Conto alla rovescia per Alitalia, lunedì le manifestazioni d’interesse

Un aereo Alitalia in pista ripreso da prua.
Alitalia: Fs studia offerta

ROMA. – Questione di circa 48 ore e i commissari di Alitalia potranno aprire le buste con i nomi dei pretendenti per la compagnia. Lunedì 5 giugno scadranno infatti i termini per le manifestazioni di interesse. Le bocche sono cucite e nessuno si azzarda a fare previsioni ma, dopo l’aperta rinuncia di low cost come Ryanair e Norwegian e di giganti come Lufthansa, tirata in ballo a ripetizione ma sempre ferma sulle sue posizioni, indiscrezioni di stampa parlano ora di una possibile discesa in campo dell’americana Delta Airlines.

Oltre che dalle compagnie aeree, manifestazioni di interesse potrebbero arrivare anche dai grandi fondi di private equity internazionali. L’advisor finanziario Rothschild avrebbe in questo senso già sondato il terreno tra i nomi più in vista del settore, da Cerberus a Indigo Capital.

Il momento della verità arriverà lunedì alle 18. Una volta a conoscenza dei nomi, i commissari invieranno ai soggetti ritenuti in possesso della necessaria idoneità e competenza una ‘lettera di procedura’ che fisserà i termini, le modalità ed i contenuti delle proposte da presentare, di carattere non vincolante. Verso metà giugno dovrebbe essere aperta la ‘data room’, dove gli interessati potranno visionare le carte e i dati riservati riguardanti l’azienda.

L’obiettivo dei commissari è di avere le offerte non vincolanti a fine luglio, per poi valutare un’eventuale gara per arrivare alle offerte vincolanti ad ottobre. Tra gli appuntamenti immediati resta però intanto anche quello con i sindacati, convocati dall’amministrazione giovedì 8 giugno per avviare il confronto per il rinnovo del contratto di settore, scaduto il 31 dicembre 2016.

Con l’accordo del 24 febbraio scorso le parti hanno concordato di mantenerne l’efficacia fino al rinnovo, da avviare dopo la presentazione del Piano e da concludersi entro il 31 maggio. Ma con la bocciatura del referendum e l’avvio del commissariamento, il rinnovo non c’è mai stato. Tocca ora quindi riprendere le fila.