Venezuela, consegnata nota di protesta all’Ambasciatore Mignano

Pubblicato il 11 maggio 2017 da redazione

L’Ambasciatore d’Italia in Venezuela, Silvio Mignano

CARACAS – Le dichiarazioni del ministro degli Esteri, Angelino Alfano, non sono passate inosservate al governo del presidente della Repubblica, Nicolás Maduro. E, anche se con ritardo, la “Casa Amarilla” ha reagito e condannato quella che ha considerato una ingerenza inopportuna negli affari del Paese.

Il Viceministro per l’Europa, Yvàn Gil, ha consegnato all’Ambasciatore Silvio Mignano una “nota di protesta verbale” e assicurato che in Venezuela si garantisce la libertà di manifestazione, un diritto sancito dalla Costituzione, e precisato che le forze dell’Ordine intervengono solo per assicurare l’ordine pubblico e non per reprimere i cittadini.

Come si ricorderà, il ministro Alfano, nei giorni scorsi, aveva condannato con parole assai dure, la violenza con la quale si reprime le proteste antigovernative.

– Reiteriamo la nostra forte preoccupazione e condanna per la crescente violenza con la quale sono represse le manifestazioni popolari di protesta in corso a Caracas e nel resto del Paese – aveva detto -. La manifestazione del dissenso è un diritto inalienabile dei cittadini e non può mai essere oggetto di intimidazione o di repressione.

Il ministro degli Affari Esteri, Angelino Alfano.

E aveva poi aggiunto:

– Confidiamo che il governo venezuelano presti ascolto con senso di responsabilità alle istanze della popolazione e dei suoi rappresentanti eletti. E’ necessario un dialogo aperto ed in buona fede con l’opposizione per poter scongiurare la grave crisi che continua a colpire il popolo venezuelano e stabilire così un calendario elettorale che consenta di superare l’attuale situazione di stallo. Invitiamo inoltre il governo a non alimentare la contrapposizione interna che potrebbe provocare ulteriori violenze e a garantire che il popolo sia chiamato a esprimersi esclusivamente con suffragio universale, libero, diretto e segreto.

Espressioni che non sono piaciute al governo del presidente Maduro, come d’altronde non era piaciuta la mozione promossa dal senatore Pier Ferdinando Casini, dopo aver visitato il Paese a dicembre, in occasione delle feste natalizie. La mozione, approvata a grande maggioranza dall’Aula, impegnava il Governo italiano ad adottare ogni iniziativa internazionale per ottenere dal Governo venezuelano un atteggiamento costruttivo, per impegnarlo a ripristinare la separazione dei poteri e salvaguardare le attribuzioni degli organi costituzionali; per favorire un dialogo tra Governo, opposizione e società civile; per ottenere la liberazione dei prigionieri politici.

Anche allora il nostro Ambasciatore fu chiamato al ministero degli Esteri venezuelano dove, in toni anche assai severi e non corrispondenti alla prassi diplomatica, si esprimeva il malessere del governo del presidente Maduro.

In questa occasione, il viceministro Gil, nel consegnare la “nota di protesta verbale”, ha sottolineato al nostro Ambasciatore che il governo del presidente Maduro ha invitato in reiterate occasioni al dialogo e rimarcato che dichiarazioni come quelle del ministro Alfano non contribuiscono a creare un clima di distensione, al contrario rappresentano uno stimolo per chi pretende sovvertire l’ordine costituito.

La crisi politica che vive il Paese è seguita con molto interesse dal mondo politico italiano che ha criticato aspramente la violenta repressione della protesta.

L’ex premier Matteo Renzi con il ministro Alfano

Nei giorni scorsi l’ex premier Matteo Renzi, nel suo account in facebook, è tornato a parlare della realtà del Venezuela. Ha scritto:

“In Italia alcuni partiti hanno individuato il Venezuela come un modello di democrazia. È una follia! Ciò che sta accadendo in queste ore dovrebbe far riflettere in tanti. Non possiamo fare finta di nulla. Nel tempo dell’informazione globale ciò che accade a Caracas riguarda anche noi. Chiediamo tutti insieme libertà e benessere per il Venezuela, Paese meraviglioso che non merita questa violenza”.

  • Pippo

    La doppia morale del socialismo bolivariano del XXI secolo: Dialogo Sì ma su piattaforme al servizio del Regime. Ivan Gil, pensi piuttosto ha onorare il Suo stipendio statale, prodigandosi a dare ascolto alla gran maggioranza del Suo popolo che chiede a gran voce un nuovo modello e nuove, corrette, libere e universali elezioni!

Ultima ora

15:58Moto: Pedrosa svetta nelle seconde libere, Rossi 20mo tempo

(ANSA) - ROMA, 22 SET - C'è Dani Pedrosa in testa alle seconde prove libere - su pista bagnata - in vista del gp di Aragon, in programma domenica. Il pilota Honda (1:59.858) ha preceduto la Ducati di Jorge Lorenzo (+0.214), Johnny Zarco (+0.462) e Marc Marquez (+0.601). Il leader del Mondiale, Andrea Dovizioso, è ottavo con un ritardo di 1.104. Valentino Rossi dopo il 18mo tempo nella prima sessione di prove della mattinata, 'tiene' anche se le sue condizioni fisiche non lo collocano al di sotto del 20mo tempo. Il 'Dottore' ha mostrato una buona tenuta, risultando per buona parte della sessione tra i migliori, prima di cedere per gli ovvii motivi di tenuta, scivolando nella retrovie. Le terze libere sono in programma per domattina, con le qualifiche che si dovrebbero correre in condizioni di asciutto.

15:54Calcio: Snai, Juve strafavorita, blitz Toro vale 7,75

(ANSA) - ROMA, 22 SET - Juve superfavorita nel derby della Mole, in programma domani sera all'Allianz Stadium. Nonostante il Torino sia ancora imbattuto, con tre vittorie e due pareggi, il pronostico della Snai è nettamente bianconero: il segno 1 non supera 1,40, il 2 vale 7,75, alto anche il pareggio a 4,75. Tutte favorite le altre grandi: a bassa quota Napoli e Roma, in campo domani pomeriggio contro Spal e Udinese. La macchina da gol di Sarri cerca a Ferrara l'11mo successo consecutivo a cavallo tra due campionati: il 2 su Snai è a 1,22, l'impresa della Spal è data a 14. Situazione analoga per la Roma che ospita l'Udinese: l'1 è offerto a 1,25, il blitz friulano viaggia a 11, il pari si attesta a 6,00. Domenica, l'Inter se la vede a San Siro con il Genoa. Alcuni impacci recenti della squadra di Spalletti non impediscono ai quotisti di tracciare un pronostico schiacciato sull'1, a 1,27, con il Genoa a 12. Più in equilibrio Sampdoria-Milan, con il successo rossonero a 2,00 e l'1 dei padroni di casa, ancora imbattuti, a 3,50.

15:48Calcio: Zidane rassicura Real, “Nulla è perduto”

(ANSA) - ROMA, 22 SET - "Prima avevo un fiore, ora sembra sfiorito ma questo è il calcio e io penso di avere ancora un fiore in mano". L'avvio incerto del Real in campionato (8/o in classifica e staccato di 7 punti dal leader Barcellona dopo 5 turni) non spaventa Zinedine Zidane, pur conscio del momento delicato che sta vivendo la sua squadra. "Sono in questo club e mi piace esserci -dice in conferenza stampa alla vigilia della trasferta contro l'Alaves, dove incrocerà il figlio Enzo- non sto pensando alla maledizione di questo periodo o al cattivo momento attraversato dalla squadra, fa parte del calcio. La cosa buona è che abbiamo già una partita domani, poi Champions martedì e un altro incontro nel fine settimana. Siamo fortunati ad essere in grado di cambiare rapidamente il momento-no". Il tecnico del Real non cerca alibi nè lo preoccupano i 7 punti in meno del Barcellona: "Se avessi io 7 punti di vantaggio non direi che la Liga è già segnata, puoi avere fino a 10 o 15 punti di ritardo, visto che mancano ancora 33 partite.

15:47C.sinistra: Pisapia, via personalismi e netta discontinuità

(ANSA) - IMOLA, 22 SET - "La costruzione di un nuovo centrosinistra - un progetto al quale sto lavorando con molti altri e che continuerò a perseguire nonostante le tante difficoltà - necessita del contributo di tutti, impone il superamento di steccati e personalismi, sollecita una netta discontinuità delle politiche di questi anni". Lo scrive su Facebook Giuliano Pisapia, che pubblica la lettera inviata a "Striscia rossa", nuova pubblicazione online promossa da un gruppo di giornalisti de "L'Unità". "Vogliamo dare al Paese - sottolinea Pisapia - prostrato da una lunga e drammatica crisi economica e sociale, una nuova speranza nel futuro. La rabbia, la paura, la disperazione dei giovani, dei disoccupati, delle famiglie colpite dalla bufera di quest'ultimo decennio rischia di alimentare una destra e un populismo rancorosi, xenofobi, prevaricatori".

15:45Ue: Gentiloni, dialogo tra istituzioni culturali è vitale

(ANSA) - TRIESTE, 22 SET - Il lavoro delle istituzioni culturali è uno snodo chiave per lo sviluppo del cammino europeo. E' questo in sintesi il messaggio inviato oggi dal presidente del Consiglio Paolo Gentiloni alla IV assemblea nazionale Associazione istituzioni culturali italiane (Aici), in corso a Trieste. "Questo appuntamento annuale - si legge nel messaggio - è un importante momento di confronto tra istituzioni che custodiscono un patrimonio inestimabile di storia e conoscenza, una ricchezza che è parte essenziale della nostra identità". E' fondamentale, scrive il premier, "proseguire il dialogo costruttivo tra Fondazioni, Istituti di cultura e settore pubblico che in questi anni ha consentito di mettere in comune idee e esperienze grazie all'impegno di tanti protagonisti del settore e al prezioso contributo del Ministero dei beni culturali".

15:44Calcio:Miha “Stadium buona acustica,arbitri sentano insulti”

(ANSA) - TORINO, 22 SET - "Domani spero di non arrabbiarmi nel derby, visto che c'è la Var per le situazioni dubbie, e spero che ogni tanto lo usino anche per noi". Così il tecnico del Torino Sinisa Mihajlovic, che non ha dimenticato gli insulti dell'anno scorso da una parte della tifoseria bianconera: "Allo Juventus Stadium - ha detto nella conferenza stampa di vigilia - c'è un'acustica molto buona e se ripetono 'serbo di m...' spero lo senta anche il quarto uomo. Non è offesa solo per me, ma per tutto un popolo".

15:40M5S, altissima partecipazione a primarie, respinti hacker

(ANSA) - RIMINI, 22 SET - "La partecipazione" alle primarie online su Rousseau "è stata tra le migliori di sempre". Lo sottolinea il M5S in un post sul blog di Beppe Grillo dopo la chiusura della votazione. "La nostra casa era difesa come una fortezza", sottolinea il blog raccontando di aver "notato tentativi di attacchi" hacker che, però "sono stati respinti". Le tracce di tali attacchi "saranno identificate dalla nostre telecamere di sicurezza virtuali" e saranno "prontamente girate alla polizia postale", spiega ancora il M5S. "La notizia è che tutti hanno avuto la possibilità di candidarsi (e nessuno è stato spinto a farlo per costruire competizioni farlocche) e tutti hanno avuto la possibilità di votare. La notizia è che non c'erano correnti che si confrontavano, ma persone che si proponevano", scrive ancora Grillo sottolineando come, in queste ore, i media "si sono messi a giudicare e denigrare, mossi unicamente da fini politici e senza la cultura di base minima per capire quello che abbiamo realizzato".

Archivio Ultima ora