Trump ammette: “Ho dato informazioni ai russi, è un mio diritto”

Pubblicato il 16 maggio 2017 da ansa

US President Donald J. Trump (R) parla con il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov (L) durante l’incontro alla Casa Bianca.
EPA/RUSSIAN FOREIGN MINISTRY HANDOUT MANDATORY CREDIT HANDOUT EDITORIAL USE ONLY/NO SALES

WASHINGTON. – Donald Trump attraversa il cerchio di fuoco delle polemiche sollevato dallo scoop del Wp rivendicando il suo “diritto assoluto” di condividere con i russi informazioni utili a combattere il terrorismo. E dirottando l’attenzione contro le “talpe” dell’intelligence che aveva chiesto di stanare al capo dell’Fbi James Comey, anche se per ironia della sorte ora tocca a lui rivestire involontariamente i panni della ‘gola profonda’.

“Come presidente volevo condividere con la Russia (in un incontro alla Casa Bianca programmato pubblicamente), cosa che ho il diritto assoluto di fare, fatti relativi al terrorismo e alla sicurezza del volo aereo. Ragioni umanitarie, inoltre voglio che la Russia rafforzi notevolmente la sua lotta contro l’Isis e il terrorismo”, ha twittato di buon mattino.

“Fatti”, scrive senza mai confermare che si trattava di una notizia classificata fornita da un governo alleato: quella relativa ad un presunto piano terroristico dell’Isis per usare come bombe nelle cabine degli aerei i laptop, che gli Usa hanno già vietato nei voli da otto Paesi musulmani e che ora potrebbero proibire anche su quelli provenienti dall’Europa.

I cinguetti suonano però come un’ammissione dagli effetti clamorosi e potenzialmente devastanti, spiazzando il suo entourage (come già accaduto in passato), e rischiando di minare la fiducia non solo della fonte di intelligence alleata (individuata dal Nyt in Israele, seconda tappa del suo primo viaggio all’estero) ma anche quella di molti alleati europei.

Fonti del servizio diplomatico Ue hanno gettato acqua sul fuoco sostenendo che “l’Unione europea condivide l’intelligence con gli Usa e continuerà a farlo” e che “gli Usa condivideranno con noi qualsiasi cosa pensano di dover condividere”. Ma un alto funzionario di un servizio segreto europeo ha riferito alla AP che il suo paese potrebbe smettere di scambiare informazioni con gli Stati Uniti perché “potrebbe essere pericoloso per le nostre fonti”.

Lo stesso sen. John McCain ha riconosciuto che le azioni di Trump mandano “un segnale preoccupante agli alleati e partner americani nel mondo e potrebbero ostacolare la condivisione dell’intelligence con noi in futuro”. Una questione che rischia di emergere al prossimo vertice Nato.

Ma i primi ad essere stati presi in contropiede sono stati il suo consigliere per la sicurezza nazionale H.R. Mcmaster, la sua vice Dina Powell e il ministro degli esteri Rex Tillerson, che lunedì sera si erano affrettati a liquidare l’articolo del Wp come “falso” negando che Trump avesse discusso con i russi “fonti o metodi di intelligence” o “operazioni militari che non fossero già note pubblicamente”.

Non rispondendo però alle domande avevano infuocato le polemiche, tanto che il Wp aveva risposto per le rime alla Casa Bianca osservando che non aveva smentito nulla del suo servizio, confermato poi da ulteriori fonti – sempre anonime – ad altri media. McMaster è stato così costretto a programmare un briefing con la stampa per correggere il tiro.

A suo avviso Trump ha avuto un comportamento “totalmente appropriato” con i russi, condividendo informazioni che ritiene possano migliorare la sicurezza nazionale, con l’obiettivo di incoraggiare la cooperazione nella lotta all’Isis. Il presidente “non era a conoscenza della fonte di intelligence e non l’ha compromessa”, ha sottolineato, aggiungendo di non temere lo stop della condivisione di informazioni top secret.

Gli esperti sono divisi sulla legittimità da parte di Trump di rivelare informazioni classificate con il ministro degli esteri russo ma il Nyt, uno dei giornali più critici nei suoi confronti, riconosce che il presidente ha il potere e l’autorità legale per declassificare o rivelare qualsiasi cosa. Resta però una montagna di critiche.

Innanzitutto per aver infranto una prassi consolidata nella comunità dell’intelligence, condividendo una informazione ricevuta da un partner senza chiederne l’autorizzazione, minando così la sua fiducia e, a catena, quella di altri alleati. La seconda è averla passata a quei russi con cui gli Usa vogliono cooperare in Siria ma con una agenda diversa, consentendo loro di identificare e mettere fuori gioco la fonte (di cui Trump avrebbe rivelato la città).

E aumentando i sospetti di ‘relazioni pericolose’ nel pieno del Russia-gate. La rivelazione di Trump lo espone inoltre alle accuse di doppi standard, soprattutto dei dem, dopo aver criticato Hillary Clinton per la sua gestione delle informazioni classificate nell’Email-gate. E suscita i malumori anche del suo partito, timoroso che i continui scandali della Casa Bianca e l’interrogativo sull’idoneità del presidente compromettano l’agenda al Congresso.

(di Claudio Salvalaggio/ANSA)

Ultima ora

21:20Tennis: Roland Garros, Fognini al secondo turno

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - Anche Fabio Fognini si aggiunge alla piccola pattuglia di azzurri che ha raggiunto il secondo turno al Roland Garros. Il tennista ligure e' riuscito solo al quinto set ad avere ragione del giovane statunitense Frances Tiafoe, col punteggio di 6-4, 6-3, 3-6, 1-6, 6-0, in due ore e 45 minuti di gioco. L'incrocio del tabellone lo porta ad affrontare un altro italiano, Andreas Seppi.

21:02Totti: Spalletti “Francesco vuole fare vicepresidente Roma”

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - "Totti? Gli devono far fare il vicepresidente della Roma, è quello che lui vuole. I fischi di ieri? Mi hanno fatto pagare il conto". Così Luciano Spalletti, in una intervista che andrà in onda integralmente in serata (alle ore 21) nel corso della trasmissione di Sportitalia 'La Partita Perfetta'. Il tecnico della Roma annuncerà il suo futuro domani in una conferenza stampa: "Dirò cose molto importanti, la prima di tutte è che la Roma è in Champions. Di Francesco? Ne parlerò domani..." aggiunge l'allenatore toscano, rifilando una stoccata al collega Sarri: "Il suo Napoli gioca un calcio da paradiso, ma non parli dei nostri rigori".

20:47Migranti: sbarchi 2017 a quota 60mila, +48% rispetto a 2016

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - Con i quasi diecimila arrivi negli ultimi tre giorni il conto degli sbarchi nel 2017 ha superato quota 60mila, il 48% in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, quando erano stati 40mila. Lo indicano i dati del Viminale. I nigeriani sono testa tra le nazionalità delle persone sbarcate (8.120), seguiti da bengalesi (7.567) e guineani (6.144). I minori non accompagnati sono 6.242, ma non sono ancora stati conteggiati i numerosi arrivati degli ultimi giorni. La Lombardia è sempre in testa tra le regioni per la quota di migranti8 ospitati (il 14% del totale), seguita da Campania e Lazio (9%).(ANSA).

20:45Alfano, con Renzi posizioni distanti, 1/6 Ap deciderà

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - "Le posizioni sono distanti sia sul tema della legge elettorale e sia sul tema della durata della legislatura. Sarebbe stato naturale per il Pd cercare prima un accordo con il suo alleato di governo e non con le forze che sono all'opposizione. Ho convocato la direzione nazionale del partito il primo giugno e in quella sede prenderemo le nostre decisioni". Lo afferma il leader di Ap e ministro degli Esteri Angelino Alfano parlando da Fabriano.

20:43Gb: custode zoo Cambridgeshire uccisa da una tigre

(ANSA) - LONDRA, 29 MAG - Una custode dello zoo di Hamerton nel Cambridgeshire è stata uccisa da una tigre. Ne dà notizia la polizia locale che ha evacuato e chiuso la struttura assicurando che nessun animale è fuggito. Secondo la ricostruzione, la tigre è riuscita ad entrare nella recinzione che doveva proteggere l'addetta dello zoo. I visitatori non sarebbero mai stati in pericolo.

20:33Ue: Mattarella, servono interventi più ambiziosi

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - "La gravità della situazione, con forti squilibri, l'elevata disoccupazione giovanile e di lunga durata, richiedono interventi più ambiziosi per una crescita sostenibile, con occupazione di qualità e compensi equi". Lo afferma il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio inviato al Segretario generale della Confederazione Europea dei Sindacati, Luca Visentini, in occasione della conferenza della Ces per il 60esimo anniversario del Trattato di Roma, che il presidente definisce "un'opportunità preziosa per ribadire l'importanza della costruzione europea per tutti i lavoratori, per tutti i cittadini europei".

20:15Rally: auto fuoristrada uccide bimbo,spunta filmato schianto

(ANSA) - TORINO, 29 MAG - I carabinieri della compagnia di Venaria Reale hanno acquisito un video amatoriale, realizzato da uno spettatore, che ha ripreso l'incidente in cui sabato, al rally Città di Torino, ha perso la vita un bambino di sei anni, investito da un'auto in gara. Nel video, secondo quanto si apprende, si vedrebbe chiaramente la Skoda Fabia S2000 del pilota Cristian Milano e del navigatore Luca Pieri, che finisce 'dritta' a una curva, andando a travolgere la famiglia della piccola vittima, Aldo. I genitori hanno riportato lievi ferite, mentre il fratellino, tre anni appena, è rimasto miracolosamente illeso. Secondo gli accertamenti della procura di Ivrea, le persone investite dall'auto si trovavano in mezzo al prato, non a ridosso della strada, ma in una zona interdetta al pubblico. L'autopsia del bimbo morto, in un primo momento prevista per oggi, è stata rinviata a mercoledì. Si tratta di un atto dovuto per far luce sulle cause e sulle eventuali responsabilità dell'incidente.(ANSA).

Archivio Ultima ora