Inzaghi re di Roma

Simone Inzaghi con il giornalista Emilio Buttaro.
Simone Inzaghi con il giornalista Emilio Buttaro.

A un mese dalla fine del campionato italiano, la copertina del giorno è tutta per un tecnico giovane, bravo e gentile. La Capitale calcistica è roba sua: già, perchè dopo aver fatto fuori la Roma in Coppa Italia, Simone Inzaghi stravince anche il derby blindando così il quarto posto. E la Lazio insieme all’Atalanta è la più bella sorpresa del campionato italiano.

Nemmeno l’arbitro Orsato, da anni uno dei migliori fischietti, riesce a fermare la corazzata biancoceleste. Pur senza Ciro Immobile la Lazio è perfetta e tra i meriti del suo allenatore c’è anche quello di aver saputo trasformare Keita, il mattatore del derby, da genio ribelle ad autentico eroe.

Adesso per la Roma l’incubo è doppio, perchè c’è da difendere un secondo posto che sembrava quasi in cassaforte da un Napoli mai domo. Sarri passa a San Siro grazie pure all’aiuto di Nagatomo e perchè no anche dei nerazzurri che non fanno nulla, ma proprio nulla per rimediare.

Così la deludente prestazione del Milan, ancora piccolo con le piccole, rappresenta invece per i rossoneri un passettino avanti per l’Europa. Anche il pari dei campioni d’Italia a Bergamo nell’anticipo, sembrava quasi un mezzo flop e invece dopo il derby della capitale diventa un nuovo mattoncino verso il sesto titolo di fila: sabato c’è il Torino e se la Roma il giorno dopo farà peggio dei bianconeri, per Buffon e compagni sarà di nuovo scudetto.

Adesso però in casa Juve l’obiettivo rimane la Coppa dalle grandi orecchie e per il primo confronto con i babyboom del Monaco ormai è questione di ore.