Il teorema dei Codici che ci svela i segreti del Lotto

Pubblicato il 23 maggio 2017 da redazione

ROMA – Il legame tra uomo e numeri è sempre stato fondamentale. Più volte si è parlato di esso per spiegare alcuni eventi della vita che non sono dovuti al caso, ma prevedibili. Lo sa bene Luigi Barone, giornalista ed esperto di numeri di Eboli, la cui Teoria dei Codici sta riscuotendo l’attenzione di molti sia in Italia che all’estero. Al centro del suo teorema, la possibilità tangibile di calcolare preventivamente dei numeri in estrazione.

Per questa ragione, la teoria di Luigi Barone non è solamente d’interesse scientifico, bensì pubblico, in quanto essa dimostra come molti giochi di interesse comune non siano lasciati al caso, e come per vincere si debba seguire uno schema ben definito. Luigi ha raccolto tutte queste informazioni nel suo nuovo libro “Il Predittore” e oggi prova a spiegarci di cosa si tratta.

Quando e come è nata la tua passione per la matematica e per la formulazione del teorema che oggi sta riscuotendo molto successo?

“Da ragazzo, all’incirca quando avevo 14 anni, il mio professore di matematica si meravigliava di me, perché svolgevo le operazione aritmetiche ed equazioni, senza conoscere le tabelline, o una parte di esse. Sta di fatto che svolgevo i calcoli anche velocemente, come se tutto fosse già dentro di me; avevo tutto un modo mio di arrivare alla soluzione. La passone per i numeri è stata la conseguenza della lettura di un libro dal titolo Il Quadrato Intellettuale di Pico della Mirandola: da qual momento non mi sono più fermato.”

Cosa ha acceso il tuo interesse verso l’ideazione di un teorema che “svelasse” i segreti del Lotto?

“Ero in campagna con il mio primo computer a calcolare i legami che potevano esistere tra un evento conosciuto e un evento futuro, per scoprire l’esistenza o meno di qualche cosa di particolare, che mi avrebbe permesso di accedere a quello che tutti desiderano: conoscere il futuro. Durante i calcoli ho potuto notare delle ripetizioni numeriche, e dopo vari tentativi ho realizzato la prima formula per calcolare gli elementi numeri ripetitivi, chiamati codici, ovvero i numeri che collegano il presente con il futuro.”

In cosa consiste il tuo Teorema dei Codici?

“LA TDC, Teoria dei Codici, consiste nel provare un numero da 1 a 90, per ottenere dall’ambo alla cinquina futura in una qualsiasi ruota. In poche parole una serie di numeri identici, che sommati di numeri precedenti ci danno i futuri – come è stato ampiamente dimostrato attraverso un software – nel quale osserviamo questa costante.”

Il tuo teorema è già comprovato da molti anni. Perchè non è stato subito preso in considerazione?

“La difficoltà non è dimostrare il teorema, ma nell’aprire la mente alle persone che vedono solo fino alla punta del proprio naso e non oltre quella. Altra difficoltà e quella che chi tiene il banco, non paga i premi in modo equo.”

Quale processo ti permette di formulare le tue tabelle? E quanto tempo richiede tutto?

“Due sono i processi per elaborare le indagini: il Modulo a 90, che calcola i 90 collegamenti matematici con l’estrazione conosciuta e la futura; e l’asse cartesiano, che ci permette di elaborare i calcoli e far emergere le duplicazioni, detti codici, che si presentano ad ogni nuova estrazione, sperando di aver colto quello giusto, nell’arco di un limite di tempo breve giocabile. In poche parole, usando le strategie giuste è solo questione di disponibilità economica per affrontare il percorso di gioco, il resto viene da solo.”

Il tuo teorema, che da un ordine al caos, è attuabile anche ad altri campi della vita?

“Ho iniziato a parlare di queste cose negli anni 80/90, di fatti negli ultimi decenni molti matematici dimostrano tali possibilità, ove anche il caos ha le sue regole”.

Quante persone ad oggi ti chiedono aiuto? E in che modo i nostri lettori possono usufruire del tuo aiuto?

“Ho conosciuto e parlato con moltissime persone, anche dall’estero, che mi hanno contattato per conoscere la teoria, o per avere dei buoni numeri. Io ho sempre fatto una divisione tra le due cose, dando ad ognuno di loro quello che realmente gli occorreva. La cosa interessante è che una buona parte delle persone con cui ho parlato era affetta da varie patologie, e nei numeri ha trovato il mezzo per mantenere sveglia la mente, incrementare anche di poco le proprie finanze e trovare il modo di distrarsi dai loro problemi di salute, allontanandosi anche dal gioco compulsivo, giocando un biglietto solo a calcoli terminati per non perdere la speranza.”

Luigi Barone

Hai pubblicato articoli e libri che ruotano intorno alle tue scoperte e ai tuoi teoremi: a chi si rivolgono?

“Ho pubblicato molti articoli in materia e alcuni libri sulla teoria; l’ultimo, intitolato Il Predittore, è nato come libro di testo, avendo già in passato elaborato delle lezioni a fascicoli per insegnare la teoria e portare le persone a conoscenza che esistono mezzi validi per prevedere. Ma questi mezzi sono la matematica, la teoria dei codici; non di certo attraverso i sogni o la cabale.”

In molti prima di te hanno provato a dare delle dritte per vincere al Lotto, moltissimi sono ciarlatani che purtroppo guadagnano sulle spalle di persone disperate. Come possiamo evitare di cadere in questi trucchetti?

“Le persone in momenti di necessità fanno di tutto pur di arrivare a sperare di guadagnare velocemente e quindi è facile cadere in raggiri e trucchi. Il problema è anche della non conoscenza di come quando dove e perché le cose funzionano o non funzionano. Grazie alla teoria dei codici che dimostra fatti reali ripetitivi e verificabili da tutti, basta saper fare le quattro operazioni aritmetiche”.

Quale è stato ad oggi il montepremi più alto che è stato vinto grazie a te?

“Quello che conosco è che tutti hanno vinto sempre, ma nessuno ti viene a dire quanto ha vinto, con timore di dover dare una percentuale, cosa che io non ho mai chiesto né pensato di fare! Anche perché quando desidero tentare la fortuna ho il sistema e sono il suo creatore. Ma non mi è mai piaciuto guadagnare tanto, sempre poco ma spesso. Quello che so di certo è che ogni anno guadagnavano dai 15 a 35 milioni di lire, costantemente all’anno, poiché la teoria dei codici si posiziona come nuovo mezzo d’investimento.”

Altre persone hanno scoperto un teorema simile al tuo in altre parti del mondo?

“Nel mio archivio di testi antichi dal 1800 al 1900 ce ne sono alcuni che operano con la teoria dei codici, ma nulla di concreto o di tangibile. Di fatti inserendo i dati delle analoghe estrazioni posso vedere i loro errori e valutarne il giusto peso di considerazione, ma per quei tempi erano già calcoli straordinari, perlopiù fatti da gente facoltosa, istruita e maggiormente da monaci. Ci sono stati matematici, che per altri motivi, hanno fatto gli stessi pensieri, ma legati più a dimostrare altre cose – che ho descritto nel libro; fino ad arrivare a tanti film famosi che trattano di codici, ma mai così vicino e matematico per trattare il gioco aleatorio.”

Quali consigli puoi dare ai nostri lettori e a tutte le persone a cui spesso sfugge di mano il controllo che hanno su loro stessi quando si tratta di giochi d’azzardo?

“Il primo consiglio è seguire i pronostici gratuitamente sul sito www.abcdeinumeri.it , e seguire le nostre istruzioni. Per coloro che desiderano diventare dei predittori possono prendere le 8 lezioni attraverso una donazione di 3 euro a lezione. E poi ovviamente c’è il libro per chi si fosse interessato a quanto detto!”

Cosa speri per il tuo futuro?

“Desidero costruire una scuola online che formi le persone per diventare dei consulenti, visto che il gioco non finirà mai; e collaborare con i punti di gioco, creando un nuovo lavoro di consulenti, utilizzando la teoria dei codici, visto anche che in passato coloro che erano nei botteghini si chiamavano predittori. Continuare ad aiutare attraverso la matematica e i numeri quelle persone, dando un po’ di felicità e speranza vincendo qualche cosa. E per finire fare un film sulla mia storia e sulla teoria e ottenere un riconoscimento della scoperta, che è stata visionata da diversi matematici, i quali hanno confermato la sua straordinarietà contribuendo a dimostrare che il caso non esiste e tutto è legato ai numeri”.

Annalisa Arcoleo

  • Luigi Barone

    Ringrazio tutti i collegi giornalisti e gli operatori della comunicazione, i lettori, e tutti voi per l’intervista e la divulgazione di questo importante documento sulla Teoria dei Codici. Per approfondimenti è possibile collegarsi a whatsapp link https://chat.whatsapp.com/H29wv3WVe3z9q28azIH6dF oppure a http://www.abcdeinumeri.com – Grazie Luigi Barone Italia – Eboli (SA)

Ultima ora

14:23Brexit: Londra, ‘saremo sotto controllo Corte Ue per anni’

(ANSA) - LONDRA, 23 AGO - Per la prima volta il governo britannico riconosce che la Gran Bretagna rischierà di rimanere sotto il controllo diretto della Corte di Giustizia Ue per diversi anni, per temi come l'immigrazione: Lo scrive il Guardian online secondo cui l'ipotesi viene ventilata nell'ultimo 'position paper' del governo di Theresa May. Replica Bruxelles: "Come riconciliare le posizioni rispettive" sul ruolo della Corte di giustizia Ue dopo la Brexit "è qualcosa che deve essere fatto dai negoziatori dai due lati", europeo e britannico, "ed è precisamente un tema per loro", dice un portavoce della Commissione Ue, ricordando che "la posizione" di Bruxelles in materia "è chiara, trasparente e immutata" e "pubblicata da tempo". Ora, ha aggiunto il portavoce, "guardiamo al prossimo round di negoziati" della settimana a venire.

13:50Calcio: Barcellona non molla, offerti 150 mln per Coutinho

(ANSA) - ROMA, 23 AGO - Il Barcellona non si rassegna e torna alla carica per Philippe Coutinho, dopo avere perso le speranze di ingaggiare Seri. Secondo il Daily mail, il club catalano ha rilanciato l'offerta per la quarta volta, arrivando a 150 milioni, compresi i 40 di bonus al Liverpool. Di fronte alla sontuosa offerta dei dirigenti catalani, anche il club di Anfield road comincia a barcollare, intavolando una trattativa concreta che andrà avanti nelle prossime ore. Anche perché, Coutinho continua a non allenarsi, dicendosi dolorante alla schiena. In realtà, dietro al rifiuto di lavorare con i compagni, agli ordini dell'allenatore Juergen Klopp, potrebbe essere la voglia di cambiare aria e di trasferirsi al Camp Nou, per prendere il posto del connazionale Neymar.

13:39Calcio: l’ex laziale Ledesma firma per il Lugano

(ANSA) - ROMA, 23 AGO - L'ex capitano e uomo-faro della Lazio, Cristian Ledesma, nella prossima stagione giocherà con la maglia del Lugano, in Svizzera. Il regista argentino, che dopo avere lasciato la squadra biancoceleste ha giocato nel Santos, nel Panathinaikos e nella Ternana in Serie B, ha firmato un contratto di un anno, con l'opzione per una seconda stagione. A 35 anni, Ledesma evidentemente ha ancora tanta voglia di giocare al calcio, malgrado i tanti chilometri già percorsi in carriera.

13:31Danimarca: ritrovato cadavere smembrato giornalista svedese

(ANSA) - COPENAGHEN, 23 AGO - Un torso femminile senza testa, rinvenuto in una spiaggia nei pressi di Copenaghen, appartiene alla giornalista svedese scomparsa Kim Wall, morta probabilmente a bordo di un sottomarino: lo ha reso noto la polizia danese. Wall, 30 anni, è stata vista viva per l'ultima volta il 10 agosto a bordo del sottomarino costruito dall'inventore danese Peter Madsen, che secondo la polizia avrebbe intenzionalmente affondato il giorno dopo, al largo delle coste orientali della Danimarca. Madsen, 46 anni, è stato arrestato con l'accusa di omicidio colposo, ma nega qualsiasi coinvolgimento nella scomparsa di Wall. La famiglia della donna sostiene che stava realizzando un reportage sull'inventore danese. Il torso è stato ritrovato su una spiaggia da un ciclista ieri sull'isola di Amager, a sud della capitale, e i test del Dna hanno confermato che appartiene a Wall.

13:26Tifone forza 10 Hato investe Hong Kong, almeno 3 morti Macao

(ANSA) - HONG KONG, 23 AGO - Il tifone forza 10 Hato ha investito in pieno l'area di Hong Kong e del sud-est della Cina e ha provocato già almeno tre morti nella vicina Macao e decine di feriti. Prima che la tempesta investisse la costa sono state sgomberate migliaia di persone. Lo scrivono i media internazionali e locali. In vista dell'arrivo di Hato, che viaggia venti in media di 165 chilometri orari con picchi di 192, Hong Kong ha provveduto a blindare la città, sospendendo anche le contrattazioni di borsa. Le compagnie aeree hanno cancellato 420 voli. Chiusi uffici e scuole.

13:25Barcellona: ministro Martina a funerali di Bruno Gulotta

(ANSA) - MILANO, 23 AGO - Saranno officiati dal vescovo legnanese monsignor Franco Agnesi e dal monsignore di Legnano don Angelo Cairati i funerali di Bruno Gulotta, il 35enne legnanese vittima dell'attentato di Barcellona. Alla cerimonia, che si terrà domani alle 14.30 nella basilica di San Magno di Legnano, parteciperà in rappresentanza del governo il ministro alle Attività produttive Maurizio Martina. Hanno confermato la loro presenza il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni e l'assessore regionale Massimo Garavaglia, il vicesindaco della Città Metropolitana Anna Scavuzzo, i sindaci Alberto Villa (Pessano con Bornago), Marco Alprone (Paderno Dugnano), Marco Segala (San Giuliano Milanese), Roberto Di Stefano (Sesto San Giovanni), gli assessori Maura Pera e Antonella Lattuada (San Vittore Olona) e Adriana Nebuloni (Parabiago). Per permettere a tutti di assistere alla funzione, la parrocchia di San Magno ha predisposto una diretta streaming della cerimonia sul suo sito.

13:10Calcio: il Milan ora punta a Rafinha del Barcellona

(ANSA) - ROMA, 23 AGO - Il Milan non allenta la morsa del mercato, malgrado gli 11 colpi già messi a segno, e va alla ricerca di un possibile sostituto di M'Baye Niang, a un passo dallo Spartak Mosca. Secondo il Mundo deportivo il prossimo obiettivo del club rossonero è un giocatore del Barcellona, Rafinha Alcantara, centrocampista offensivo, figlio di Mazinho, ex jolly brasiliano di Lecce e Fiorentina. Il giovane e talentuoso giocatore non rientra nei piani di Ernesto Valverde e attualmente sta recuperando da un infortunio al menisco. Vincenzo Montella avrebbe già approvato l'operazione che, se dovesse ricevere il benestare del giocatore, potrebbe essere conclusa in tempo molto brevi. Il presidente del Barcellona, Josep María Bartomeu, tuttavia, ha recentemente dichiarato che Rafinha è un "pezzo molto importante del mosaico barcellonista", e che dunque "rimane".

Archivio Ultima ora