Mazzette in questura a Modena per il permesso di soggiorno

(ANSA) – MODENA, 19 MAG – Corruzione e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina; due poliziotti indagati, due stranieri arrestati e perquisizioni per altre nove persone iscritte nel registro. Sono questi i contorni di un’operazione condotta ‘internamente’ dalla squadra mobile della polizia di Stato di Modena nell’ufficio immigrazione della questura, dove è stato stroncato un giro di mazzette per permessi di soggiorno, che si reggeva su matrimoni combinati ad hoc tra donne italiane e clandestini da regolarizzare. L’indagine, nata nel 2016, ha a appurato almeno una ventina di casi in sette mesi. Un poliziotto addetto al rilascio dei permessi di soggiorno è stato interdetto dai pubblici uffici, con sospensione immediata e ritiro di distintivo ed arma di ordinanza. Un secondo agente risulta inoltre indagato a piede libero, così come altri nove tra italiani e stranieri. (ANSA).

Condividi: