge Pioli – e terminare la stagione con una classifica diversa da quella attuale. Chiaro che è stata una lunga rincorsa, ma sono certo che valiamo più di quanto dicano gli ultimi risultati. Il nostro calendario è più duro delle nostre avversarie? Abbiamo solo 5 punti di distanza dalla quarta in classifica e c’è ancora lo scontro diretto con la Lazio”.

Insomma, Pioli non si sente destinato all’addio anche se le voci di un interessamento proprio della Fiorentina per il dopo Sousa spifferano forti: “Se direi di sì alla chiamata della Fiorentina? Sarà una gara difficile, qui tutte le big hanno fatto fatica. Da calciatore sono stato sei anni in viola, tra bei ricordi e la delusione della retrocessione”.

Passato nostalgico, presente tribolato e futuro incerto: i tre tempi di Pioli.

Ultima ora

20:37Distrutta a Milano la targa dedicata a Yizhak Rabin

(ANSA) - MILANO, 30 APR - Distrutta a Milano da vandali la targa dedicata a Yithazak Rabin. Lo ha denunciato l'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia, esprimendo "profonda indignazione e ferma condanna per l'odioso oltraggio antisemita". L'episodio si sarebbe verificato la notte scorsa. La targa era stata collocata nei giardini di piazza Tripoli, intitolati lo scorso anno al primo Ministro israeliano, insignito nel 1994 del Premio Nobel per la pace. "Alla Comunità Ebraica di Milano esprimiamo tutta la nostra affettuosa solidarietà e vicinanza" ha detto il presidente dell'Anpi Provinciale di Milano, Roberto Cenati.

20:31Attacco a Parlamento Skopje, 15 incriminati

(ANSA) - SKOPJE, 30 APR - Il ministero dell'Interno della Macedonia ha incriminato 15 persone per l'attacco violento di manifestanti al Parlamento nazionale, avvenuto il 27 aprile dopo l'elezione di un nuovo presidente dell'Assemblea legislativa. Cinque incriminati sono stati già arrestati riferisce l'agenzia macedone Mia. Durante gli scontri, un centinaio di persone erano rimaste ferite: oltre agli assalitori, anche alcuni parlamentari, giornalisti e 25 poliziotti.

20:16Calcio: Novara-Brescia 2-3

(ANSA) - NOVARA, 30 APR - Terza sconfitta consecutiva per il Novara, superato in casa 3-2 dal Brescia che esce così dalla zona Play-out. E' Coly, difensore ospite, l'eroe di giornata, per la sua doppietta e, soprattutto, per il gol del 3-2 un attimo dopo che il Novara si era portato sul 2-2. Nel primo tempo la partita è stata molto equilibrata, con il Brescia avanti con un colpo di testa di Ferrante e il Novara a pareggiare con una identica azione conclusa da Galabinov. Nella ripresa i lombardi hanno accentuato la loro pressione e trovato il gol, sempre di testa, con Coly. Al 33' Chiosa ha riportato di testa il Novara sul 2-2 ma un minuto dopo ecco il definitivo 3-2 di Coly, con un gran destro a giro. All'ultimo istante Adorjan ha avuto la palla del 3-3, ma ha tirato letteralmente in faccia al portiere ospite Minelli.

20:15Auto: il Reventino incorona Scola su Osella

(ANSA) - ROMA, 30 APR - Domenico Scola su Osella FA 30 Zytek, la prototipo monoposto di gruppo E2SS con gomme Avon, con il miglior tempo di 2'51"10 ottenuto in grande rimonta in gara 2, ha vinto la 19/a Cronoscalata del Reventino, la competizione calabrese organizzata da Racing Team Lamezia e Lamezia Motorsport con il patrocinio dell'AC Catanzaro, che sul bagnato ha inaugurato il calendario del Campionato Italiano Velocità Montagna 2017. La pioggia è arrivata sul finire della prima salita di gara e da quel momento ha accompagnato ed allungato tutto lo svolgimento della corsa. Sul podio di una gara imprevedibile sono saliti il sardo di CST Sport Omar Magliona su Norma M20 Fc Zytek, biposto di gruppo E2SC, dotata di gomme Pirelli e Christian Merli, vincitore di gara 2 sulla ufficiale monoposto prototipo Osella FA 30 EVO Fortech equipaggiata con pneumatici Avon, ma sul trentino di Vimotorport ha pesato una penalità di 10 secondi per via di un ritardo allo start di gara 1.

20:06Lasciato agonizzante in auto dopo incidente,arrestato pirata

(ANSA) - MILANO, 30 APR - Un automobilista di 55 anni è stato lasciato agonizzante nella sua auto a Milano dopo essere stato investito frontalmente da un'altra auto, un suv nero, condotta da un automobilista che è poi fuggito a piedi. L'uomo intrappolato nell'auto è poi morto poco dopo essere giunto in ospedale. L'incidente è avvenuto all'alba in viale Monza. L'uomo è rimasto intrappolato a bordo della sua vettura e i vigili del fuoco hanno dovuto lavorare a lungo per estrarlo dall'abitacolo. In serata è stato arrestato un uomo, un italiano, con l'accusa di omicidio stradale.

20:06Calcio: forfait di Miranda, difensore Inter out col Napoli

(ANSA) - MILANO, 30 APR - Joao Miranda dà forfait. Il difensore dell'Inter non sarà a disposizione per la sfida contro il Napoli di stasera per un risentimento muscolare al retto anteriore della gamba destra. L'allenatore dell'Inter, Stefano Pioli, dovrebbe quindi sostituirlo con Murillo, che andrà a formare la coppia di centrali con Medel.

20:02Champions: inglese Atkinson arbitra derby Real-Atletico

(ANSA) - ROMA, 30 APR - Sarà l'inglese Martin Atkinson a dirigere la semifinale di andata di Champions tra Real Madrid e Atletico Madrid, in programma il 2 maggio al Bernabeu. Lo ha stabilito l'Uefa.

Archivio Ultima ora