Capriles: “Non mangiate la foglia delle elezioni regionali”

CARACAS.- Capriles si è mostrato molto diffidente. Secondo il governatore, la scusa di Lucena per non indire le elezioni regionali quando era il momento, è stata “la mancanza di soldi”, ora che la situazione economica è molto peggiore, Lucena le convoca in fretta e furia e in modo totalmente fraudolento.
Capriles ha avvertito la folla: “Non credete gli annunci della Lucena. Non credete che ci saranno elezioni regionali. E un’altra truffa, come truffa è la Costituente e le sue basi comiziali.” Capriles insiste che il popolo non ce la fa più e che non saranno le elezioni a fargli cambiare idea ora. L’esponente del Tavolo dell’Unità Democratica ha assicurato che i venezuelani sono stufi di essere presi in giro e che non vogliono la Costituente imposta da Maduro.
Malgrado queste dure critiche, Capriles ha riconosciuto la dichiarazione della Procuratrice Ortega Diaz che ha chiarito la causa della morte del giovane Juan Pablo Pernalete in una manifestazione ad Altamira. Il giovane è stato effettivamente colpito al torace da una bomba lacrimogena. Colpo letale e fatto disdicevole che il governo non ha mai ammesso perché secondo i suoi portavoce, tra i quali Ernesto Villegas, Ministro per la Comunicazione, la Gnb “non spara i lacrimogeni al corpo dei manifestanti” perciò Pernalete sarebbe deceduto da un altro tipo di sparo. Ma le indagini fatte, hanno rivelato la vera causa della morte del giovane e Ortega Diaz, come di dovere, l’ha resa pubblica.

Condividi: