Cinque anni fa la terra tremò in Emilia, 28 morti

Pubblicato il 19 maggio 2017 da ansa

I danni provocati dalle scosse di terremoto a Finale Emilia in provincia di Modena 20 Maggio 2012.ANSA/ELISABETTA BARACCHI

BOLOGNA. – Sono passati cinque anni da quella placida notte di maggio quando la pianura padana tremò. Erano le 4.03, il 20 maggio 2012, quando un terremoto di magnitudo 5.9 sconquassò la bassa emiliana e sconvolse centri fieri e produttivi come Mirandola, Medolla, Finale Emilia, Sant’Agostino, San Felice sul Panaro, che nella loro storia avevano conosciuto tante difficoltà, ma mai la furia distruttrice di un terremoto, tanto che la zona, fino a pochi anni fa, non era nemmeno considerata sismica.

Il terremoto ha portato morte e macerie: 28 le vittime accertate, per crolli, malori e ferite. Oltre 300 furono i feriti, 45mila le persone rimaste senza casa e i danni stimati in tredici miliardi. Anche perché nove giorni dopo, il 29 maggio, due nuove scosse (una alle nove di mattina, una verso l’una) meno intense, ma ancora più distruttive, colpirono la voglia dell’Emilia di rimettersi subito in piedi, di riprendere subito a lavorare.

Furono infatti gli operai a pagare il prezzo di sangue più alto: le aziende sono diventate il simbolo della tragedia emiliana, dove tanti erano già tornati al lavoro per rimediare ai danni della prima scossa e rimettere subito in piedi un distretto che da solo produce il 2% del pil nazionale.

Ma le aziende sono state anche il simbolo della voglia di ripartire e di ricostruire tutto come era prima, di rimettere in piedi il prima possibile le produzioni di un distretto industriale che produce ed esporta prodotti di qualità nel mondo.

A cinque anni di distanza i problemi sulla ricostruzione non mancano, soprattutto nei centri storici e negli edifici monumentali. Ma la ricostruzione guidata dai commissari straordinari Vasco Errani prima, Stefano Bonaccini poi, ha fatto passi da gigante. Nove famiglie su dieci sono rientrate nelle proprie case, con tutti i moduli abitativi provvisori chiusi. 417 scuole ricostruite o risistemate e 118 costruite ex novo e tutte le pratiche di concessioni alle imprese concluse.

Per la ricostruzione privata – case, uffici, negozi, imprese – sono stati concessi complessivamente contributi per 3,9 miliardi, di cui 1,1 negli ultimi dodici mesi. Sono stati completati i lavori in 5.157 cantieri, con il ripristino di oltre 12.300 abitazioni e 3.500 attività commerciali. E l’economia del territorio cresce a ritmi molto più sostenuti della media nazionale.

Tante saranno, domani, le occasioni per ricordare il giorno che cambiò per sempre la storia della bassa emiliana, nelle province di Modena, Ferrara, Reggio Emilia, Bologna e Mantova. Anche se la ricorrenza più solenne sarà quella del 29 maggio, in occasione della seconda scossa, quando arriverà per il suo omaggio alle vittime, ma anche per l’applauso a chi ha saputo ripartire, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella che a Mirandola visiterà il polo scolastico e parteciperà a un convegno organizzato dalla Regione, e poi a Pieve di Cento, inaugurerà la scuola di musica.

(Di Leonardo Nesti/ANSA)

Ultima ora

22:56Voto Gb: Corbyn, ‘con noi non ci sarà Brexit senza accordo’

(ANSA) - LONDRA, 29 MAG - La Brexit ci sarà, ma non avverrà "senza un accordo" con l'Ue se al governo in Gran Bretagna andrà il Labour. Lo ha detto il leader laburista, Jeremy Corbyn, nel dibattito televisivo elettorale a distanza di stasera, assicurando di voler "rispettare il risultato del referendum", ma di voler negoziare anche "un accordo di libero scambio con Bruxelles" e mantenere rapporti stretti con l'Europa. Il leader laburista si è poi detto pronto a pagare all'Ue "quanto legalmente dovuto" per il divorzio. Quanto all'immigrazione, Corbyn ha infine detto di ritenere "probabile" una leggera riduzione dell'immigrazione, ma senza fare alcuna promessa di limitarla. Secondo Corbyn, l'attentato di Manchester è stato un gesto orribile e non ci sono giustificazioni per chi la commesso, ma deve suggerire anche una revisione della politica estera, che "non significa una politica estera più soft", bensì una politica che punti a stabilizzare i Paesi devastati da guerre e interventi militari, come la Siria e la Libia.

21:29Auto ‘impazzita’ travolge 5 persone a Roma, 2 gravi

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - Un'auto ha travolto 5 pedoni stasera a Roma. E' accaduto in via dei Colli Portuensi. I 5 feriti sono stati trasportati in ospedale dal 118 di Roma. Secondo quanto si è appreso, il più grave è un ragazzo di circa 30 anni rimasto incastrato sotto le ruote della macchina. Trasportata in ospedale in codice rosso anche una donna con vari traumi alla schiena. Gli altri tre sembrerebbero meno gravi. Sul posto polizia e polizia locale per i rilievi. Alla guida della Smart c'era una donna. Non si esclude che possa aver avuto un malore.

21:20Tennis: Roland Garros, Fognini al secondo turno

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - Anche Fabio Fognini si aggiunge alla piccola pattuglia di azzurri che ha raggiunto il secondo turno al Roland Garros. Il tennista ligure e' riuscito solo al quinto set ad avere ragione del giovane statunitense Frances Tiafoe, col punteggio di 6-4, 6-3, 3-6, 1-6, 6-0, in due ore e 45 minuti di gioco. L'incrocio del tabellone lo porta ad affrontare un altro italiano, Andreas Seppi.

21:02Totti: Spalletti “Francesco vuole fare vicepresidente Roma”

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - "Totti? Gli devono far fare il vicepresidente della Roma, è quello che lui vuole. I fischi di ieri? Mi hanno fatto pagare il conto". Così Luciano Spalletti, in una intervista che andrà in onda integralmente in serata (alle ore 21) nel corso della trasmissione di Sportitalia 'La Partita Perfetta'. Il tecnico della Roma annuncerà il suo futuro domani in una conferenza stampa: "Dirò cose molto importanti, la prima di tutte è che la Roma è in Champions. Di Francesco? Ne parlerò domani..." aggiunge l'allenatore toscano, rifilando una stoccata al collega Sarri: "Il suo Napoli gioca un calcio da paradiso, ma non parli dei nostri rigori".

20:47Migranti: sbarchi 2017 a quota 60mila, +48% rispetto a 2016

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - Con i quasi diecimila arrivi negli ultimi tre giorni il conto degli sbarchi nel 2017 ha superato quota 60mila, il 48% in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, quando erano stati 40mila. Lo indicano i dati del Viminale. I nigeriani sono testa tra le nazionalità delle persone sbarcate (8.120), seguiti da bengalesi (7.567) e guineani (6.144). I minori non accompagnati sono 6.242, ma non sono ancora stati conteggiati i numerosi arrivati degli ultimi giorni. La Lombardia è sempre in testa tra le regioni per la quota di migranti8 ospitati (il 14% del totale), seguita da Campania e Lazio (9%).(ANSA).

20:45Alfano, con Renzi posizioni distanti, 1/6 Ap deciderà

(ANSA) - ROMA, 29 MAG - "Le posizioni sono distanti sia sul tema della legge elettorale e sia sul tema della durata della legislatura. Sarebbe stato naturale per il Pd cercare prima un accordo con il suo alleato di governo e non con le forze che sono all'opposizione. Ho convocato la direzione nazionale del partito il primo giugno e in quella sede prenderemo le nostre decisioni". Lo afferma il leader di Ap e ministro degli Esteri Angelino Alfano parlando da Fabriano.

20:43Gb: custode zoo Cambridgeshire uccisa da una tigre

(ANSA) - LONDRA, 29 MAG - Una custode dello zoo di Hamerton nel Cambridgeshire è stata uccisa da una tigre. Ne dà notizia la polizia locale che ha evacuato e chiuso la struttura assicurando che nessun animale è fuggito. Secondo la ricostruzione, la tigre è riuscita ad entrare nella recinzione che doveva proteggere l'addetta dello zoo. I visitatori non sarebbero mai stati in pericolo.

Archivio Ultima ora