Auto sulla folla, paura a Times Square. Morta una donna

Pubblicato il 18 maggio 2017 da ansa

Times Square in New York City, New York.. EPA/GARY HE

NEW YORK. – New York oggi è piombata di nuovo nell’incubo terrorismo. Un’auto, poco prima di mezzogiorno, è finita contro la folla nella centralissima Times Square uccidendo una giovane donna e provocando 22 feriti, di cui quattro in gravi condizioni. Al momento, non risultano esserci italiani coinvolti.

L’allarme è scattato immediatamente. Gli attacchi con veicoli killer di Nizza, Berlino e Londra e il luogo, Times Square, una delle piazze simbolo della città sempre affollatissima da migliaia di persone, hanno fatto temere un’altra azione jihadista. Dopo qualche minuto però, la polizia ha scartato l’ipotesi. Un concetto ribadito più volte dagli agenti e anche dal sindaco, Bill de Blasio: “Non ci sono indicazioni che sia un atto di terrorismo”, ha detto il primo cittadino parlando più tardi proprio a Times Square, e aggiungendo comunque di aver disposto il rafforzamento dei controlli nei “centri strategici”.

Al volante dell’auto che dalla 42ma strada si è schiantata sulla 45ma, all’incrocio con la Settima Avenue, dopo una folle corsa contromano durante la quale ha falciato le persone sul marciapiedi, c’era un ragazzo di 26 anni, del Bronx. “Un cittadino americano” di origini ispaniche, ha fatto sapere il sindaco. L’uomo, fermato dalla polizia dopo aver tentato la fuga, si chiama Richard Rojas ed è stato arrestato già due volte, nel 2008 e nel 2015, per guida in stato di ebbrezza, ipotesi anche in questo caso al vaglio degli investigatori. La polizia ha infatti condotto sull’uomo i test necessari per accertare la presenza di alcool o droghe.

L’area dell’incidente è stata immediatamente chiusa, con un imponente dispiegamento di polizia, fra artificieri e unità anti-terrorismo. Molti i cani in campo per verificare la presenza di esplosivi, mentre gli elicotteri sorvolavano la zona. I turisti sono stati relegati a isolati di distanza per consentire lo svolgimento delle operazioni. Sul posto, oltre a de Blasio, è arrivato anche il governatore dello stato di New York, Andrew Cuomo, mentre il presidente Donald Trump è stato subito informato.

Times Square è ritenuta da sempre uno degli obiettivi sensibili di New York, ed è strettamente presidiata dalle forze dell’ordine. Misure di sicurezza che sono state rafforzate dopo gli attacchi in Europa. L’auto dell’incidente, mezza ribaltata, ha preso fuoco dopo lo schianto. Decine di ambulanze sono accorse e in poco tempo tutti i feriti sono stati trasportati negli ospedali per ricevere assistenza.

L’incidente ha fatto rivivere alla città la paura di un nuovo 11 settembre. Il ricordo dell’attacco all’America è ancora vivo ed è stato risvegliato di recente da vari episodi. L’ultimo in ordine di tempo è stata la bomba nell’area di Chelsea, ma anche quel caso si rivelò un incidente isolato.

(di Serena Di Ronza/ANSA)

Ultima ora

10:37Libano: stato di allerta esercito a confine Israele

(ANSA) - ROMA, 21 NOV - Il capo delle Forze armate libanesi, generale Joseph Aoun, ha disposto il "pieno stato di allerta" dei militari lungo il confine orientale per "fronteggiare le minacce del nemico Israele e delle sue violazioni". Lo annuncia l'esercito su Twitter. Aoun ha chiesto ai soldati di "vigilare" per la "corretta implementazione" della risoluzione 1701 dell'Onu e di "garantire la stabilità" al confine con Israele.

10:08Usa: migranti,nuovo no giudice a stop fondi città-santuario

(ANSA) - SAN FRANCISCO, 21 NOV - Nuova battuta d'arresto per Donald Trump nella sua battaglia per tagliare fondi alle 'citta' santuario', quelle che non collaborano con gli uffici per il controllo dell'immigrazione. Un giudice distrettuale di San Francisco, William Orrick, ha rigettato l'argomentazione dell'amministrazione secondo la quale l'ordine esecutivo si applica solo a una somma di denaro relativamente piccola, e ha stabilito che il presidente non puo' imporre nuove condizioni sulle spese approvate dal Congresso. Il giudice aveva in precedenza argomentato allo stesso modo in una sentenza che aveva sospeso in via solo temporanea l'ordine esecutivo che colpisce le citta'-santuario. L'amministrazione Trump si era appellata contro quella decisione alla nona Corte d'Appello. La sentenza di Orrick era arrivata nella cause proposte da due contee della California, San Francisco e Santa Clara. Il procuratore di San Francisco ha commentato che la sentenza e' ''una vittoria per il popolo americano e per le norme di legge''.

10:00Zimbabwe: vicepresidente a Mugabe, dimettiti

(ANSA) - ROMA, 21 NOV - Il vicepresidente dimissionato dello Zimbabwe, Emmerson Mnangagwa, intima a Robert Mugabe di dimettersi in un comunicato reso noto dalla Cnn. "Mugabe ha sempre detto che se il popolo lo avesse voluto avrebbe lasciato l'incarico. Ora che la gente ha parlato deve accettare la volontà del popolo e dimettersi", ha detto Mnangagwa, sottolineando che non tornerà nel Paese fin quando "non verrà garantita" la sua sicurezza.

09:04Putin incontra Assad

(ANSA) - ROMA, 21 NOV - La "lotta al terrorismo in Siria è prossima alla fine": così il presidente russo Vladimir Putin incontrando ieri a Sochi Bashar al Assad. Lo riferisce Russia Today. Nel corso dell'incontro a sorpresa, il leader del Cremlino ha auspicato che il processo politico in Siria sia "sotto l'egida dell'Onu" auspicando che le Nazioni Unite abbiano "parte attiva". Assad ha sottolineato che Damasco accoglie con favore "coloro realmente interessati a una soluzione politica in Siria, con i quali siamo pronti al dialogo".

04:57Usa:stop Trump a piano residenza temporanea 60.000 haitiani

NEW YORK - L'amministrazione Trump mette fine al programma di residenza temporanea concesso a 60.000 haitiani dopo il terremoto. Lo stop entrera' in vigore nel luglio del 2019 alla luce del fatto che Haiti - spiega l'amministrazione - ha compiuto significativi progressi dal terremoto del 2010.

04:50Kosovo: ballottaggi municipali, Pristina a nazionalisti

PRISTINA - Sara' con ogni probabilita' Shpend Ahmeti, rappresentante del movimento nazionalista 'Autodeterminazione', il nuovo sindaco di Pristina, la capitale del Kosovo che e' stata una delle 19 citta' dove domenica si e' votato per i ballottaggi delle municipali. Lo ha reso noto la commissione elettorale, che ha diffuso i dati ancora preliminari del secondo turno delle amministrative. I risultati definitivi si avranno solo dopo l'arrivo per posta delle schede dall'estero e il conteggio di quelle relative a elettori autorizzati a votare in Comuni diversi da quello di residenza.

04:47Argentina: rumore rilevato non di sommergibile, Marina

BUENOS AIRES - Il rumore rilevato nella zona dell'Atlantico sud dove si svolgono le ricerche del sottomarino San Juan disperso ''non corrisponde a quello di un sommergibile''. Lo ha reso noto il portavoce della marina argentina, Enrique Balbi.

Archivio Ultima ora