Migranti e libero mercato, asse tra Gentiloni e Trudeau

Pubblicato il 21 aprile 2017 da ansa

Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni (S) incontra il primo ministro del Canada Justin Trudeau, Ottawa, 21 aprile 2017. ANSA/BARCHIELLI/UFFICIO STAMPA CHIGI

OTTAWA. – “Apertura”. Mentre le tendenze mondiali sembrano portare nella direzione opposta, Paolo Gentiloni colloca con decisione il nostro Paese dalla parte di chi crede nel libero mercato e nelle società aperte. Lo fa all’indomani del confronto con il presidente americano Donald Trump e con al fianco il primo ministro canadese Justin Trudeau, che lo ospita per un bilaterale nel Parlamento di Ottawa.

In una pausa dei lavori il premier italiano sente al telefono Francois Hollande per esprimergli solidarietà per l’attacco agli Champs Elysee. Alla vigilia di elezioni che rischiano di essere influenzate dall’attentato e far arrivare al governo, come scommette che avverrà Trump, la destra antieuropeista. “Mi auguro che un impatto non ci sia – dichiara al contrario Gentiloni – perché cambiare il nostro modo di vivere e di votare è proprio quello che vogliono i terroristi”.

Gentiloni atterra nella notte a Ottawa, dopo un incontro alla Casa Bianca con Trump tutto centrato sulla Libia e le crisi nel Mediterraneo. Nel presidente americano ha trovato un interlocutore attento ma riluttante a farsi carico della situazione di Tripoli con un intervento diretto.

Un segnale positivo sembra però il possibile faccia a faccia a Washington tra il primo ministro Al Serraj e il generale Haftar il prossimo giugno. Per una soluzione politica spinge infatti il nostro governo e Gentiloni ribadisce la necessità di non dividere il Paese, anche per influenza di potenze esterne. Deve esserci un “ruolo, anche se non da leader” anche per Haftar, grande rivale del governo Serraj, che è invece sostenuto dal nostro Paese.

Un asse forte con gli Stati Uniti c’è di sicuro sulla lotta all’Isis, un tema di cui il premier parla anche con Trudeau, in vista del G7 di maggio a Taormina. Con lui condivide la comune visione sulla necessità di respingere le spinte protezioniste invece abbracciate da Trump (gli attacchi di Trump all’accordo Nafta agitano in questi giorni il Canada).

“Siamo affezionati all’idea del libero scambio, al commercio come fattore propulsivo della crescita”, afferma Gentiloni. Ma anche su un altro tema che lo divide da Trump, il premier italiano mostra perfetta sintonia con Trudeau: una vocazione all’accoglienza dei migranti. Tanto che Gentiloni indica ai Paesi europei il primo ministro canadese, che ha dato ospitalità a 40.000 siriani, come un esempio anche per i Paesi europei. Ribadisce che non si devono “confondere immigrazione e terrorismo”.

E mentre Beppe Grillo in Italia mette sotto accusa le ong per possibili complicità con chi tratta migranti, il premier tiene il punto: “Non si gettino ombre sulle Ong che svolgono compiti umanitari. Se poi i magistrati dimostreranno contatti che non dovrebbero esserci è tutta un’altra storia”.

Al G7 di Taormina Gentiloni punta a riaffermare la centralità del Mediterraneo e anche il principio della “apertura”. In un’intervista al Washington Post si dice ottimista, nonostante tutto. “Non sono preoccupato che i movimenti populisti possano vincere nel mio Paese o in altro paese europeo”, afferma. Quanto a un suo eventuale secondo mandato da premier risponde così: “Non sta a me decidere. Avremo elezioni il prossimo anno e sarà poi il presidente della Repubblica a prendere la decisione”.

(dell’inviata Serenella Mattera/ANSA)

Ultima ora

21:58Fifa: Infantino conferma, Var ai Mondiali di Russia 2018

(ANSA) - SANTIAGO, 26 APR - "Utilizzeremo il video-arbitraggio durante i Mondiali dell'anno prossimo in Russia, perché finora abbiamo avuto feedback soltanto positivi". L'annuncio, o meglio la conferma, arriva direttamente dal presidente della Fifa Gianni Infantino, che ha affrontato l'argomento Var ("Video Assistant Referee") nel corso del discorso che ha fatto oggi all'assemblea generale della Conmebol, a Santiago. "Non è possibile che nel 2017 - ha aggiunto Infantino - tutti gli spettatori allo stadio e a casa sappiano che l'arbitro ha sbagliato e lui sia l'unico che non lo sa. Quindi aiuteremo i direttori di gara e renderemo un po' di giustizia al pubblico". La Fifa aveva già introdotto il 'video assistant referee', quindi la tecnologia Var, nel Mondiale per club, mentre dal prossimo campionato di serie A sarà utilizzata anche in Italia, come annunciato dal presidente dell'Aia Marcello Nicchi.

21:10Tennis: Sharapova ritorno vincente

(ANSA) - ROMA, 26 APR - Ritorno vincente per Maria Sharapova: la tennista russa ha sconfitto l'azzurra Roberta Vinci per 7-5 6-3 nel primo turno del torneo Wta di Stoccarda (776 mila dollari di montepremi), in Germania. La 30enne siberiana, che aveva vinto il torneo tedesco per tre anni consecutivi dal 2012 al 2014, ha scontato 15 mesi di squalifica per doping dopo essere stata trovata positiva al Meldonium.

21:09L.elettorale: Boldrini, bene Mattarella, stop rinvii

(ANSA) - ROMA, 26 APR - "Ho pienamente condiviso la sollecitazione che il Presidente Mattarella ha voluto oggi rivolgere al Parlamento, per il tramite del Presidente Grasso e mio, affinché si arrivi rapidamente ad una nuova legge elettorale. Ai Presidenti di gruppo ho chiesto che la scadenza" fissata nella capigruppo, non subisca ulteriori rinvii. Si tratta di rispettare le attese dell'opinione pubblica e il ruolo stesso dell'istituzione parlamentare". Lo afferma la presidente della Camera Laura Boldrini.

21:02Bimbo di 2 anni azzannato da un cane in Sardegna

(ANSA) - TORTOLI' (NUORO), 26 APR - Un bambino di due anni, di Tortolì, in Ogliastra, è stato azzannato da un cane alla testa e al viso, mentre passeggiava con la mamma nel porto di Arbatax. Il piccolo è stato trasportato in un'ambulanza dal 118 all'ospedale di Lanusei, dove è stato sottoposto a delicato intervento chirurgico per ricucire le ferite. Le sue condizioni non sono gravi. Ad azzannare il bimbo sarebbe stato un labrador, i cui morsi gli hanno provocato lesioni al sopracciglio e alla fronte. Il pronto intervento della madre è servito ad evitare il peggio. (ANSA).

20:48Calcio: Coppa America 2019, Italia potrebbe essere invitata

(ANSA) - SAN PAOLO, 26 APR - L'Italia potrebbe partecipare alla prossima Coppa America, che si svolgerà in Brasile nel 2019. Tutto nasce dalla decisione della Conmebol, l'ente calcistico sudamericano, di allargare il format della manifestazione a 16 nazionali, decisione presa dal Consiglio della confederazione a Santiago. Così alle dieci federazioni che fanno parte della Conmebol (Brasile, Argentina, Uruguay, Paraguay, Cile, Perù, Bolivia, Colombia, Ecuador e Venezuela) ne vanno aggiunte altre sei, che non saranno necessariamente, come successo in passato, provenienti dalla Concacaf, ovvero da Nord e Centroamerica. L'idea è di invitare anche i quattro paesi latini dell'Europa, ovvero Italia, Francia, Spagna e Portogallo. Non rimane che vedere chi accetterà. In ogni caso quella del 2019, come riporta il sito 'Globoesporte', sarà l'ultima edizione della Coppa America disputata in anni dispari. L'edizione successiva si terrà nel 2020 negli Stati Uniti.

20:40Calcio: Milan, Locatelli suona la carica

(ANSA) - MILANO, 26 APR - "Domenica dovremo avere più fame noi che il Crotone. Noi dobbiamo assolutamente tornare in Europa, sarà una gara difficile ma noi dobbiamo andare là per fare i tre punti". Manuel Locatelli, testimonial dell'evento dedicato alla Junior TIM Cup, presso la Comunità pastorale "Beato Luigi Monti" di Bovisio Masciago, carica il Milan in vista della trasferta a Crotone. Locatelli dovrebbe tornare titolare dopo due mesi e sostituire lo squalificato Sosa in mezzo al campo: "Abbiamo reagito bene alla sconfitta con l'Empoli, siamo un grande gruppo, allenato da un grande allenatore. Abbiamo già dimostrato di essere una squadra matura perché siamo stati in grado di raccogliere vittorie importanti. Vorrei giocare per essermi guadagnato il posto in allenamento e non per la squalifica di un compagno: ma se dovessi giocare darò il massimo come sempre".

20:32Vela: Cdm a Hyeres, bene gli azzurri

(ANSA) - ROMA, 26 APR - Seconda giornata a Hyeres (Francia) per la tappa francese della Coppa del Mondo di Vela: dopo le regate di oggi, la nutrita flotta degli atleti azzurri in top ten comprende Mattia Camboni e Carlo Ciabatti (RS:X M), Silvia Zennaro (Radial), Berta-Carraro (470 F), Ferrari-Trani (470 M), Antonio Squizzato (2.4), Tita-Banti (Nacra 17), Crivelli Visconti-Togni (49er), Veronica Fanciulli (RS:X F) e Francesco Marrai (Standard). Pioggia, nuvole e vento medio-leggero, mai oltre i 10 nodi, conseguenza del passaggio di un paio di fronti depressionari, per i 541 atleti in acqua per le regate della Coppa del Mondo delle Classi Olimpiche. In attesa del Mistral previsto per i prossimi giorni, oggi gli equipaggi hanno dovuto dar sfoggio di pazienza e intuito, per azzeccare le rotazioni del vento.

Archivio Ultima ora