La Commissione per la Costituente si incontra con la Cev

La Conferencia Episcopal Venezolana (CEV) indicó que la libertad de los presos políticos es un derecho humano no negociable.
La Conferencia Episcopal Venezolana (CEV) indicó que la libertad de los presos políticos es un derecho humano no negociable.

CARACAS. –  L’incontro è servito al governo per presentare il progetto di Costituente del Presidente Maduro alla Cev. Un loro obiettivo è che ci sia la Chiesa Cattolica tra i membri della Costituente perciò un avvicinamento tra le due parti è essenziale. Si sono presentati Elías Jaua, Aristóbulo Istúriz, Noelí Pocaterra, Adán Chavez e Isaias Rodríguez. E sono stati ascoltati, come volevano, dai rappresentanti della Cev. con il loro Presidente l’Arcivescovo di Cumaná, Monsignore Diego Rafael Padrón Sánchez.

La posizione della Cev su questo tema è pubblica, difatti sostiene che non è necessario cambiare la Costituzione ma bisogna compiere quella che vige dal 1999. Monsignor Padrón Sánchez, ha informato che l’incontro è servito per smontare alcune barriere che hanno impedito il dialogo tra le due parti finora. Ed è probabile che si possano organizzare altri incontri tra la Cev ed il governo, con l’obiettivo di non abbandonare il popolo. “Potremmo continuare a conversare con il governo”, ha concluso Monsignor Padron.

Monsignor Padrón Sánchez è stato molto sommario nei suoi commenti. Bisognerà capire se questo primo incontro sia servito a qualcosa per avvicinarsi ad una rappacificazione del paese. Si capirà se ci saranno altri incontri.