Giro: Gaviria poker ad alta velocità, italiani a guardare

Pubblicato il 19 maggio 2017 da ansa

TORTONA (ALESSANDRIA). – Fernando Gaviria si conferma signore e padrone dello sprint, trionfando anche nell’ultimo arrivo in volata proposto dal 100/o Giro d’Italia. Prima della fine delle ‘vacanze’, a Tortona, l’uomo-jet venuto dalla Colombia ha dato un’ulteriore dimostrazione di forza, ma soprattutto di lucidità e determinazione, mettendosi tutti alle spalle. Gaviria, ai -150 metri, era in evidente ritardo dagli uomini che si erano lanciati a tutta per portare a termine la volata, ma è riuscito ugualmente a trovare uno spiraglio a destra e ha bruciato tutti, procedendo a velocità doppia verso lo striscione dell’arrivo.

Un’impressionante dimostrazione di forza, che la dice lunga sulle capacità di questo 22enne, già vittorioso nell’ultima tappa in Sardegna, a Cagliari; nell’ultima in Sicilia, a Messina; ieri, a Reggio Emilia; oggi, nella terra di Fausto Coppi.

A pochi chilometri da dove sorge il museo dedicato all’Airone di Castellania, da dove domani scatterà la 14/a tappa, si è imposto l’uomo del momento. Gaviria, per forza, coraggio, esplosività e determinazione, ricorda il primo Mark Cavendish. Nato in una terra di scalatori, su sua stessa ammissione, ha sempre amato la velocità. Viene dalla pista, è pluriridato dell’Omnium, la specialità più varia ed eclettica del ciclismo indoor.

Nato in un Paese dove i corridori sono abituati a guardare la strada dal basso verso l’alto, come Quintana, Uran, Chaves, Betancur, Gaviria ha da subito capito qual era la strada da seguire. “Le salite non mi piacciono – ha sempre detto – e io voglio vincere”.

Anche se le salite non sono di suo gradimento, da domani dovrà stringere i denti, nel tentativo di portare la maglia ciclamino di leader della classifica a punti fino al traguardo di Milano. Dovrà scalare i giganti delle Dolomiti, Gaviria, per andare oltre le vittorie di tappa e cucirsi addosso la maglia che, più di ogni altro, ha meritato.

Intanto continua il digiuno degli italiani, mai così a mani vuote in un’edizione della corsa rosa. E domani ricomincia la ‘scalata verso il cielo’, con il primo appuntamento sulla vetta dove Pantani nel 1999 volò letteralmente, partendo da ultimo – dopo essere stato fermato da un incidente meccanico – e superando come birilli tutti i rivali. Un’impresa che che gli è valsa l’intitolazione della montagna sulla quale sorge il santuario di Oropa. Il ‘Pirata’ guarderà dall’alto i propri successori, il campionissimo Coppi dal basso, visto che la corsa scatta dalla ‘sua’ Castellania.

Italiani sempre a caccia della prima vittoria e big, dopo due giorni di parziale riposo, ‘cullati’ verso il traguardo dalle rispettive squadre, pronti a darsi battaglia nel nome della ‘rosa’. Quintana contro Nibali, Pinot contro Mollema e tutti all’assalto della leadership di Tom Dumoulin, l’olandese che per il terzo giorno dispensa sorrisi e sguardi ammiccanti con la maglia rosa addosso.

All’assalto non parteciperà Geraint Thomas, capitano del Team Sky, non presente al via di Reggio Emilia a causa dei postumi della caduta di domenica ai piedi della salita del Blockhaus. Con lui in strada sarebbe stata tutta un’altra cosa, ma è difficile sconfiggere le maledizioni e il Team Sky al Giro se ne porta una addosso da sempre.

(dell’inviato Adolfo Fantaccini/ANSA)

Ultima ora

12:07Camorra:donna uccisa a Napoli, era ‘manovale’ clan Formicola

(ANSA) - NAPOLI, 23 GEN - Era considerata una 'manovale' del clan Formicola, Annamaria Palmieri, la donna uccisa ieri sera nel quartiere San Giovanni a Teduccio, alla periferia di Napoli, con tre colpi di arma da fuoco al volto. Le indagini, condotte dagli agenti Squadra Mobile di Napoli, diretti da Luigi Rinella, sono in corso. L'agguato, di chiaro stampo camorristico, potrebbe essere stato messo in atto per uno sgarro che la donna avrebbe potuto fare al clan o anche per un avvertimento 'esterno', di un altro clan quindi, diretto ai Formicola. Palmieri, 54 anni, si occupava degli affari del clan non in un ruolo di primo piano. Qualcuno l'ha attesa nei pressi della casa del figlio, in via dell'Alveo Artificiale, e l'ha uccisa proprio come se fosse un boss.

12:02Ciclismo: Giro Islanda in solitaria, nuova impresa Di Felice

(ANSA) - ROMA, 23 GEN - Archiviato con successo il "giro d'Italia in solitaria" (3.600 km in appena 9 giorni), Omar Di Felice, 37enne fondista romano, si appresta a compiere una nuova straordinaria impresa. Sabato 27 gennaio, infatti, partirà per l'Islanda dove, questa volta completamente da solo e senza auto di supporto al seguito, percorrerà in 9 giorni il periplo dell'isola lungo i 1.400 km della Ring Road, la suggestiva e pittoresca Route 1. Si tratta di una sorta di allenamento invernale, solo con il bagaglio minimo necessario per 'l'esplorazione in solitaria' dell'Islanda, affrontando lo SkeiÐarársandur, una vasta distesa di sabbia e detriti fluviali, soggetta a frequenti inondazioni di origine glaciale e vulcanica. Per evitare poi la temuta galleria di HvalfjörÐur, un tunnel di 6 km ad una profondità di 165 metri sotto il livello del mare, che di recente si è allagato per un'eruzione vulcanica, Omar Di Felice sarà costretto ad allungare il tracciato di 100 km.

12:01Calcio: Costa dedica gol a Dybala che ringrazia,torno presto

(ANSA) - TORINO, 23 GEN - Una 'dybalamask', il gesto di esultanza di Paulo Dybala, per festeggiare il gol partita della Juventus contro il Genoa. E' la speciale dedica che Douglas Costa ha riservato al compagno di squadra infortunato, che sui social ricambia la gentilezza. "Grazie @douglascosta per il gol e per questa #dybalamask l'originale torna presto", scrive la 'Joya' regalando ai tifosi bianconeri qualche speranza sul suo pronto rientro. "Dopo una settimana di lavoro era importante prendere tre punti", è invece la gioia su Twitter di Benatia. "Siamo tornati con una vittoria", gli fa eco Khedira sempre su Twitter, dove Giorgio Chiellini rafforza il concetto: "vittoria importante dopo la sosta". "Riprendiamo il nostro cammino con una vittoria fondamentale e con la nostra solita ambizione" è il messaggio su Twitter di Marchisio, reduce da un problema muscolare ma che, come annunciato da Allegri, giovedì sarà aggregato nuovamente al gruppo.

11:41Valanghe: elicotteri evacuano turisti in valle Lunga

(ANSA) - BOLZANO, 23 GEN - E' in corso l'evacuazione di un albergo e alcune case in valle Lunga, in alta val Venosta. La scorsa notte una slavina è scesa nei pressi dell'albergo Langtauferer Hof. Le masse nevose hanno anche sfiorato il maso didattico Erlebnisschule a Melago. Davanti all'albergo è stata istituita una piazzola di atterraggio per gli elicotteri. In mattina è prevista l'evacuazione con gli elicotteri di 75 turisti e qualche decina di abitanti della zona. La situazione è comunque tranquilla e i turisti sono sereni, racconta chi è sul posto.

11:17Tennis:Australia,Edmund sorprende Dimitrov, semifinale è sua

(ANSA) - ROMA, 23 GEN - Cominciano con una sorpresa anche i quarti maschili a Melbourne. Con la sconfitta inattesa del numero tre del mondo Grigor Dimitrov. Il bulgaro ha ceduto per 6-4 3-6 6-3 6-4 al britannico Kyle Edmund, numero 49 del ranking mondiale, mai così avanti in uno Slam. Ora il 23enne nato a Johannesburg, che aveva eliminato anche l'azzurro Andreas Seppi, attende il vincente di Nadal-Cilic.

11:15Calcio: Allegri respinge critiche,’contano solo i tre punti’

(ANSA) - TORINO, 23 GEN - "I tre punti sono l'unica cosa che importa": Massimiliano Allegri allontana così dalla sua Juventus le critiche per la vittoria di misura contro il Genoa. "Rientrare dalle soste è sempre complicato", osserva su Twitter il tecnico bianconero, secondo cui "nella maratona della serie A serve un ritmo costante". Proprio quello tenuto dalla Juve, che pur non brillando con i tre punti resta in scia al Napoli.

11:13Tennis: Australia, Svitolina ko, Mertens vola in semifinale

(ANSA) - ROMA, 23 GEN - Sono cominciati col botto i quarti di finale degli Australian Open femminili a Melbourne: Elise Mertens ha infatti rispedito a casa Elina Svitolina concedendole appena quattro game. E' la prima tennista belga a raggiungere una semifinale Slam da Kirsten Flipkens (Wimbledon 2013) e la prima a riuscirci Down Under dopo Kim Clijsters (2012). Giovedì, nella sua prima semifinale Major in carriera, la Mertens troverà dall'altra parte della rete la vincente di Wozniacki-Suarez Navarro. Mercoledì gli altri due quarti con le sfide Halep-Pliskova e Kerber-Keys.

Archivio Ultima ora