Calcio venezuelano, l’italo-venezuelano Cichero: “Certi errori si pagano cari”

Cichero
Cichero

CARACAS – Aveva iniziato un campionato da favola, durante il quale il Deportivo Lara in quattro gare disputate sul campo di Cabudare aveva messo in bacheca quattro vittorie in quattro gare disputate. In questo periodo di tempo aveva messo a segno 10 reti senza subire nessuna. Ma dopo il ko esterno (4-1) con il Deportivo Táchira, la squadra di Leo González sembra aver smarrito la strada della vittoria, tanto che è stata battuta in tre occasioni: 2-3 dall’Atlético Venezuela (in casa), 2-1 dal Carabobo (a Valencia), 0-2 dal Deportivo Anzoátegui (nel Metropolitano) ed ha pareggiato in un’occasione 1-1 con il Trujillanos. Con questa andatura i rossoneri, da occupare i primi posti della classifica, sono scivolati all’ottavo posto, finendo momentaneamente nell’ultima pizza utile per entrare all’octagonal.

Il difensore italo-venezuelano Gabriel Cichero ha analizzato l’ultima sconfitta del Deportivo Lara. “Molto male, non abbiamo avuto la giusta grinta per colpirli nel primo tempo, ed invece quando l’hanno avuta i nostri avversari, non hanno perso l’occasione segnando un gol incredibile. Noi abbiamo avuto tante chance per pareggiare, ma non ne siamo stati capaci in area avversaria. Volevamo pareggiare, siamo andati vicino, ma come dice il noto proverbio calcistico: quello che non segna, lo subisce! Poi eravamo sotto, eravamo un po’ giù di morale, non siamo riusciti a pareggiare e questi errori si pagano cari. Comunque abbiamo perso contro un’ottima avversaria”.

In un’intervista é stato chiesto al difensore di origine ligure da cosa dipendeva questo tipo di atteggiamento. “Gli ultimi risultati negativi possono influire, però cosí é il calcio, bisogna continuare a lottare. Dobbiamo avere piú fiducia in noi stessi, non dobbiamo perdere l’ottimo ambiente nello spogliatoio. Diabbiamo cercare di ribaltare la situazione nelle ultime gare”.

Il Deportivo Lara é atteso da un tour de force dove affronterá Monagas (in trasferta in una data ancora da definire), Estudiantes de Mérida (fuori casa il prossimo 6 maggio), Caracas (in casa il 13 maggio) ed Aragua (a Maracay il 20 maggio).

“Sará un periodo complicato, affronteremo rivali diretti. Poi quella gara a Mérida dovremo vincerla a tutti i costi, ma sará difficile: loro sono in piena lotta per non retrocedere”.

L’ex Lecce e Caracas, considera che la sconfitta di domenica sia maturata a causa dei 15 giorni di pausa. Ricordiamo che le ultime due gare del Lara, quelle contro lo Zulia ed il Monagas, erano state riinviate. “Il calcio é uno sport dove non solo é necessario allenarsi, ma anche giocare. Sono stati molti giorni di allenamenti, il lavoro durante questi giorni é stato intenso e molto buono. Abbiamo cercato di correggere ma, e non é una scusa, nel calcio si commettono errori che poi si pagano cari. Solo le squadre intelligenti vincono i campionati”.

(Fioravante De Simone)