Clima: le città “bollenti” pagano un prezzo doppio

Pubblicato il 29 maggio 2017 da ansa

Terra mai così calda negli ultimi 115mila anni

MILANO. – Il prezzo da pagare per il cambiamento climatico potrebbe essere doppiamente salato per le città: il surriscaldamento locale generato da cemento e asfalto, sommato al riscaldamento globale, potrebbe infatti ‘sciogliere’ il loro prodotto interno lordo, facendo perdere nei casi peggiori fino a 10 punti percentuali entro la fine del secolo contro i 5 previsti come media mondiale.

La stima è stata fatta su quasi 1.700 città del mondo da un gruppo di economisti provenienti da Messico, Gran Bretagna e Paesi Bassi, che in un articolo su Nature Climate Change sottolineano la necessità di potenziare la lotta globale al riscaldamento attraverso politiche su scala locale. Il loro studio è il primo a quantificare l’impatto potenzialmente devastante che potrebbe avere il mix di riscaldamento globale e locale sulle economie urbane.

Sebbene le città ricoprano solo l’1% della superficie terrestre, infatti, producono l’80% della ricchezza, consumano circa il 78% dell’energia e ospitano più della metà della popolazione mondiale. A causa dell’asfalto e del cemento diventano delle vere e proprie ‘isole di calore’, rese ancora più bollenti dall’energia termica emessa, per esempio, da auto e impianti di condizionamento: questo effetto potrebbe aggiungere altri due gradi alle stime del riscaldamento globale per quanto riguarda le città più popolate entro il 2050.

Per valutarne le conseguenze economiche, i ricercatori hanno preso in esame 1.692 grandi città del mondo, arrivando a stimare che il prezzo che pagheranno per i cambiamenti climatici sarà 2,6 volte più alto del previsto. Nei casi peggiori, il Pil delle città potrebbe calare del 10,9% entro la fine del secolo, contro il 5,6% previsto come media globale: diverse le ragioni, che vanno dall’incremento dei costi dell’energia all’inquinamento, fino al calo di produttività dei lavoratori.

Per arginare il problema, spiegano gli economisti, non bastano le strategie globali di lotta al riscaldamento: servono anche interventi locali finalizzati a ridurre il surriscaldamento urbano, come ad esempio l’ampliamento delle aree verdi e l’installazione di pavimentazioni e coperture dei tetti che riflettano più luce e assorbano meno calore.

Quest’ultimo intervento, fatto su scala contenuta, potrebbe essere quello col migliore rapporto costi-benefici: sostituire il 20% dei tetti e la metà delle pavimentazioni di una città potrebbe portare a risparmi 12 volte superiori agli investimenti, riducendo la temperatura dell’aria di 0,8 gradi.

(di Elisa Buson/ANSA)

Ultima ora

05:31Barcellona: a Cambrils kamikaze con cinture esplosive

BARCELLONA - Indossavano probabilmente cinture esplosive da kamikaze i sospetti terroristi, quattro dei quali uccisi e uno ferito in un'operazione della polizia locale spagnola a Cambrils, localita' turistica a 100 chilometri da Barcellona, sulla costa sud-occidentale. Lo riferisce la tv pubblica spagnola RTVE. La televisione dice che i cinque stavano tentando di portare a termine un attacco simile a quello di Barcellona. Sette persone sono rimaste ferite, due in modo grave.

05:28Venezuela: Costituente sospende immunità marito Ortega Diaz

CARACAS - L'Assemblea Costituente promossa dal presidente Nicolas Maduro ha sospeso l'immunità parlamentare di German Ferrer, deputato chavista e marito dell'ex Procuratrice Luisa Ortega Diaz, su richiesta del Tribunale Supremo di Giustizia. L'alta corte aveva autorizzato ieri l'arresto di Ferrer, in base all'imputazione per corruzione, estorsione, associazione a delinquere e riciclaggio presentata dal successore di Ortega Diaz alla Procura, Tarek William Saab.

05:22Barcellona:polizia,a Cambrils si preparava attentato

BARCELLONA - Secondo la tv pubblica spagnola RTVE sono quattro i presunti terroristi uccisi dalla polizia locale della Catalogna a Cambrils. La polizia sospetta che stessero preparando un attacco nella localita' turistica a circa 100 chilometri da Barcellona. Un quinto presunto terrorista e' rimasto ferito. La polizia ha invitato i cittadini di Cambrils a non uscire di casa.

05:17Barcellona:blitz polizia a Cambrils,uccisi terroristi

ROMA - Quattro o cinque presunti terroristi sono stati uccisi in un'operazione della polizia spagnola in corso a Cambrils, cittadina sulla costa a sud-ovest di Barcellona. La notizia e' riferita dai media spagnoli ed e' riportata, fra l'altro, dall'edizione on line del Guardian. Anche alcuni agenti sono rimasti feriti. Non e' chiaro se l'operazione sia legata alla strage sulla Rambla a Barcellona.

05:13Barcellona: Consiglio Sicurezza Onu condanna attacco

NEW YORK - Il Consiglio di sicurezza dell'Onu ha ''condannato nei termini piu' forti l'attacco terroristico barbaro e vile a Barcellona''. Nella dichiarazione, proposta dall'Italia in accordo con la Spagna, i Quindici hanno ribadito che ''il terrorismo in tutte le sue forme e manifestazioni costituisce una delle piu' gravi minacce alla pace e alla sicurezza internazionali''. Il Cds ha espresso la solidarieta' alla Spagna, sottolineando la ''necessita' di intensificare gli sforzi internazionali per combattere il terrorismo e l'estremismo violento'', un invito rivolto a tutti gli Stati membri.

23:57Calcio: Montella, reso facile gara con mentalità vincente

(ANSA) - MILANO, 17 AGO - ''Missione compiuta? Il 6-0 è certamente un grande risultato, bravi i ragazzi che l'hanno resa facile con approccio e mentalità. Abbiamo avuto qualche pausa iniziale su cui lavoreremo ma sono soddisfatto''. Così Vincenzo Montella commenta la vittoria del Milan per 6-0 con lo Shkendija che ha ipotecato il passaggio del turno alla fase ai gironi di Europa League. ''André Silva - il parere di Montella - può ancora migliorare moltissimo, Montolivo meritava il gol. Peccato per Bonaventura, c'è apprensione visto che è reduce dal brutto infortunio dell'anno scorso''. Montella chiosa sugli obiettivi ("Vogliamo arrivare nelle prime quattro") e sulla trattativa per Kalinic: ''Sul mercato non siamo mai sazi''.

23:08Calcio: Europa League, Milan-Shkendija 6-0

(ANSA) - ROMA, 17 AGO - Il Milan ha battuto 6-0 (3-0) la formazione macedone dello Shkendija nel match di andata dei playoff di Europa League. In gol per i rossoneri Andre' Silva al 13' pt e al 28' st, Montolivo (25' pt e 40' st), Borini al 22' st e Antonelli al 23' st. Per il Milan la qualificazione è in cassaforte.

Archivio Ultima ora