Champions, Ian Rush pesca il Monaco: “Ora finale Juve-Real”

Pubblicato il 21 aprile 2017 da ansa

NYON (SVIZZERA). – Dopo aver abbinato il nome della Juventus a quello del Monaco al sorteggio delle semifinali di Champions League a Nyon, Ian Rush si augura una finale fra i bianconeri ed il Real Madrid, che dovrà vedersela con i ”cugini” dell’Atletico. L’ex-attaccante gallese, ambasciatore dell’Uefa per la finale di Champions League che si disputerà il 3 giugno a Cardiff, ha spiegato così la propria scelta : ”Spero che la Juventus si qualifichi perché è una squadra nella quale ho giocato. E tifo anche Real perché sarebbe fantastico vedere il mio connazionale Gareth Bale a Cardiff”.

Sulla Juventus, l’ex-leggenda del Liverpool ha detto : ”Si tratta di una squadra molto organizzata, fortissima in difesa con un portiere ”eterno”, Gianluigi Buffon. Ma dispone anche di un’arma letale in attacco : Gonzalo Higuain segna praticamente ogni volta che ha un’occasione.”

Anche se li ritiene favoriti, Ian Rush non pensa che i bianconeri avranno vita facile contro la formazione del principato, ”una squadra giovane e senza paura, che pratica un gioco eccitante.”

Ed è proprio sulla spensieratezza che il vice-presidente del Monaco Vadim Vasilyev fa leva per sovvertire il pronostico. ”Tutta la pressione sarà sulle spalle della Juventus”, ritiene il dirigente russo del club del principato.

Pavel Nedved, vice-presidente juventino, non ci sta : ”sarà una sfida da 50-50. Tutte e quattro le semifinaliste possono alzare il trofeo. Noi abbiamo lavorato tanto e continueremo a farlo per conseguire qualcosa di grande.”

L’altra semifinale è un gran classico nella storia recente della Champions League. Atletico e Real si affronteranno per la quarta volta nelle ultime quattro stagioni. Finora, seppur al termine di sfide tiratissime, le ”merengues” la hanno sempre spuntata (due volte in finale, una nei quarti). ”Ma ciò non fornisce alcuna garanzia,”, replica Emilio Buitragueño, responsabile delle relazioni internazionali del Real.

”Si tratterà di due gare formidabili, senza favorito. Certo che per noi – ha aggiunto il ”Buitre” – sarebbe motivo di immenso orgoglio diventare la prima squadra capace di conservare il trofeo da quando è stata creata la Champions League (ndr : nel 1992).

” Derby dall’esito affatto scontato pure secondo Clemente Villaverde, direttore dell’Atletico: ”Credo che vi sia pochissima differenza fra le due squadre. Il Real ha tanti campioni, ma i nostri valori, incentrati sul lavoro e la solidarietà possono fare la differenza. Essere presente per la terza volta nelle ultime quattro stagioni alle semifinali di Champions League dimostra la qualità del nostro operato”.

Nelle semifinali di Europa League (4 e 11 maggio), dopo la sofferta vittoria contro l’Anderlecht, il Mancheter United sarà chiaramente il favorito della sfida contro il sorprendente Celta Vigo. Più aperta appare, sulla carta, la contesa fra il Lione e l’Ajax. Dovessero spuntarla inglesi ed olandesi, si affronterebbero il 24 maggio a Stoccolma le vincenti di complessive sette coppe campioni/Champions League (tre i ‘Red Devils’, quattro i ‘lancieri’)

Ultima ora

15:19Catalogna: tafferugli fra manifestanti e Guardia Civil

(ANSA) - MADRID, 20 SET - Ci sono stati momenti di tensione e brevi tafferugli fra manifestanti indipendentisti e Guardia Civil spagnola davanti ad una sede del governo catalano mentre gli agenti scortavano uno dei dirigenti dell'amministrazione arrestati nel blitz di questa mattina. Non risulta ci siano stati feriti o persone arrestate. I manifestanti hanno cercato di bloccare il passaggio del convoglio.

15:06Terremoto: Boschi, ci siamo e continueremo a esserci

(ANSA) - ARQUATA DEL TRONTO (ASCOLI PICENO), 20 SET - "Noi ci saremo sempre, con la commissaria De Micheli che prosegue il lavoro fatto da Errani, con l'impegno del governo tutto, quello personale di ciascuno di noi, con il sistema della Protezione Civile. Non lasceremo sola la popolazione di Arquata né quella degli altri territori colpiti dal terremoto. Le risorse ci sono, si tratta di velocizzare ulteriormente le procedure della ricostruzione". Così il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi ad Arquata del Tronto. Da velocizzare anche il lavoro che si sta facendo "con le macerie", Complessivamente - ha aggiunto - "lavoriamo in stretto contatto con i Comuni e con le Regioni. Con i presidenti delle Regioni e i rappresentanti dei Comuni ci vediamo settimanalmente per valutare lo stato e per le macerie. Ci siamo e continueremo ad esserci".

15:05Uragano Maria: sette morti in Dominica

(ANSA-AP) - ROSEAU (REPUBBLICA DOMENICANA), 20 SET - Secondo il consigliere del primo ministro della Dominica, Roosevelt Skerrit, i morti provocati dall'uragano Maria sono almeno sette. Il paese è senza elettricità e con pochissime comunicazioni: "Ci sono tremendi danni, alle case e agli edifici pubblici", ha aggiunto precisando che al momento un bilancio complessivo è ancora prematuro. Ieri l'uragano aveva provocato almeno un morto e due dispersi in Guadalupa.

15:05Calcio: Moratti, non prenderò quote Inter da Thohir

(ANSA) - MILANO, 20 SET - "No, non ho assolutamente intenzione di acquistare da Erick Thohir una quota dell'Inter. Avevo già il 30% del club nerazzurro e l'ho ceduto, perché ora dovrei volerlo riacquisire da Thohir?": lo dice all'Ansa l'ex presidente dell'Inter Massimo Moratti, in relazione alle voci che sono riprese a circolare riguardo un suo nuovo coinvolgimento nell'assetto societario del club nerazzurro.

15:04Catalogna: Rajoy, lo stato deve reagire

(ANSA) - MADRID, 20 SET - Davanti alla sfida dell'indipendenza catalana, che "non rispetta la legge", "logicamente lo stato deve reagire" ha detto il premier spagnolo Mariano Rajoy dopo il blitz ddella Guardia Civil a Barcellona. Nessuno stato al mondo può accettare quanto stanno facendo: erano avvertiti, ha aggiunto, sapevano che il referendum non si può fare perché contrario alla sovranità nazionale e al diritto di tutti gli spagnoli di decidere cosa vogliono per il loro paese".

15:03Calcio: Moratti, ieri brutta Inter ma è solo episodio

(ANSA) - MILANO, 20 SET - "Credo che l'Inter debba essere diversa da quella vista ieri a Bologna. E' stata una brutta partita". L'ex presidente dell'Inter Massimo Moratti commenta, all'Ansa, la prestazione della squadra nerazzurra che ieri ha pareggiato su rigore al Dall'Ara. "E' stata una sfida non bella - aggiunge - giocata forse con la stanchezza frutto della partita di Crotone e degli impegni molto ravvicinati. Sono convinto però che sia solo un episodio perché l'Inter ha buoni giocatori e un allenatore ottimo".

15:03Corea Nord: Trump, Hillary critica ma è colpa sua

(ANSA) - ROMA, 20 SET - "Dopo avere permesso alla Corea del Nord di fare ricerca e costruire armi nucleari (Nukes) mentre era Segretario di Stato (anche Bill C), adesso la Corrotta Hillary critica": lo scrive il presidente americano Donald Trump in un tweet.

Archivio Ultima ora