Riunione Osa su crisi venezuelana, i cancellieri si preparano

Washington.- C’è molta attenzione sulla riunione che si terrà all’Osa. Finora 18 delle 22 delegazioni invieranno i loro cancellieri. E secondo informazioni di Efe, 15 di questi diciotto saranno i rappresentanti di Argentina, Bolivia, Brasile, Canada, Colombia, Costa Rica, Guatemala, Honduras, Messico, Panama, Paraguay, Repubblica Dominicana, Santa Lucia, San Vincent e le Granadine.
Chile e Uruguay due dei paesi che avevano appoggiato la richiesta di consulto, invieranno i loro Sottosegretari agli Esteri, Edgardo Rivero e José Luís Cancela.
Invece non si hanno ancora notizie certe su chi rappresenterà i paesi alleati del governo venezuelano: Ecuador, Nicaragua, El Salvador ed alcune isolette caraibiche.
Paradossalmente il Venezuela, motivo principale dell’incontro, molto probabilmente non sarà presente. È stata proprio questa convocazione la causa della sua richiesta di uscita dall’Osa lo scorso 28 aprile. Ma il distacco dall’organismo si concreterà nel 2019 perciò l’attesa della presenza del Venezuela è ancora in vigore.
Intanto i chavistas marceranno oggi in protesta per questa riunione che, secondo loro, viola la sovranità del popolo.