G7: settemila agenti e militari per il vertice, ecco le misure

Taormina: Forze dell'Ordine per il G7
Taormina: Forze dell’Ordine per il G7

ROMA. – Conto alla rovescia per il G7 Taormina, che il 27 ed il 28 riunirà a Taormina i capi di Stato e di Governo dei Paesi più industrializzati. Circa settemila tra forze dell’ordine e militari presidieranno l’evento. Il punto finale è stato fatto al Viminale nel corso di una riunione del Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal ministro dell’Interno, Marco Minniti. Con lui i vertici di forze di polizia e servizi, oltre al capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano ed al prefetto di Messina.

Non ci sono segnali di allarme particolare, nè sul fronte del rischio di attentati terroristici nè su quello di una degenerazione delle manifestazioni di protesta. E’ stato tuttavia deciso il “mirato potenziamento e l’intensificazione delle attività necessarie ad innalzare gli standard di sicurezza nelle località interessate a diverso titolo dal Summit e comunque in tutto il Paese”.

Minniti, in particolare, ha sottolineato “l’importanza del massimo coordinamento tra tutte le componenti impegnate nell’attività di prevenzione e controllo, al fine di garantire la piena efficacia e flessibilità del dispositivo”. Il Comitato di analisi strategica antiterrorismo, con membri delle forze di polizia e dei servizi, ha intensificato gli scambi informativi sulle potenziali minacce.

Il potenziamento delle attività di sicurezza, di prevenzione e controllo dei siti e degli obiettivi sensibili sarà assicurato attraverso un dispositivo che prevede l’impiego a Taormina di oltre 7.000 unità di Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza e forze armate (con un contingente aggiuntivo di 2.900 militari).

La ‘macchina’ della sicurezza è in moto da tempo. Lo scorso 10 maggio è scattata la sospensione di Schengen con il ripristino dei controlli alla frontiera. In vigore anche l’indicazione di non far attraccare in Sicilia le navi che trasportano migranti, per non gravare le forze di polizia impegnate nella sicurezza del vertice. Ma l’ondata di soccorsi degli ultimi due giorni (quasi 4mila salvati) non ha consentito il rispetto della disposizione e così domani una nave con 740 persone a bordo arriverà al porto di Augusta (Siracusa).

Da lunedì prossimo saranno istituite a Taormina un’Area ad accesso riservato e una Zona di massima sicurezza, alle quali potranno accedere solo agenti e persone in possesso dell’apposito badge. La prima area ricopre praticamente tutta la città. La seconda coincide con la zona dove si svolgerà il vertice e saranno alloggiati i leader. Saranno attivi anche divieti di navigazione davanti a Taormina.

Il corteo degli anti-G7 è in programma il 27 pomeriggio a Giardini Naxos. Annunciati arrivi da tutta Italia. Dalla galassia degli antagonisti sono giunte proteste per una serie di ‘fermi preventivi’ contro alcuni militanti che non consentiranno loro di essere presenti alla manifestazione. Non dovrebbe essere nutrita la partecipazione di antagonisti dall’estero, che invece si mobiliteranno in massa per la riunione del G20 in programma ad Amburgo il 7 e l’8 luglio prossimi.

Condividi: