Nuova protesta del settore salute per martedì 22 maggio

Caracas. – Durante un incontro con la stampa, il deputato all’Assemblea Nazionale per il Tavolo dell’Unità Democratica, José Manuel Olivares, ha esortato tutti i medici e gli operatori del settore, a prendere parte alla manifestazione nazionale organizzata per il prossimo martedì 22 fino alla sede del Ministero della Sanità. A Caracas il corteo partirà da Parque del Este e nella provincia i cortei si recheranno fino le sedi del Governatore o delle Direzioni della Sanità Regionale.
La manifestazione del settore salute per il 22 è un’altra delle tante che hanno fatto. Di già questa settimana i medici avevano protestato davanti le porte dei cinque ospedali pubblici di Caracas. Ma finora sembra che le proteste siano servite a ben poco. La situazione della Sanità peggiora con il passar dei giorni.
Olivares è stato categorico nell’affermare che “oggigiorno non c’è un venezuelano che non abbia dovuto pagare per farsi un esame medico. Negli ospedali pubblici non ci sono farmaci per curare i pazienti.” Durante l’accorato appello fatto alle autorità perché risolvano il problema, Olivares ha ricordato i ragazzini che sono morti per la mancanza di farmaci: Oliver Sanchez, di anni 8, Victoria Lara, di anni 14 e Samuel Becerra di anni 12, tra i casi che si sono resi pubblici.
“Tra le tante ragioni che abbiamo per protestare, vi aggiungo queste tre morti” ha aggiunto Olivares davanti ai giornalisti. “Ormai non è solo la repressione del Presidente Nicolas Maduro la causa di molti decessi, ma lo è anche la repressione sociale dovuta alla scarsità di farmaci.” Ha concluso Olivares.

Condividi: