Mondiale U20, uragano Vinotinto: battuto per 7-0 il Vanuatu

CARACAS – Convincente nella vittoria per 2-0 contro la Germania nella gara d’esordio, la Vinotinto ha sfoderato un altro colpo d’autoritá, travolgendo per 7-0 il modesto Vanuatu e restando a punteggio pieno nel Girone B. Questo successo ha consentito alla nazionale venezuelana di qualificarsi con una gara d’anticipo agli ottavi di finale.

Per sbloccare il risultato la Vinotinto ha dovuto attendere mezz’ora: il primo creolo che ha scritto il proprio nome sul tabellone luminoso del World Cup Stadium della cittá di Daejeon é stato Williams Velásquez, il difensore dell’Estudiantes de Caracas ha approfittato al meglio un assist dell’ex Udinese, Peñaranda. Poi ha lasciato il segno Sergio Córdova (42’) con una zuccata vincente su un calcio d’angolo. Si va al riposo sul 2-0.

Nella ripresa arriva il 3-0 con Peñaranda (46’). Nel tabellino dei marcatori della gara di Daejeon si é ritagliato uno spazio anche il portierone Wuilker Fariñez trasformando un calcio di rigore al 56esimo. Al 73esimo Córdova sigla la sua doppietta personale, per il giocatore del Caracas é la terza rete del torneo. Sul finale di gara sono arrivati i gol di Jan Hurtado (82) e Samuel Sosa (89).

Nell’altra sfida del girone ancora una prestazione deludente proprio per la Germania, che sperava di riprendersi dopo la batosta con la Vinotinto, ma che è andata ad impattare sullo 0-0 contro un buon Messico.

Un altro portiere è stato protagonista, stavolta in negativo: si tratta dello statunitense Jonathan Klinsmann, figlio dell’ex ‘Pantegana’ interista campione del mondo con la Germania, che con un’uscita completamente fuori tempo ha permesso all’Ecuador di andare in vantaggio per 3-2 nel match con gli Usa conclusosi poi sul 3-3 grazie a una rete di Luca De La Torre nei minuti di recupero. Brutta figura dell’Inghilterra, che contro la Guinea non è riuscita ad andare al di là del pareggio: è finita 1-1.

La nazionale venezuelana tornerá in campo venerdí, giorno in cui sfiderá il Messico alle 4:00 del mattino. Domani sará il turno degli azzurrini che dopo il ko all’esordio (0-1 con l’Uruguay) cercheranno il riscatto contro il Sudafrica, fischio d’inizio alle 4:00 del mattino.

(Fioravante De Simone)