Alitalia: pressing per votare sì. Gubitosi: “Non c’è piano B”

Pubblicato il 21 aprile 2017 da ansa

ROMA. – Cresce il pressing sui lavoratori di Alitalia per il sì al referendum sul verbale di accordo per il rilancio della compagnia. Il presidente designato, Luigi Gubitosi, ha chiarito che se prevale il no “non c’è un piano B” e si va al commissariamento dell’azienda. Se invece vincerà il sì si sbloccherà l’aumento di capitale di due miliardi e si aprirà un cammino “difficile ma non impossibile” per far ripartire la compagnia puntando soprattutto sul lungo raggio.

Nell’Alitalia che ripartirà ci sarà con tutta probabilità una “forte discontinuità” nel top management come ha fatto intendere nei giorni scorsi Gubitosi e come ha detto il presidente, Luca Cordero di Montezemolo. Intanto ha rassegnato le dimissioni la manager delle contestate divise della compagnia, il chief customer officer Aubrey Tiedt mentre non dovrebbe essere rinnovato il contratto anche a Ana Maria Escobar, pricing e revenue manager.

Gubitosi ha definito il piano industriale “incisivo sui costi” ma “timido sul piano dei ricavi” ma ha detto che può “essere migliorato” puntando soprattutto sul lungo raggio. Il voto dei lavoratori, ha spiegato, non è sul piano ma sul preaccordo che sbloccherebbe due miliardi di aumento di capitale. “In assenza – ha avvertito – non c’è un piano B”.

Siamo al secondo giorno di voto per i 12.300 lavoratori della compagnia (compresi gli 850 a tempo determinato) che potranno esprimersi entro lunedì 24 alle 16. Il pressing è arrivato anche dai sindacati che hanno ribadito l’importanza di votare sì per evitare il peggio.

“C’è una situazione molto difficile – ha detto il numero uno della Cgil, Susanna Camusso – causata dalla sfiducia che una gestione pessima di Alitalia di questi anni ha determinato e da una politica sul sistema dei trasporti e sulle privatizzazioni che dimostra nel tempo tutti i suoi limiti. Il tema di fronte al quale i lavoratori sono è se provare a salvare questa azienda oppure no”.

Su Alitalia – ha affermato la leader Cisl Annamaria Furlan – “siamo a un punto di svolta: il risultato del referendum è determinante per il futuro dell’impresa. O riusciamo a fare un salto di qualità oppure segniamo un destino che rischia di essere profondamente senza ritorno per Alitalia”.

“Ci auguriamo – ha sottolineato il segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo – che con senso di responsabilità i lavoratori ci permettano di mantenere un’impresa che per responsabilità del management passato è stata messa in difficoltà”.

Intanto gli azionisti confermano le proprie preoccupazioni. “Noi – ha detto il presidente di Intesa SanPaolo Gin Maria Gros Pietro – non facciamo i conti delle perdite anche se capisco il disappunto di Mustier. Anche noi non siamo contenti dell’investimento in Alitalia. Siamo consapevoli della necessità per il Paese di salvaguardare la compagnia che svolge un servizio essenziale, utile per alimentare non solo il turismo ma anche gli scambi commerciali. Per fare questo è indispensabile che la compagnia riprenda il suo sviluppo e noi siamo a disposizione per sostenere un piano industriale che sia sostenibile”.

Ultima ora

11:21Migranti:arrivata in porto Corigliano Calabro nave con 1.032

(ANSA) - CORIGLIANO CALABRO (COSENZA), 29 GIU - E' arrivata nel porto di Corigliano Calabro la nave "Aquarius" con a bordo 1.032 migranti. Gli uomini sono 933, mentre le donne 99, 11 delle in stato di gravidanza. I minori sono 200, non si sa quanti non accompagnati, anche se il dato potrebbe variare quando termineranno le operazioni di sbarco che saranno effettuate, per l'elevato numero di migranti, in due fasi diverse. Una parte dei migranti, infatti, sbarcherà entro oggi, la rimanente domani. Diverse le nazionalità dei profughi quasi tutti sub sahariani. Sul posto sono presenti le autorità portuali, le forze dell'ordine, personale medico e rappresentanti della Prefettura di Cosenza che coordinano le operazioni. Garantita la massima collaborazione da parte degli amministratori comunali di Corigliano, i quali dovranno occuparsi della sistemazione in centri di accoglienza dei minori non accompagnati. I migranti saranno successivamente trasferiti in diverse Regioni secondo quanto previsto dal Piano nazionale di accoglienza.(ANSA).

11:17Gup Why Not diffamato, de Magistris rinviato a giudizio

(ANSA) - NAPOLI, 29 GIU - Il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, è stato rinviato a giudizio con l'accusa di avere diffamato il gup Abigail Mellace, all'epoca dei fatti in servizio nel Tribunale di Catanzaro e attualmente presidente della sezione penale del Tribunale di Crotone. Lo scrive Il Mattino. I fatti risalgono a quando il sindaco era pm a Catanzaro. La prima udienza del processo è fissata per il prossimo 5 dicembre. De Magistris fu denunciato sia dal giudice che dal marito del magistrato, l'avvocato Maurizio Mottola di Amato. La vicenda è collegata all'indagine Why Not: in un'intervista l'ex pm lasciò intendere che il gup aveva tentato di sgonfiare la sua inchiesta anche in relazione a una richiesta di arresto che aveva avanzato nei confronti del marito avvocato del giudice. La denuncia riguarda anche frasi pubblicate dell'ex pm sul suo blog in cui faceva riferimento ad accuse di violenze sessuali contestate al padre del giudice Mellace omettendo però di menzionare la sua successiva assoluzione. (ANSA).

11:01Italiano ucciso a Londra: giovane accusata d’omicidio

(ANSA) - LONDRA, 29 GIU - E' stata formalmente accusata dalla polizia britannica di omicidio la giovane donna arrestata ieri nell'ambito delle indagini sull'uccisione di Pietro Sanna, il 23enne sardo accoltellato a morte l'altro giorno a Londra. Si tratta di Hasna Begum, 25 anni, originaria del Bangladesh, come riferisce Scotland Yard via Twitter. Begum - indicata da alcuni media del Regno Unito come coinquilina di Sanna e da altri come vicina di casa - comparirà oggi dinanzi a un giudice della Thames Magistrates' Court per la convalida dell'arresto.

10:58Olimpiadi: 2024, Tour de France sostiene candidatura Parigi

(ANSA) - ROMA, 29 GIU - Il Tour de France ha deciso di sostenere attraverso una serie di iniziative la candidatura di Parigi per i Giochi olimpici del 2024. Durante tutte le 24 tappe della corsa - al via sabato a Duesseldorf, in Germania - un atleta 'ambasciatore' sarà presente alla consegna della maglia gialla al leader di giornata. Il primo sarà, proprio sabato prossimo, la neo ministra francese dello sport, l'olimpionica di scherma Laura Flessel, mentre l'ultimo, il 23 luglio nella tappa finale sugli Champs-Élysées, sarà il copresidente del comitato che sostiene la candidatura di Parigi, Tony Estanguet, a sua volta vincitore di due ori olimpici nella canoa. Inoltre, l'intero gruppo dei corridori verrà coinvolto al passaggio della corsa al km 2024, prevista nella tappa tra Pau e Peyragudes, il 13 luglio.

10:57Migranti: Estonia, avanzare su punti su cui c’è intesa in Ue

(ANSA) - TALLIN, 29 GIU - Se ci sono divisioni tra i 28 sui ricollocamenti si può procedere sugli altri dossier legati ai migranti su cui invece c'è intesa come i rimpatri, il controllo delle frontiere e gli aspetti esterni come la cooperazione con i Paesi terzi. E' l'approccio dell'Estonia alla vigilia della sua prima presidenza Ue e della riunione informale dei ministri dell'interno la prossima settima a Tallinn dove dovrà essere affrontata anche la questione dello stop agli sbarchi sollevata dall'Italia. "I ricollocamenti sono solo un aspetto" su cui "ovviamente ci sono difficoltà", ha spiegato il direttore per gli affari Ue del governo estone Klen Jaarats, "sono una priorità in agenda ma non ci sono sono i ricollocamenti, si possono quindi fare progressi su altri file del dossier su cui invece c'è unità" anche con i Paesi 'refrattari' come Ungheria o Polonia. Tra questi i "rimpatri, il controllo delle frontiere e gli aspetti esterni", ovvero quelli che fanno capo alle iniziative con i Paesi terzi legati all'azione esterna.

10:51Londra: Grenfell Tower,è polemica anche su giudice inchiesta

(ANSA) - LONDRA, 29 GIU - Una nuova polemica nella tragedia della Grenfell Tower di Londra che riguarda la designazione fatta dalla premier Theresa May del presidente della commissione d'inchiesta che dovrebbe far luce sul terribile incendio costato la vita ad almeno 80 persone. Secondo il Times, il prescelto, sir Martin Moore-Bick, ex alto magistrato, ha alle sue spalle controverse sentenze negative nei confronti di inquilini sloggiati in malo modo o di immigrati stranieri: 'categorie' a cui appartengono molte vittime di Grenfell. La scelta dell'ex giudice ha sollevato anche obiezioni fra gli stessi collaboratori della May che sulla vicenda dell'incendio ha già compiuto una serie di errori che le sono costate forti contestazioni in pubblico. Fra le sentenze più criticate di Moore-Bick quella del 2014 quando si è pronunciato in favore del municipio di Westminster contro una madre single con cinque figli, Titina Nzolameso, che rischiava di restare senza un tetto. La corte suprema ha poi annullato la decisione del giudice.

10:48Camorra: 18 cavalli corsa e barca lusso, sigilli a beni clan

(ANSA) - NAPOLI, 29 GIU - Beni del valore di circa 10 milioni di euro - tra cui 18 cavalli da corsa, una barca di lusso e 23 immobili, tra ville e appartamenti - sono stati sequestrati nel Napoletano a 16 persone ritenute dai carabinieri elementi di spicco del clan "Orlando" e "Nuvoletta – Lubrano". I militari del Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna hanno messo i sigilli anche a 78 rapporti bancari o postali, quote societarie di varie attività (tra le quali quelle di maggioranza di una scuola privata), 8 aziende e 2 esercizi commerciali. La barca di lusso, di 15 metri, era ormeggiata nel porto di Pozzuoli (Napoli). Il provvedimento è stato emesso dopo una più ampia attività investigativa che il 18 aprile aveva portato all'esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico di 32 persone ritenute affiliate ai due clan. (ANSA).

Archivio Ultima ora