Presidente Maduro consegna al Cne decreto di convocazione per la “Costituente”

CARACAS. – Maduro ha consegnato nelle mani di Tibisay Lucena, Presidente del Cne, la convocazione per dare vita all’Assemblea Costituente.
“Sono venuto con la Costituzione in mano per avviare uno dei meccanismi più importanti perché si convochi ad un dialogo per la pace, ad un gran incontro di idee. Ho portato il decreto ufficiale al Cne, potere che deve guidare e regolare il processo di elezione e proclamazione dell’Assemblea Nazionale Costituente”.
Il decreto entrerà in vigore una volta pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. Secondo il presidente, nelle prossime settimane saranno eletti i membri della Costituente, scelti tra ambiti settoriali e territoriali diversi e per mezzo del voto universale, diretto e segreto. Con questo decreto Maduro ha detto che “consegna il potere al popolo” perché, secondo le sue parole, “sarà il popolo a decidere se vuole guerra o pace, se vuole violenza o Costituente e vita, se vuole guarimba (termine in voga nel paese per definire un tipo di protesta che spesso si degenera in caos locale) o, se si decide per una Costituente Rivoluzionaria e del popolo stesso”.
Maduro ha chiesto all’ opposizione di presentare i loro candidati se credono veramente di avere la maggioranza. Anche in questa occasione, ha responsabilizzato l’attuale Presidente della An, il deputato Borges, dei i fatti violenti accaduti nelle ultime manifestazioni, e ha ordinato la caccia “ai gruppi armati contro il popolo, nati dalle file dell’opposizione fascista”. Maduro è sicuro che l’Assemblea Costituente sarà una vittoria per la politica filogovernativa.

Condividi: