L’anno magico de Tomás Rincón

Pubblicato il 19 maggio 2017 da redazione

CARACAS – Chi l’avrebbe mai detto che un giorno il piccolo Tomás Rincón, che guardava alla televisione le gare della Juve insieme al suo ‘profe’ Rodolfo Greco, avrebbe indossato quella maglia e non solo, ma avrebbe alzato un trofeo: la Coppa Italia. Ma potrebbe mettere in bacheca anche altri trofei.

Il centrocampista nato 29 anni fa a San Cristóbal é arrivato alla corte di Massimiliano Allegri il 2 gennaio proveniente dal Genoa durante la sessione del calciomercato di riparazione. “El general” ha esordito con la casacca bianconera l’11 gennaio (due giorni prima del suo compleanno), nella gara vinta 3-2 contro l’Atalanta negli ottavi di Coppa Italia.

“Quel giorno ero felicissimo, era la prima volta che giocavo allo Stadium da titolare. La Coppa Italia era uno dei nostri obiettivi stagionali” ha dichiarato il capitano della Vinotinto a Rai Sport.

Poi nella fase successiva, ha affrontato il Milan a Torino, in una gara che per i bianconeri era una sorta di rivincita dopo il ko di Doha nella finale della Supercoppa. In quest’occasione la Vecchia Signora si é imposta per 2-1. “Piú che la voglia di rivincita, quello che volevamo era continuare in corsa e mantenere vivo il nostro obiettivo”.

In semifinale c’é stata la sfida infinita con il Napoli, qui Rincón & co hanno vinto con un globale di 4-3 (vittoria 3-1 allo Stadium e ko 3-2 al San Paolo). “Stavavamo giocando bene ed abbiamo subito un gol, però abbiamo tenuto la calma ed abbiamo trovato quei gol che ci hanno permesso di andare a Napoli piu tranquilli. Al San Paolo sapevamo che sarebbe stato difficile. Qui sta la forza della Juve: abbiamo mantenuto la serenitá e la fiducia in noi stessi”.

In finale, la Juve ha affrontato la Lazio all’Olimpico battendola per 2-0 grazie alle reti di Dany Alves e Leonardo Bonucci, mettendo in bacheca la 12esima Coppa Italia, la terza consecutiva.

Sul suo account twitter, Rincón ha commentato la vittoria cinguettando: “Emozioni forti, la prima Coppa è già in casa”.

In questo rush finale il capitano della vinotinto ha giá messo in bacheca la Coppa Italia, ma puó scrivere la storia del calcio venezuelano all’estero: diventando il primo che vince il triplete.

“Sono emozioni forti. Però bisogna mantenersi concentrati e quando gli obiettivi sono cosí vicini bisogna spingere ed accellerare e non distrarsi”.

(Fioravante De Simone)

Ultima ora

09:52Maltrattamenti in asilo Vercelli, arrestate 3 maestre

(ANSA) - VERCELLI, 23 NOV - Sberle, strattoni e trascinamenti per terra, ma anche urla, punizioni spropositate e umiliazioni. Tre maestre d'asilo sono state arrestate dalla polizia, a Vercelli, accusate di maltrattamenti nei confronti di bambini fra i tre e i cinque anni. L'operazione 'Tutti giù per terra!', come è stata battezzata, è iniziata lo scorso maggio con la denuncia di una madre. Le telecamere installate nella scuola, su autorizzazione della procura, hanno riscontrato 52 episodi di maltrattamenti. Le maestre si trovano ora ai domiciliari. Le telecamere, in alta risoluzione, sono state installate nelle aule didattiche, nei corridoio, nella mensa e persino nella palestra della scuola per l'infanzia. Una ventina gli episodi di maggiore gravità. Secondo le indagini della Squadra Mobile di Vercelli, le tre maestre, che nei prossimi giorni verranno interrogate dal gip, avevano generato un vero e proprio stato di terrore all'interno delle classi.

02:34CC Firenze, ragazze sentite per oltre 12 ore

(ANSA) - FIRENZE, 22 NOV - Dodici ore e mezzo la durata-record dell'incidente probatorio all'aula bunker di Firenze sul caso della denuncia di due carabinieri per violenza sessuale contro due studentesse americane il 7 settembre scorso in città. Sono state sentite le due ragazze dal Gip Mario Profeta in lunghe deposizioni durate rispettivamente circa 7 ore la prima e cinque ore e mezzo la seconda. All'uscita dell'aula gli avvocati hanno sottolineato che sono state fatte solo brevi pause per necessità personali. L'incidente probatorio è cominciato stamani alle 10 e si è concluso intorno alle 22.30. Al termine del fuoco di fila delle centinaia di domande fatte dal gip, comunque meno di quelle proposte della difesa, secondo gli avvocati delle due giovani statunitensi, 19 e 21 anni, si è rafforzata l'ipotesi di reato. La difesa ha insistito sulla tesi di un rapporto consenzienti, che le ragazze hanno negato decisamente per tutta la deposizione, tra pianti e malori.

01:25Champions:Nainggolan,dopo loro gol ci siamo un po’ sfasciati

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - "Di Francesco ha detto che non dobbiamo pensare di essere diventati tutti bravi? Se il mister ha detto così avrà avuto i suoi motivi. Io penso che abbiamo fatto un buon primo tempo. Potevamo sfruttare meglio l'ultimo passaggio e poi dopo il loro gol ci siamo un po' sfasciati''. Nonostante il ko con l'Atletico, ai microfoni di "Premium Champions", il centrocampista della Roma Radja Nainggolan vede il bicchiere mezzo pieno: ''Però all'inizio del girone nessuno avrebbe detto che ci saremmo giocati la qualificazione contro il Qarabag all'ultima giornata. Rispetto all'andata ci siamo difesi molto, avevamo più paura di sbagliare, ora abbiamo la possibilità di passare e abbiamo giocato con più personalità''. ''Simeone ha detto che sarei un giocatore straordinario per l'Atletico Madrid? Sono sempre belle parole ma io sono qui, sono felice di rappresentare questa squadra. Ho fatto una scelta chiara due anni fa e l'anno scorso e non vedo perché dovrei cambiare squadra''.

01:20Champions: Allegri, molto importante non aver subito gol

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - "Le critiche servono a migliorare a riflettere sugli errori. E' stata un partita bella tatticamente, abbiamo subito pochissimo e avevamo davanti un Barcellona che quest'anno difende molto meglio''. Ai microfoni di 'Premium Champions', l'allenatore della Juventus Massimiliano Allegri analizza lo 0-0 contro il Barcellona: ''Nel primo tempo abbiamo avuto delle situazioni favorevoli, mentre nella ripresa ci hanno concesso meno anche se qualcosa abbiamo creato. Non dimentichiamoci che giocavamo contro il Barcellona. L'atteggiamento mi è piaciuto, in queste partite bisogna difendere tutti, abbiamo giocato a tre dietro ma in sostanza i giocatori erano gli stessi delle ultime gare però stasera tutti hanno difeso. Non mi interessava il risultato, mi interessava l'atteggiamento, dovevamo metterci il cuore: se la Juve difende come sa non prende gol''. ''Ora - aggiunge Allegri - da qui fino al 6 gennaio avremo dei giorni per allenarci con continuità per poter migliorare il gioco''

00:45Champions: qualificate agli ottavi Chelsea e Barcellona

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - Dopo i match di questa sera della quinta giornata della fase a gironi della Champions League passano agli ottavi di finale con un turno d'anticipo il Chelsea e il Barcellona, le formazioni dei gironi di Roma e Juventus.

00:43Champions: Valverde’Messi in panchina? Anche lui riposa’

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - ''Ci sono momenti in cui nonostante l'enorme qualità Messi ha bisogno di riposare in una partita dura come quella contro la Juve''. Il tecnico del Barcellona Ernesto Valverde spiega così la sua decisione di lasciare Leo Messi inizialmente in panchina nel match di Champions a Torino contro la Juventus. ''Siamo felici per la qualificazione - aggiunge Valverde ai microfoni di Mediaset Premium - abbiamo cercato di dominare il gioco anche se abbiamo sofferto, giocare con la Juve non è mai semplice''.

00:37Champions: Di Francesco, vinto chi aveva più rabbia

(ANSA) - ROMA, 22 NOV - "E' stata una partita equilibrata, fino al loro gol: ha vinto alla fine chi aveva piu' rabbia". E' la disamina della partita con l'Atletico Madrid da parte di Eusebio Di Francesco. "Nel primo tempo abbiamo recuperato tanti palloni, ma per la squadra che siamo abbiamo fatto troppi errori - le parole del tecnico della Roma, a Mediaset Premium - Ci vuole più cattiveria, non solo in fase difensiva ma anche nell'ultimo passaggio". Di Francesco ha negato che la Roma abbia 'mollato' dopo il derby. "Euforia da derby? L'euforia fa bene, la presunzione no: dobbiamo essere più cattivi, questa è la lezione di stasera".

Archivio Ultima ora