Premiership, Grillo ferma i sindaci: “Non sono candidabili”

Pubblicato il 18 maggio 2017 da ansa

ROMA. – Nessuna deroga al regolamento, chi ha un mandato in corso non può candidarsi né a premier né in Parlamento: con un gelido Post Scriptum Beppe Grillo dà un primo indizio delle attesissime regole che il M5S metterà in campo per le candidature. Ma il leader M5S va oltre e, ribadendo uno dei punti fermi del Movimento, manda un chiaro messaggio alle ambizioni dei sindaci pentastellati, a partire da Chiara Appendino. “Chi ha iniziato a fare il sindaco nel 2016 continuerà a farlo fino al 2021”, chiarisce infatti Grillo dal blog.

La sindaca di Torino non è nominata ma l’intervento del leader arriva nel corso della due giorni di Luigi Di Maio a Torino. E, si sottolinea anche nel Movimento, non è un caso. Da giorni, infatti, all’interno del M5S torinese serpeggiavano voci su un possibile balzo in avanti della Appendino. Lei, in realtà, ha sempre negato, e l’impressione è che più che di un corto circuito politico quello sulla sindaca di Torino candidata premier sia stato un misunderstanding comunicativo.

Tanto è bastato, però, a far scattare la precisione “ufficiale” di Grillo. A microfoni aperti, comunque, dal M5S si minimizza: “Appendino non intende candidarsi premier, non so a chi fosse diretto il post di Grillo”, sottolinea Roberto Fico ribadendo un altro dei pilastri del Movimento: “noi facciamo due mandati e torniamo a casa”. Poi anche Appendino spegne qualsiasi ipotesi di scontro: “Sono d’accordo con Grillo. Sono la sindaca di Torino e intendo esserlo per i prossimi quattro anni”.

L’intervento di Grillo arriva anche ad una manciata d’ore dalla marcia Perugia-Assisi che, in 19 chilometri, vedrà i big M5S sventolare una delle loro bandiere, il reddito di cittadinanza. Alla marcia, oltre a Grillo e Davide Casaleggio (due anni fa era presente il padre Gianroberto), ci saranno i volti più noti dell’universo pentastetallato: da Di Maio a Fico fino a, probabilmente, la sindaca di Roma Virginia Raggi.

“Non è puro assistenzialismo. Non credete a queste menzogne. È una vera e propria manovra economica che serve a rilanciare il lavoro”, scrive dal blog Alessandro Di Battista che, tuttavia, potrebbe saltare l’appuntamento umbro: dopo numerosi weekend in piazza, l’esponente M5S potrebbe optare per una pausa in famiglia.

La marcia sarà più breve di quella del 2015, prevede per i militanti delle magliette ‘ad hoc’ e alcuni punti sosta dove, pioggia permettendo, ci si potrà rifocillare. Ma il ritorno in piazza del M5S dopo la convention di Ivrea, servirà ai big anche a fare un punto in vista del voto: i nodi, a partire da quelli delle candidature, restano diversi.

(di Michele Esposito/ANSA)

Ultima ora

00:50Calcio: Allegri, l’importante era restare in scia al Napoli

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "L'importante era vincere. Alla fine c'è stata un po' di ansia perché ci mancavano un po' le gambe. Abbiamo alle spalle sei giorni di lavoro importante ed i ragazzi l'hanno sentito. Potevamo chiudere la partita già nel primo tempo ed ancora con un paio di occasioni nella ripresa. Non ci siamo riusciti e quindi complimenti al Genoa". Massimiliano Allegri sa che la Juventus non ha giocato una partita entusiasmante, ma si prende i 3 punti grazie all'1-0, rete di Douglas Costa. "E' importante che la squadra vinca anche se Higuain non segna" ha commentato. Lotta scudetto riservata a Napoli e Juventus? "Il campionato è ancora lungo tutti quelli che ci stanno dietro possono ancora rientrare - ammette Allegri - Ora davanti (di un punto, ndr) abbiamo il Napoli e quindi era importante restargli in scia".

00:23Calcio: Douglas Costa, vittoria difficile ma importante

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "Sono contento del gol e di aver aiutato la squadra. Nel secondo tempo siamo un po' calati fisicamente, è stata difficile ma non abbiamo subito gol con grande sacrificio a parte di tutti: abbiamo portato a termine la partita in vantaggio e quello è l'importante". Le parole a caldo del giocatore juventino Douglas Costa dopo l'1-0 sul Genoa che ha riportato i bianconeri a -1 dal Napoli. "Mettere pressione al Napoli? Noi dobbiamo pensare solo a noi stessi e andare avanti senza guardare gli altri", ha aggiunto il centrocampista.

00:18Donna uccisa in agguato a Napoli, tre colpi al volto

(ANSA) - NAPOLI, 22 GEN - Una donna di 54 anni, Annamaria Palmieri, è stata uccisa in un agguato ed è stata trovata riversa in via del'Alveo Artificiale nel quartiere periferico di San Giovani a Teduccio a Napoli. Lo si apprende da fonti della Questura. Dai primi rilievi emerge che la donna è stata raggiunta da tre colpi di pistola al volto. La donna, rilevano le stesse fonti, aveva precedenti per reati contro il patrimonio, per droga e per associazione per delinquere. Agenti della Scientifica stanno operando nell'area del rinvenimento del corpo.

00:08Calcio: serie A, Juventus-Genoa 1-0

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - La Juventus con il minimo sforzo batte il Genoa nel posticipo della 21/a giornata si serie A e tiene il passo del Napoli, vittorioso ieri a Bergamo. Di Douglas Costa, al 16', l'unica rete della partita, alla quale il Genoa non ha saputo replicare. I bianconeri, alla quarta vittoria di fila, seguono ad una lunghezza il Napoli, che comanda a quota 54, e hanno 10 lunghezze di vantaggio sulla terza, la Lazio. Il Genoa, reduce da tre risultati utili consecutivi, è fermo a 21 punti, +5 dalla zona retrocessione.

22:32Calcio: Marotta, quella su Balotelli è una bufala

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "Le voci su Balotelli? C'è affetto e stima per questo ragazzo, ma è una notizia da fantacalcio, una bufala. Quello di Balotelli è un profilo che non occorre alla Juventus". L'ad della Juventus, Giuseppe Marotta, prima di Juve-Genoa nega ogni interesse per l'attaccante del Nizza e anche per il giocatore della Lazio De Vrij: "non è un nostro obiettivo". Confermata invece la pista Emre Can. "L'interesse è chiaro - dice il dirigente a Premium Sport - vogliamo tentare di portarlo con noi, ma non è detto che ci riusciremo perché al momento ha un contratto con il Liverpool. Potrebbe rinnovarlo e oltretutto ci sono altre squadre su di lui".

22:21Calcio: Verona, presidente conferma la panchina a Pecchia

(ANSA) - VERONA, 22 GEN - Niente cambi sulla panchina del Verona. Fabio Pecchia resta in sella, e guiderà la squadra gialloblù anche nel prossimo impegno di campionato, in trasferta al Franchi, contro la Fiorentina. Lo ha deciso il presidente del club, Maurizio Setti. La squadra andrà intanto in ritiro. "Al termine di una giornata di riflessioni e confronti - spiega il Verona in una nota - il presidente dell'Hellas Verona, Maurizio Setti, ha deciso che la squadra andrà in ritiro fino a data da destinarsi. Il gruppo, in vista del match contro la Fiorentina, si allenerà ad Imola agli ordini di Fabio Pecchia e del suo staff, con il primo allenamento in programma per mercoledì 24 gennaio". La proprietà comunica inoltre di aver indetto il silenzio stampa, esteso "a tutti i propri tesserati".

22:15Calcio: Rafinha, voglio vincere dei titoli con l’Inter

(ANSA) - MILANO, 22 GEN - "Sono davvero molto felice, è una grande soddisfazione arrivare qui. E' una tappa importante della mia vita e ho tanta voglia di affrontare questa nuova fase della mia carriera. All'Inter sono passati tanti giocatori importanti, che hanno fatto la storia. Voglio fare del mio meglio e dare tutto per arrivare il più in alto possibile e vincere titoli con questi colori". Sono le prime parole di Rafinha da giocatore, rilasciate a Inter TV. "Cerco sempre di ottenere il massimo, voglio vincere più partite possibili e aiutare la squadra a raggiungere il nostro obiettivo, la Champions League", ha aggiunto. Rafinha, che vestirà la maglia numero 8, ritrova anche Mauro Icardi, compagno ai tempi della Cantera del Barcellona: "È sempre bello avere nel gruppo chi parla la tua lingua, conosco anche Mauro, ho giocato con lui. Mi ha dato subito una mano facendomi visitare il Centro Sportivo di Appiano Gentile".

Archivio Ultima ora