House of Cards, quinta stagione al via in un clima di terrore

Pubblicato il 31 maggio 2017 da ansa

NEW YORK. – La quinta stagione di House of Cards ha preso il via in un clima di terrore. E’ Claire Underwood che raccoglie il testimone nel primo dei 12 episodi della serie di Netflix che nel 2013 ha inaugurato il formato degli show consumabili in una unica maratona. In Italia su Sky Atlantic in differita di 24 ore rispetto agli Usa, la pluripremiata saga degli Underwood interpretata e prodotta dal premio Oscar Oscar Kevin Spacey e da Robin Wright è stata realizzata durante l’ultima campagna elettorale: nella fiction siamo a due settimane dal voto. E l’elezione di Donald Trump ha chiaramente spiazzato gli autori.

Dopo “Veep” e “Homeland”, “House of Cards” è l’ultimo dramma politico che ha lasciato il piccolo schermo in un’epoca in cui, secondo i politologi, il tycoon di Fifth Avenue non avrebbe mai potuto essere presidente ed è tornato in scena in un mondo in cui la realtà ha superato la fiction: Trump alla Casa Bianca.

Ci sono momenti nella nuova “House of Cards” in cui l’arte imita la realtà. Ci sono “fatti alternativi”, fughe di notizie, un illustre quotidiano, il Washington Herald, con un direttore convinto che “la democrazia muoia al buio” come al Washington Post di Marty Barron. Ci sono problemi con la Siria e con un gruppo terrorista che addestra foreign fighters capaci di brutali azioni sul suolo americano, canali di comunicazione segreti con la Russia.

C’è anche una coppia di mezzobusti la cui chemistry in onda non equivale a quella nella vita del duo della Msnbc Joe Scarsborough e Mika Brzezinski. E ovviamente ci sono loro, Frank e Claire, probabilmente quanto di più vicino a un ticket Bill e Hillary Clinton, che inseguono la rielezione in corsa contro un clone repubblicano a metà tra Mitt Romney e lo Speaker della Camera Paul Ryan.

La quinta stagione comincia con un dibattito alla Camera sul processo di impeachment. Un deputato sventola una copia dell’Herald che in prima pagina attacca Underwood come un mascalzone incapace di governare. Il presidente irrompe in aula e chiede di parlare: “E’ contro le regole”, gli dice un deputato che ha letto la Costituzione: “Non mi importa”, grida Frank facendosi largo verso il podio.

Sette mesi fa questo scenario sarebbe stata l’ennesima scandalosa lettura di cosa sarebbe potuto succedere se gli Stati Uniti avessero eletto un presidente che disprezza le regole della politica. Pur essendo stato confezionato prima dell’avvento di Trump, i copioni di “House of Cards” si sono rivelati preveggenti: Frank riduce radicalmente il numero dei briefing concludendo che “il miglior comunicato è nessun comunicato”. Ma, a differenza di quanto sarebbe successo se fosse stata Hillary ad occupare l’Ufficio Ovale, uno show nato come una fantasia sul “cosa succederebbe se” ha assunto con Trump il sapore della satira rimasta tristemente fuori passo con la realtà.

(di Alessandra Baldini/ANSA)

Ultima ora

19:10Londra: polizia, circa 80 morti in incendio Grenfell Tower

(ANSA) - LONDRA, 28 GIU - E' di "circa 80 morti" il bilancio delle vittime nell'incendio della Grenfell Tower di Londra. Lo ha detto la polizia della capitale britannica, che non può ancora fornire un bilancio definitivo per le difficoltà incontrate nel recupero e l'identificazione dei corpi.

19:05Russia-Germania: Lavrov a Berlino il 13 luglio

(ANSA) - MOSCA, 28 GIU - Il ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov sarà a Berlino il 13 luglio per la cerimonia di chiusura dell'Anno di scambi giovanili bilaterali tra Russia e Germania a cui parteciperà anche il capo della diplomazia tedesca Sigmar Gabriel: lo ha annunciato lo stesso ministro degli Esteri russo, citato dall'agenzia Interfax.

19:05Oltre 40 mila beni culturali in Italia a rischio alluvione

(ANSA) - ROMA, 28 GIU - Piazza Navona e il Pantheon a Roma, la basilica di Santa Croce e il Battistero a Firenze: ci sono anche veri e propri gioielli del patrimonio storico culturale italiano tra i beni culturali presenti nel nostro paese che potrebbero essere sepolti o distrutti da alluvioni e frane. La mappa delle bellezze italiane esposte ai rischi naturali è stata realizzata dall'Ispra e presentata nel corso di un convegno organizzato da Italiasicura, la struttura del governo contro il dissesto idrogeologico che ha messo a punto un piano di interventi per la messa in sicurezza dell'intero territorio italiano, con 10 mld a disposizione e 1.500 cantieri in corso o ultimati. Dalla mappa emerge che i beni culturali a rischio alluvione, nello scenario massimo, sono complessivamente 40.393 mentre quelli a rischio frane sono 38.829, di cui 10.909 nelle classi a pericolosità elevata e molto elevata. Quasi ottantamila opere d'arte in migliaia di borghi e città. Più di tremila sono a Roma e quasi 1.300 a Firenze.

19:03Usa: in estate al via prototipi per il muro col Messico

(ANSA) - NEW YORK, 28 GIU - Al via una nuova fase nella costruzione del muro anti-clandestini al confine con il Messico voluto dal presidente Donald Trump. Ronald Vitiello, vice commissario in pectore della US Customs and Border Protection, ha affermato che quest'estate verranno scelte da 4 a 8 società, che avranno 30 giorni di tempo per costruire i prototipi della barriera. La proposta di Trump per il bilancio 2018 comprende 1,6 miliardi di dollari per la costruzione di una parte di muro nella Rio Grande Valley, in Texas, e a San Diego, in modo di proseguire la porzione di recinzione già esistente. Il tycoon ha rivelato l'intenzione di installare pannelli solari sulla barriera, un progetto che a suo parere permetterà di ripagare il muro. E l'idea compare anche nel prototipo realizzato dalla Gleason Partners LLC di Las Vegas, secondo cui la vendita dell'elettricità prodotta dai pannelli solari permetterebbe di ripagare i costi in meno di 20 anni.

18:53Roma: ufficiale Karsdorp, al Feyenoord 14 mln e 5 di bonus

(ANSA) - ROMA, 28 GIU - Rick Karsdorp è ufficialmente un nuovo giocatore della Roma. Dopo le visite mediche svolte ieri è arrivato oggi il comunicato della società giallorossa con cui si sottolinea che è stato "sottoscritto col Feyenoord il contratto per l'acquisizione a titolo definitivo" del terzino olandese, "a fronte di un corrispettivo fisso di 14 milioni, e variabile, fino a un massimo di 5 milioni di euro". Il calciatore classe '95 ha firmato un contratto fino al 2022. "Andare alla Roma è un grande passo per me - ha dichiarato Karsdorp nella sua prima intervista in giallorosso -. Arrivo qui con grande voglia e entusiasmo di giocare e di realizzare i miei sogni. So che ho ancora ampi margini di miglioramento e spero di mostrarli qui". "Nonostante la giovane età, Karsdorp ha già messo in luce le sue qualità - le parole del ds Monchi -. Siamo felici di poter contare sulle sue prestazioni e siamo certi che le sue caratteristiche si sposeranno con l'idea di gioco di Eusebio Di Francesco".

18:45Gentiloni, nonostante il caldo, il governo tiene

(ANSA) - ROMA, 28 GIU - "Nonostante il caldo, il governo tiene". Con questa battuta il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, ha iniziato il suo intervento al congresso nazionale della Cisl.

18:36Calcio: De Laurentiis, Sarri resta altri 3 anni

(ANSA) - ROMA, 28 GIU - "Sarri ha un contratto per il quale deve restare con noi per altri tre anni" e anche per Reina "è ancora in piedi un contratto: che stiamo sempre a rinnovare?". Così il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, parlando delle strategie di mercato dei partenopei all'uscita dall'audizione in commissione Antimafia. Il patron del Napoli si è detto inoltre "molto contento dell'arrivo di Ounas", mentre sull'obiettivo Mario Rui ha glissato: "Adesso vediamo, siamo appena agli inizi e tra l'altro il mercato non è ancora aperto. Tutto fatto? Vedremo…".

Archivio Ultima ora