Rischio spaccatura M5s. Gli ortodossi temono l’accordo col Pd

Pubblicato il 01 giugno 2017 da ansa

ROMA. – Nei giorni scorsi era solo un sordo rumore di fondo, un sottile cipiglio che traspariva nella fronte di qualche parlamentare e che veniva fuori in qualche post degli iscritti al Movimento: ma l’affondo del M5s alla trattativa con il Pd, l’adesione sostanziale al nuovo patto del Nazareno, la rinuncia nei fatti alla battaglia sulle preferenze provoca nei 5 Stelle un malessere che non poteva rimanere sopito a lungo. Ed oggi il “bubbone” è scoppiato.

A guidare il fronte dei dubbiosi, di quelli che temono una trappola del Pd, di quanti non si accontentano della promessa di una vittoria elettorale, ci sono ancora una volta gli ‘ortodossi’. Questa riforma elettorale “è quasi un mega porcellum, noi faremo degli emendamenti, io personalmente non mi sarei messa nemmeno lì seduta” avverte la senatrice Paola Taverna.

La ‘pasionaria’ del Movimento appare dubbiosa su tutto il percorso, dalla decisione di sedersi al tavolo della trattativa con il Pd fino all’accelerazione sul voto anticipato. “Hanno stravolto il sistema tedesco con il proporzionale distribuito sui listini, il primo bloccato, si stanno facendo con la squadra tutti i collegi, non si capisce su quali basi. Non va, non so neanche dire che bisogna andare a votare subito, perché così gli leviamo la patata bollente della legge di stabilità, che è qualcosa della quale si devono prendere la responsabilità” afferma dubbiosa.

Ieri sera una tormentata riunione congiunta dei parlamentari per discutere della riforma ha fatto emergere gli screzi. Al punto tale che subito dopo i capigruppo Roberto Fico e Carlo Martelli si sono nuovamente riuniti con i parlamentari delle commissioni affari costituzionali per rifare il punto. Lo stesso Fico mette le mani avanti ed avverte: “L’accordo sulla legge elettorale non è affatto sancito. Si lavora ancora in Commissione perché l’emendamento Fiano crea delle nuove problematiche. Se i problemi saranno risolti, bene. Diversamente continueremo a riunire il gruppo parlamentare, che ieri ha lavorato fino a mezzanotte, per valutare il da farsi. Ma – ripete – non c’è niente di scontato”.

Poi, le rivelazioni di Pizzolante sull’accordo tentato da Renzi con Alfano per far cadere Gentiloni ha fatto il resto. Di Maio e Di Battista sono infuriati. Ma il tarlo inizia rodere anche i più inossidabili. Perché se qualcosa dovesse andare storto, il primo a finire nel mirino sarebbe proprio Di Maio. Dai piani alti del Movimento si ostenta sicurezza: “la linea è una sola. Anche se con diverse declinazioni caratteriali”.

E lo stesso Fico smentisce: “Ci dispiace deludere le fantasie di giornali e agenzie e smentire, per l’ennesima volta, titoli fasulli. Nessuna spaccatura interna. E’ il Pd che è sempre stato inaffidabile e quindi ci sono semplici e giustificati timori”.

(di Francesca Chiri/ANSA)

  • Franco

    Beh in effetti il m5s ha sempre ribadito la libera scelta, dei candidati ora pare che accetti la proposta Renzi sui nominati. Se ciò fosse vero sarebbe motivo valido per non votarli.

  • Bernardino Manfrin

    Avviso ai “naviganti”,,, Il Movimento 5 Stelle, deve la sua esistenza,proprio per le novità che andava predicando. L’eliminazione dei “NOMINATI” era il cavallo di battaglia. Ora pare che tutto ciò non sarà possibile. Per quanto mi riguarda, o l’M5S mantiene la promessa o per quanto mi riguarda, andrò a ingrossare quel 50% che non andrà a votare. Sono molto dispiaciuto e spero che tutto ciò non si verifichi, diversamente dovrò concludere che anche quella ultima speranza di una partecipazione del popolo alla scelta dei suoi rappresentanti,era una diabolica promessa che costerà alla democrazia.

  • Bernardino Manfrin

    Meglio stare all’opposizione che consentire , e quindi complici, a una classe politica come quella di questi ultimi anni, che ha depredato materialmente ogni sogno di onestà.

Ultima ora

05:22Barcellona:polizia,a Cambrils si preparava attentato

BARCELLONA - Secondo la tv pubblica spagnola RTVE sono quattro i presunti terroristi uccisi dalla polizia locale della Catalogna a Cambrils. La polizia sospetta che stessero preparando un attacco nella localita' turistica a circa 100 chilometri da Barcellona. Un quinto presunto terrorista e' rimasto ferito. La polizia ha invitato i cittadini di Cambrils a non uscire di casa.

05:17Barcellona:blitz polizia a Cambrils,uccisi terroristi

ROMA - Quattro o cinque presunti terroristi sono stati uccisi in un'operazione della polizia spagnola in corso a Cambrils, cittadina sulla costa a sud-ovest di Barcellona. La notizia e' riferita dai media spagnoli ed e' riportata, fra l'altro, dall'edizione on line del Guardian. Anche alcuni agenti sono rimasti feriti. Non e' chiaro se l'operazione sia legata alla strage sulla Rambla a Barcellona.

05:13Barcellona: Consiglio Sicurezza Onu condanna attacco

NEW YORK - Il Consiglio di sicurezza dell'Onu ha ''condannato nei termini piu' forti l'attacco terroristico barbaro e vile a Barcellona''. Nella dichiarazione, proposta dall'Italia in accordo con la Spagna, i Quindici hanno ribadito che ''il terrorismo in tutte le sue forme e manifestazioni costituisce una delle piu' gravi minacce alla pace e alla sicurezza internazionali''. Il Cds ha espresso la solidarieta' alla Spagna, sottolineando la ''necessita' di intensificare gli sforzi internazionali per combattere il terrorismo e l'estremismo violento'', un invito rivolto a tutti gli Stati membri.

23:57Calcio: Montella, reso facile gara con mentalità vincente

(ANSA) - MILANO, 17 AGO - ''Missione compiuta? Il 6-0 è certamente un grande risultato, bravi i ragazzi che l'hanno resa facile con approccio e mentalità. Abbiamo avuto qualche pausa iniziale su cui lavoreremo ma sono soddisfatto''. Così Vincenzo Montella commenta la vittoria del Milan per 6-0 con lo Shkendija che ha ipotecato il passaggio del turno alla fase ai gironi di Europa League. ''André Silva - il parere di Montella - può ancora migliorare moltissimo, Montolivo meritava il gol. Peccato per Bonaventura, c'è apprensione visto che è reduce dal brutto infortunio dell'anno scorso''. Montella chiosa sugli obiettivi ("Vogliamo arrivare nelle prime quattro") e sulla trattativa per Kalinic: ''Sul mercato non siamo mai sazi''.

23:08Calcio: Europa League, Milan-Shkendija 6-0

(ANSA) - ROMA, 17 AGO - Il Milan ha battuto 6-0 (3-0) la formazione macedone dello Shkendija nel match di andata dei playoff di Europa League. In gol per i rossoneri Andre' Silva al 13' pt e al 28' st, Montolivo (25' pt e 40' st), Borini al 22' st e Antonelli al 23' st. Per il Milan la qualificazione è in cassaforte.

22:02Isis rivendica attacco Barcellona

(ANSA) - ROMA, 17 AGO - L'Isis ha rivendicato l'attentato di Barcellona attraverso la sua 'agenzia' Amaq, definendo gli attentatori "soldati dello Stato islamico". Lo riferisce il Site, il sito di monitoraggio dell'estremismo islamico sul web, pubblicando una immagine della rivendicazione in arabo.

21:35Basket: bagno di folla al raduno della Openjobmetis Varese

(ANSA) - VARESE, 17 AGO - Bagno di folla per la Openjobmetis Varese, che si è radunata nel pomeriggio di oggi e domani sarà a Chiavenna per l'inizio della preparazione in vista del prossimo campionato. Come è tradizione ormai da qualche anno, la squadra varesina si presenta al palasport per ricevere l'abbraccio dei suoi tifosi, sempre molto presenti (oggi qualche centinaio a chiedere autografi e a scattare fotografie) in particolare nella sottoscrizione degli abbonamenti (quasi raggiunta quota duemila tessere). Presenti oggi al raduno tutti i giocatori in organico, fatta eccezione per il pivot Norvel Pelle, impegnato in questi giorni con la Nazionale liberiana, uno dei tre confermati (gli altri sono il capitano Giancarlo Ferrero e Aleksa Avramovic). La squadra varesina resterà per una decina di giorni ad allenarsi a Chiavenna, dove il 26 agosto sosterrà il primo test stagionale con gli svizzeri della Sam Massagno.

Archivio Ultima ora