Sicilia: 129 comuni al voto, oltre 1,6 milioni di elettori

Pubblicato il 19 maggio 2017 da ansa

PALERMO. – Sul voto alle comunali in Sicilia pesano le ombre di Trapani, dove due dei cinque candidati sindaci hanno problemi con la giustizia e le loro candidature sono in bilico, ma anche le divisioni nel centro sinistra a cui fanno da contraltare le ricomposizioni nel centrodestra. Si vota per i sindaci e le amministrazioni locali ma s’intravede in questa tornata elettorale un test per le regionali del 5 novembre. E poi si attende una verifica sulla forza elettorale dei Cinque stelle.

Dunque è un voto dai molti significati quello che domenica 11 giugno (i ballottaggi sono fissati per il 25 giugno) esprimeranno gli elettori di 129 comuni con una popolazione complessiva di un milione e 663 mila abitanti. Due i capoluoghi interessati, Palermo e Trapani. Sedici i centri in cui si vota con il sistema proporzionale. Secondo la nuova legge elettorale, nei centri con oltre 15 mila abitanti scende al 40 per cento il quorum per l’elezione diretta. Previsto anche l’effetto trascinamento: il voto alla lista si trasferisce immediatamente al candidato collegato ma non viceversa.

Palermo è il terreno dello scontro più cruento con otto candidati che adesso si sono ridotti a sei: Leoluca Orlando in corsa per la riconferma; Fabrizio Ferrandelli attorno al quale il centro destra ha ritrovato l’unità e anche l’appoggio dell’ex governatore Totò Cuffaro; Ugo Forello del M5S; Ismaele La Vardera sostenuto da Fratelli d’Italia e dalla Lega di Salvini; Nadia Spallitta appoggiata da Verdi e associazioni della società civile; Ciro Lomonte del movimento “Siciliani liberi”. Francesco Messina del “Centro riformista” ha visto la sua lista esclusa per problemi legati alle firme mentre Marco Lo Bue ha ritirato la candidatura.

Il duello più duro è tra Orlando e Ferrandelli, ex deputato regionale Pd e poi leader del gruppo di “coraggiosi”. Forello è il terzo incomodo. Orlando e Ferrandelli hanno messo in capo sette liste ciascuno, gli altri ne hanno solo una. A Palermo non compare il simbolo del Pd che non è presente in molti centri: è il segno di una divisione che ha portato pezzi dei dem a schierarsi al fianco di candidati diversi. E’ accaduto a Lampedusa (dove l’uscente Giusy Nicolini dovrà vedersela con altri tre concorrenti tra cui il dem Salvatore Martello, Sciacca, Termini Imerese, Pozzallo, Misterbianco.

E poi c’è il caos di Trapani. Il centro destra era diviso tra l’ex sottosegretario e deputato di Forza Italia Antonio D’Alì e il deputato regionale ex Forza Italia Girolamo Fazio. Sono stati travolti da una bufera giudiziaria: per D’Alì la Dda palermitana ha chiesto l’obbligo di soggiorno mentre Fazio, sostenuto anche da gruppi imprenditoriali tra cui quello che gestisce il Trapani calcio appena retrocesso in Lega Pro, è stato arrestato. Ufficialmente non hanno rinunciato alla candidatura anche perchè in ballo ci sono centinaia di aspiranti consiglieri comunali. In corsa sicuramente restano Pietro Savona (Centrosinistra), Marcello Maltese (M5s) e Giuseppe Marascia.

Ultima ora

22:56Voto Gb: Corbyn, ‘con noi non ci sarà Brexit senza accordo’

(ANSA) - LONDRA, 29 MAG - La Brexit ci sarà, ma non avverrà "senza un accordo" con l'Ue se al governo in Gran Bretagna andrà il Labour. Lo ha detto il leader laburista, Jeremy Corbyn, nel dibattito televisivo elettorale a distanza di stasera, assicurando di voler "rispettare il risultato del referendum", ma di voler negoziare anche "un accordo di libero scambio con Bruxelles" e mantenere rapporti stretti con l'Europa. Il leader laburista si è poi detto pronto a pagare all'Ue "quanto legalmente dovuto" per il divorzio. Quanto all'immigrazione, Corbyn ha infine detto di ritenere "probabile" una leggera riduzione dell'immigrazione, ma senza fare alcuna promessa di limitarla. Secondo Corbyn, l'attentato di Manchester è stato un gesto orribile e non ci sono giustificazioni per chi la commesso, ma deve suggerire anche una revisione della politica estera, che "non significa una politica estera più soft", bensì una politica che punti a stabilizzare i Paesi devastati da guerre e interventi militari, come la Siria e la Libia.

21:29Auto ‘impazzita’ travolge 5 persone a Roma, 2 gravi

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - Un'auto ha travolto 5 pedoni stasera a Roma. E' accaduto in via dei Colli Portuensi. I 5 feriti sono stati trasportati in ospedale dal 118 di Roma. Secondo quanto si è appreso, il più grave è un ragazzo di circa 30 anni rimasto incastrato sotto le ruote della macchina. Trasportata in ospedale in codice rosso anche una donna con vari traumi alla schiena. Gli altri tre sembrerebbero meno gravi. Sul posto polizia e polizia locale per i rilievi. Alla guida della Smart c'era una donna. Non si esclude che possa aver avuto un malore.

21:20Tennis: Roland Garros, Fognini al secondo turno

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - Anche Fabio Fognini si aggiunge alla piccola pattuglia di azzurri che ha raggiunto il secondo turno al Roland Garros. Il tennista ligure e' riuscito solo al quinto set ad avere ragione del giovane statunitense Frances Tiafoe, col punteggio di 6-4, 6-3, 3-6, 1-6, 6-0, in due ore e 45 minuti di gioco. L'incrocio del tabellone lo porta ad affrontare un altro italiano, Andreas Seppi.

21:02Totti: Spalletti “Francesco vuole fare vicepresidente Roma”

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - "Totti? Gli devono far fare il vicepresidente della Roma, è quello che lui vuole. I fischi di ieri? Mi hanno fatto pagare il conto". Così Luciano Spalletti, in una intervista che andrà in onda integralmente in serata (alle ore 21) nel corso della trasmissione di Sportitalia 'La Partita Perfetta'. Il tecnico della Roma annuncerà il suo futuro domani in una conferenza stampa: "Dirò cose molto importanti, la prima di tutte è che la Roma è in Champions. Di Francesco? Ne parlerò domani..." aggiunge l'allenatore toscano, rifilando una stoccata al collega Sarri: "Il suo Napoli gioca un calcio da paradiso, ma non parli dei nostri rigori".

20:47Migranti: sbarchi 2017 a quota 60mila, +48% rispetto a 2016

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - Con i quasi diecimila arrivi negli ultimi tre giorni il conto degli sbarchi nel 2017 ha superato quota 60mila, il 48% in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, quando erano stati 40mila. Lo indicano i dati del Viminale. I nigeriani sono testa tra le nazionalità delle persone sbarcate (8.120), seguiti da bengalesi (7.567) e guineani (6.144). I minori non accompagnati sono 6.242, ma non sono ancora stati conteggiati i numerosi arrivati degli ultimi giorni. La Lombardia è sempre in testa tra le regioni per la quota di migranti8 ospitati (il 14% del totale), seguita da Campania e Lazio (9%).(ANSA).

20:45Alfano, con Renzi posizioni distanti, 1/6 Ap deciderà

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - "Le posizioni sono distanti sia sul tema della legge elettorale e sia sul tema della durata della legislatura. Sarebbe stato naturale per il Pd cercare prima un accordo con il suo alleato di governo e non con le forze che sono all'opposizione. Ho convocato la direzione nazionale del partito il primo giugno e in quella sede prenderemo le nostre decisioni". Lo afferma il leader di Ap e ministro degli Esteri Angelino Alfano parlando da Fabriano.

20:43Gb: custode zoo Cambridgeshire uccisa da una tigre

(ANSA) - LONDRA, 29 MAG - Una custode dello zoo di Hamerton nel Cambridgeshire è stata uccisa da una tigre. Ne dà notizia la polizia locale che ha evacuato e chiuso la struttura assicurando che nessun animale è fuggito. Secondo la ricostruzione, la tigre è riuscita ad entrare nella recinzione che doveva proteggere l'addetta dello zoo. I visitatori non sarebbero mai stati in pericolo.

Archivio Ultima ora