L’UE condanna la violenza del 19 aprile

CARACAS – L’UE lamenta la violenza insorta durante le manifestazioni pacifiche di ieri 19 aprile. La diplomazia europea ha chiesto alle autorità venezuelane di fare chiarezza sulle morti dei due giovani assassinati e sugli atti violenti accaduti durante le manifestazioni.
Centinaia di migliaia di cittadini hanno marciato verso le sedi della “Defensoria del Pueblo” per richiedere la destituzione dei magistrati del TSJ, la liberazione dei prigionieri politici e l’annuncio ad indire elezioni. Ma le manifestazioni sono state represse violentemente dalla “Guardia Nacional Bolivariana” con gas lacrimogeni, getti d’ acqua e spari.
Le manifestazioni hanno provocato la morte di tre persone e centinaia di detenuti. L’UE chiede a tutti i venezuelani di unirsi per diminuire le tensioni e la conflittività politica e sociale. E sostiene che è impellente rispettare i diritti umani e cercare una via di uscita democratica e costituzionale che avvii il paese verso una soluzione pacifica e duratura della crisi attuale.