Trump lancia la guerra dell’acciaio, nel mirino la Cina

Pubblicato il 21 aprile 2017 da ansa

(Photo credit should read STR/AFP/Getty Images)

WASHINGTON. – “American first”: fedele al suo mantra, Donald Trump apre il primo fronte di guerra commerciale sull’acciaio, mettendo di fatto nel mirino la Cina, nonostante il tentativo di coinvolgerla nella crisi nord-coreana. E ignorando l’appello lanciato a Washington dal direttore generale del Fmi, Christine Lagarde, che aveva invitato a ridurre le distorsioni commerciali, come i sussidi, ma anche ad evitare “misure protezionistiche”.

Il presidente americano ha firmato nello studio Ovale un memorandum per lanciare un’inchiesta che accerti se l’import di acciaio straniero minaccia la sicurezza nazionale, favorendo un rialzo in Borsa delle azioni delle società del settore. Per farlo non ha esitato a rispolverare una vecchia legge del 1962, il Trade Expansion act, che consente di imporre sanzioni commerciali urgenti sull’importazione di prodotti che mettono a rischio la sicurezza nazionale (l’acciaio è usato ad esempio per le blindature dei mezzi militari). Una legge usata negli anni ’70 durante la crisi petrolifera e più recentemente nel 2001, sempre nel caso dell’acciaio. La normativa concede 270 giorni di tempo per l’indagine ma Trump ritiene che essa possa essere completata in 50 giorni.

“Oggi è un giorno storico per l’acciaio americano”, ha commentato, circondato dai rappresentanti delle principali aziende Usa del settore. “Mantenere la produzione dell’acciaio americano – ha spiegato – è estremamente importante per la nostra sicurezza nazionale e per la nostra industria di base della difesa. L’acciaio è cruciale sia per la nostra economia che per il nostro esercito, non è un’area dove possiamo tollerare di diventare dipendenti da paesi stranieri”.

A chi gli chiedeva se questa mossa non avrà conseguenze su Pechino, cui Trump ha chiesto di usare tutte le sue leve per fermare la Corea del nord, il presidente ha risposto che il suo provvedimento “non ha nulla a che fare con la Cina ma col mondo intero. Il problema del dumping è un problema mondiale”.

Ma è stato il suo segretario al commercio Wilbur Ross, incaricato dell’indagine, a mettere in chiaro le cose. La Cina, secondo Ross, ha aumentato il suo export di acciaio in Usa “nonostante le promesse di ridurlo” e ora controlla il 26% del mercato, con un “grave impatto sull’industria nazionale”.

C’è stato un aumento di circa il 20% solo nei primi mesi di quest’anno, ha sottolineato. E pensare che un tempo l’acciaio americano faceva la parte del leone nel mondo, con circa il 20% della produzione: ora è sceso a meno del 5%. Tra i maggiori fornitori di acciaio agli Usa, oltre alla Cina, ci sono Canada, Brasile, Corea del sud, Messico, Giappone e Germania.

L’American Iron and Steel Institute, che fa lobbying per il comparto, plaude naturalmente alla mossa della Casa Bianca: “la massiccia sovraproduzione di acciaio ha causato l’arrivo negli Usa di livelli record di acciaio straniero a basso costo e sussidiato, con la perdita di circa 14 mila posti di lavoro”.

(di Claudio Salvalaggio/ANSA)

Ultima ora

20:37Distrutta a Milano la targa dedicata a Yizhak Rabin

(ANSA) - MILANO, 30 APR - Distrutta a Milano da vandali la targa dedicata a Yithazak Rabin. Lo ha denunciato l'Associazione Nazionale Partigiani d'Italia, esprimendo "profonda indignazione e ferma condanna per l'odioso oltraggio antisemita". L'episodio si sarebbe verificato la notte scorsa. La targa era stata collocata nei giardini di piazza Tripoli, intitolati lo scorso anno al primo Ministro israeliano, insignito nel 1994 del Premio Nobel per la pace. "Alla Comunità Ebraica di Milano esprimiamo tutta la nostra affettuosa solidarietà e vicinanza" ha detto il presidente dell'Anpi Provinciale di Milano, Roberto Cenati.

20:31Attacco a Parlamento Skopje, 15 incriminati

(ANSA) - SKOPJE, 30 APR - Il ministero dell'Interno della Macedonia ha incriminato 15 persone per l'attacco violento di manifestanti al Parlamento nazionale, avvenuto il 27 aprile dopo l'elezione di un nuovo presidente dell'Assemblea legislativa. Cinque incriminati sono stati già arrestati riferisce l'agenzia macedone Mia. Durante gli scontri, un centinaio di persone erano rimaste ferite: oltre agli assalitori, anche alcuni parlamentari, giornalisti e 25 poliziotti.

20:16Calcio: Novara-Brescia 2-3

(ANSA) - NOVARA, 30 APR - Terza sconfitta consecutiva per il Novara, superato in casa 3-2 dal Brescia che esce così dalla zona Play-out. E' Coly, difensore ospite, l'eroe di giornata, per la sua doppietta e, soprattutto, per il gol del 3-2 un attimo dopo che il Novara si era portato sul 2-2. Nel primo tempo la partita è stata molto equilibrata, con il Brescia avanti con un colpo di testa di Ferrante e il Novara a pareggiare con una identica azione conclusa da Galabinov. Nella ripresa i lombardi hanno accentuato la loro pressione e trovato il gol, sempre di testa, con Coly. Al 33' Chiosa ha riportato di testa il Novara sul 2-2 ma un minuto dopo ecco il definitivo 3-2 di Coly, con un gran destro a giro. All'ultimo istante Adorjan ha avuto la palla del 3-3, ma ha tirato letteralmente in faccia al portiere ospite Minelli.

20:15Auto: il Reventino incorona Scola su Osella

(ANSA) - ROMA, 30 APR - Domenico Scola su Osella FA 30 Zytek, la prototipo monoposto di gruppo E2SS con gomme Avon, con il miglior tempo di 2'51"10 ottenuto in grande rimonta in gara 2, ha vinto la 19/a Cronoscalata del Reventino, la competizione calabrese organizzata da Racing Team Lamezia e Lamezia Motorsport con il patrocinio dell'AC Catanzaro, che sul bagnato ha inaugurato il calendario del Campionato Italiano Velocità Montagna 2017. La pioggia è arrivata sul finire della prima salita di gara e da quel momento ha accompagnato ed allungato tutto lo svolgimento della corsa. Sul podio di una gara imprevedibile sono saliti il sardo di CST Sport Omar Magliona su Norma M20 Fc Zytek, biposto di gruppo E2SC, dotata di gomme Pirelli e Christian Merli, vincitore di gara 2 sulla ufficiale monoposto prototipo Osella FA 30 EVO Fortech equipaggiata con pneumatici Avon, ma sul trentino di Vimotorport ha pesato una penalità di 10 secondi per via di un ritardo allo start di gara 1.

20:06Lasciato agonizzante in auto dopo incidente,arrestato pirata

(ANSA) - MILANO, 30 APR - Un automobilista di 55 anni è stato lasciato agonizzante nella sua auto a Milano dopo essere stato investito frontalmente da un'altra auto, un suv nero, condotta da un automobilista che è poi fuggito a piedi. L'uomo intrappolato nell'auto è poi morto poco dopo essere giunto in ospedale. L'incidente è avvenuto all'alba in viale Monza. L'uomo è rimasto intrappolato a bordo della sua vettura e i vigili del fuoco hanno dovuto lavorare a lungo per estrarlo dall'abitacolo. In serata è stato arrestato un uomo, un italiano, con l'accusa di omicidio stradale.

20:06Calcio: forfait di Miranda, difensore Inter out col Napoli

(ANSA) - MILANO, 30 APR - Joao Miranda dà forfait. Il difensore dell'Inter non sarà a disposizione per la sfida contro il Napoli di stasera per un risentimento muscolare al retto anteriore della gamba destra. L'allenatore dell'Inter, Stefano Pioli, dovrebbe quindi sostituirlo con Murillo, che andrà a formare la coppia di centrali con Medel.

20:02Champions: inglese Atkinson arbitra derby Real-Atletico

(ANSA) - ROMA, 30 APR - Sarà l'inglese Martin Atkinson a dirigere la semifinale di andata di Champions tra Real Madrid e Atletico Madrid, in programma il 2 maggio al Bernabeu. Lo ha stabilito l'Uefa.

Archivio Ultima ora